Hotel Roma, Manifestations Meetings Music Sport Theater Exhibitions

Hotel Roma prima colazione Hotel Roma 3 stelle San Lorenzo Camere con terrazzo a Roma Roma camere con vista
Check -in Nights Rooms Type Rooms Numbers Promotional Code

 

Rom hotel Sonderangebote
Das Hotel liegt in der Nhe von Bahnhof Termini, deshalb gut zu erreichen. Zimmer sehr sauber , schoener Fruehstuecksraum. Unser zimmer hatte Blick auf die schoene Kirche und auf den Marktplatz . ..by Booking"




 

XXIV Concorso Pianistico Internazionale - Concerto dei Vincitori

2015-10-25

Auditorium Conciliazione


Petite Messe Solennelle

2014-10-04

Sant'Eugenio


OPI, Ambrogio Sparagna

2014-11-01

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Uno spettacolo di Ambrogio Sparagna con l' Orchestra Popolare Italiana dell'Auditorium Parco della Musica
e il Coro Popolare diretto da Annarita Colaianni
e la partecipazione di
Giorgio Onorato, Aisha Cerami, Antonio Infantino, Caterina Pontrandolfo

Pier Paolo Pasolini, morto tra l'1 e il 2 novembre del 1975, è stato uno dei principali protagonisti della rinascita dell'interesse verso la poesia e il canto popolare. "Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione è il mio amore.." così scrive in una delle sue liriche più famose esprimendo tutta la sua passione per quella cultura popolare contadina che segnò in maniera indelebile ogni azione della sua poetica. L'interesse per i dialetti lo condusse dal friulano verso tutte le lingue popolari italiane, tanto che già nel 1955 documentò nel suo Canzoniere italiano una monumentale raccolta di poesia e canti popolari di tutte le regioni d'Italia. Questa continua e profonda attenzione verso il mondo popolare nel 1964 lo portò in Basilicata, e a Matera in particolare, per ambientare il suo Vangelo secondo Matteo.
Nello spettacolo Io sono una forza del Passato Ambrogio Sparagna traccia un ritratto particolare di Pasolini proponendo alcune sue liriche immerse tra i suoni antichi della Campagna Romana e della Basilicata, luoghi tanto cari al grande poeta friulano. La forza di espressioni come "solo nella tradizione è il mio amore" fanno da sostegno poetico ad alcuni canti popolari della tradizione romana e lucana proposti in maniera originale dall'Orchestra popolare Italiana e dal Coro Popolare diretto da Anna Rita Colaianni. Sullo sfondo di proiezioni di immagini, tratte dal Vangelo secondo Matteo, si sviluppa tutto lo spettacolo che si avvale anche della presenza di Giorgio Onorato, il più longevo cantante italiano che, dall'alto dei suoi 87 anni, continua la grande storia del canto popolare romanesco e di Aisha Cerami, cantante dalla bellissima voce e attrice di grande valore, una delle protagoniste della riscoperta della tradizione popolare romana.
Gli echi della Basilicata, cuore della civiltà contadina italiana, che Pasolini amò profondamente, sono proposti da Antonio Infantino, originale architetto-compositore di Tricarico, principale protagonista della riscoperta della Taranta già a partire degli Anni Settanta, e da Caterina Pontrandolfo, cantate ed attrice potentina, una delle voci più intense ed originali della riscoperta del canto contadino lucano. Uno spettacolo unico, di grande intensità dedicato a Gianni Borgna.
Prima e dopo l'appuntamento con l'Ottobrata, l'Omaggio a Pasolini, produzione originale della Fondazione Musica per Roma, prevede altri importanti eventi in ricordo del grande intellettuale: due appuntamenti musicali, una mostra e un Concerto Breve presso il luogo dove è avvenuto l'omicidio di Pier Paolo Pasolini.

Garbatella Jazz Festival (GJF) 2014

2014-09-25

La Villetta


I Virtuosi dell'Opera di Roma: Enchanting Opera Arias by candlelight

from 2014-09-27 to 2014-11-29

San Paolo entro le mura

Enchanting opera arias by candlelight
Ensemble and Singers in period costumes

An intense journey inside the most famous and acclaimed Operas by Verdi, Puccini, Rossini Donizetti and Mozart. Ensemble and singers in period costumes of I Virtuosi dell’opera di Roma introducing public in the fascinating world of lyrical opera. In the majestic Church of St Paul within the Walls they will perform in an intimate setting by candle light.


SCUOLA LUCIANO DONDA E CINZIA LOMBARDI

2014-09-25

Casa del Jazz

SCUOLA LUCIANO DONDA E CINZIA LOMBARDI


DANIEL MONTANO E SABRINA GARCIA

2014-09-24

Casa del Jazz


TANGO PASSION

2014-09-27

Casa del Jazz


MARCELO ALVAREZ & SABRINA AMATO

2014-09-26

Casa del Jazz

MARCELO ALVAREZ & SABRINA AMATO


John Legend - An Evening with John Legend

2014-11-11

Teatro Sistina


New Generation

2014-09-26

Stazione Birra

Con Moseek, I Was a Cloud, Runa Raido.
Tre gruppi della New Generation si alterneranno durante la serata.

Radical Gipsy Trio

2014-09-23

Elegance Cafè

Con G. Giovannini (chitarra), D. Gai (chitarra,voce), G. Civiletti (contrabbasso)..
Il percorso dei Radical Gipsy si è sviluppato tra i club romani e i festival, con importanti collaborazioni tra cui spicca quella con il fisarmonicista francese Ludovic Beier, riconosciuto universalmente come uno dei più grandi interpreti della fisarmonica e del gipsy jazz. Insieme a composizioni originali e pezzi tradizionali, il trio porta in scena anche alcuni brani moderni arrangiati rigorosamente come vuole la tradizione tzigana..
Ingresso libero.

Dario Daneluz Trio

2014-09-24

Elegance Cafè

Con A. Iammarino (piano), D. Daneluz (voce), A. Bartolucci (percussioni).
Il repertorio dell'ensemble attinge a piene mani tra i grandi standard della musica americana, avendo come riferimento il lavoro di musicisti quali Bill Evans tra i pianisti e di Tony Bennett tra i cantanti, cercando di avere un approccio musicale il più possibile libero da schemi predefiniti lasciando libero il flusso musicale di percorrere sentieri poco battuti. Per l'occasione Antonio Iammarino e Dario Daneluz, sono accompagnati alle percussioni da Andy Bartolucci, già collaboratore tra gli altri di Alex Britti..
Ingresso libero.

Artisti 7607 - Festa di sostegno

2014-09-23

Circolo degli Artisti

Lo Statuto Sociale Europeo degli Artisti (data di nascita 7-6-07) difende il principio dell'equo compenso - cioè i proventi degli artisti maturati attraverso lo sfruttamento sul mercato delle opere di cui sono interpreti - e ribadisce che spetta agli artisti scegliere a chi affidare la gestione dei propri diritti connessi..
Ingresso libero.

This Will Destroy You

2014-09-24

Circolo degli Artisti

Con C. King (chitarra), J. Galindo (chitarra), D. Jones (basso, tastiere), A. Bhore (batteria)
.
I This Will Destroy You sono un gruppo musicale post-rock statunitense, originario di San Marcos, in Texas.La band nasce nel 2004 dall'incontro dei quattro musicisti texani..

Inspiral Carpets

2014-09-25

Circolo degli Artisti

Appuntamento con gli Inspiral Carpets, una band indie rock inglese della zona di Manchester, precisamente Oldham, nata nel 1986 per opera di Graham Lambert e Stephen Holt. Il nome della band viene da quello di un famoso negozio di abbigliamento presente nella loro città..

Jim Rotondi & Jesse Davis quintet

from 2014-09-25 to 2014-09-27

Alexanderplatz

Con J. Rotondi (tromba), J. Davis (sassofono), R. Fassi (piano), D. Rosciglione (contrabbasso), M. Valeri (batteria).

Many more voices

2014-11-22

La Pelanda - Centro di produzione culturale

La voce si fa teatro in “Many more voices”, la performance di David Moss e Tempo Reale: un gioco sonoro dove convergono la musica di ogni tempo, dal rock al pop fino alla classica e alla contemporanea, che si aggiungono alle vibrazioni del mondo che ci circonda. Compositore, percussionista, ma soprattutto interprete che usa la voce in modo spericolato e innovativo, Moss arriva da studi accademici ma la sua personalità fermenta nell’ambiente dell’avanguardia statunitense, sempre attenta ai più diversi influssi musicali.
Nell'ambito del RomaEuropaFestival, 22 novembre ore 21.00. Biglietti da € 15,00
Acquisto on line


Orchestra of Samples - Addictive TV con Frank Sent Us

2014-11-30

La Pelanda - Centro di produzione culturale

Musica per i miei occhi. Potrebbe essere questo il motto di Addictive Tv, il duo formato da Graham Daniels e Mark Vidler impostosi all’attenzione internazionale per la capacità di elaborare e far suonare in tempo reale immagini video.
Nell'ambito del RomaEuropaFestival, 30 novembre ore 21.00. Biglietti da € 15,00
Acquisto on line


Jazz & Jazz 3 quartetti e 3 parole in 3 colori

2014-10-06

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Valerio Gallo Curcio ideazione
Alberto Giraldi direzione artistica

Alberto Giraldi Jazz Quartet
Alberto Giraldi pianoforte e composizione
Ettore Fioravanti batteria
Filiberto Palermini sax alto e soprano
Riccardo Gola contrabbasso

Rosas Quartet
Gilda Buttà pianoforte
Ettore Belli viola
Adriano Ranieri fisarmonica
Luca Cola contrabbasso

Greg Burk Trio featuring Viviana Ullo
Greg Burk pianoforte
John B Arnold batteria
Prancesco Puglisi contrabbasso
Viviana Ullo voce


Evento ideato da Valerio Gallo Curcio, con la direzione artistica di Alberto Giraldi. Noto compositore e arrangiatore, pianista di musica leggera e jazz. Artista dalle molteplici sfaccettature, nel corso della sua carriera, ha esplorato diversi ambiti musicali, iniziando come pianista, passando per l'arrangiamento di musiche per teatro, televisione e cinema.
Per questo evento ha pensato di portare sul palco dell'Auditorium tre dei quartetti più interessanti del panorama jazzistico italiano. Sul palco Gilda Buttà, nota pianista della colonna sonora de "La leggenda del pianista sull' oceano" con il suo Rosas Quartet, Greg Burk, famoso pianista e compositore americano con il suo trio feat. Viviana Ullo e l'Alberto Giraldi Quartet.

Gabriele Mirabassi & Roberto Taufic

2014-10-08

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Gabriele Mirabassi clarinetto
Roberto Taufic chitarra



"Um Brasil diferente" è il titolo del nuovo progetto discografico del clarinettista Gabriele Mirabassi e del chitarrista Roberto Taufic. Due viaggi in direzione opposta, un'andata e un ritorno che si incrociano a mezza strada: così si potrebbe definire l'incontro tra i due musicisti. Mirabassi scopre il Brasile una decina d'anni fa e da allora lo frequenta con tanta assiduità da farlo diventare un punto di riferimento centrale della sua esperienza umana e musicale. Taufic è partito da Natal, nel nord-est del Brasile, da ragazzo alla volta dell'Italia, dove in qualche modo ha compiuto il percorso inverso, lasciando che l'atteggiamento europeo nei confronti del jazz fecondasse la sua atavica lingua musicale. Da qui nasce "Um Brasil diferente", la rilettura di un repertorio di canzoni e pezzi strumentali di varie epoche alle quali si aggiungono composizioni originali. Un Brasile profondo visto da un angolo peculiare, che i due protagonisti hanno scoperto di avere in comune a questo punto dell'andata dell'uno e del ritorno dell'altro.

Fedeltà Pop

2014-10-10

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
The Shalalalas
Alice Clarini
Simone Avincola



"Fedeltà POP": la collaborazione tra "Helikonia POP-olare", i nuovi cantautori romani e "Bassa Fedeltà" che da anni valorizza la ricca proposta musicale emergente italiana.
Sul palco: The Shalalalas: da un colpo di fulmine artistico tra la voce di Sara e la chitarra di Alex. Curt Cobain che incontra Regina Spector e il sogno di rivedere i Moldy Peaches sul palco. Musica da ascoltare durante una bella giornata di sole nel vostro "parco" preferito. Alice Clarini: felicemente in bilico tra la nostra musica d'autore e il folk americano, fra le seduzioni inquiete di certo pop e la malinconia combattiva del blues del Delta. Nel 2012 dal fortunato incontro con "Bah!", chitarrista e arrangiatore dei suoi brani, nasce un sodalizio artistico che l'ha portata ad ottenere vari riconoscimenti, tra i quali il prestigioso Premio della Critica Musicultura 2013. Simone Avincola: definito più volte "il primo della nuova generazione dei cantautori ribelli". "Ho sempre scritto, chiuso nella mia camera o nascosto tra le mura del cortile... Passavamo le nottate tra bottiglie di vino, chitarre e centinaia di sigarette. Una sera qualcuno (non ricordo chi fu il colpevole) mi chiese di fargli ascoltare una mia canzone. Da quella sera non ho mai smesso."

Gino Paoli & Danilo Rea Due come noi che...

2014-10-23

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
Gino Paoli voce
Danilo Rea pianoforte



In occasione dei suoi ottant'anni Gino Paoli presenta un evento speciale in Sala Santa Cecilia in cui sarà accompagnato da Danilo Rea, suo compagno di avventura negli ultimi progetti diventati anche dischi per la Parco della Musica Records ("Un incontro in Jazz" - 2011, Due come noi che... - 2012, Napoli con amore - 2013). La voce e il carisma di Paoli, uno dei più grandi autori e interpreti della canzone italiana, sarà affiancata da uno dei più lirici e creativi pianisti riconosciuti a livello internazionale, Danilo Rea. "Due come noi che..." è un prezioso esempio di come due artisti assoluti possano interpretare in modo innovativo alcuni classici della storia della musica italiana. Solo piano e voce, solo Danilo e Gino, solo la loro capacità di inseguirsi, di smarcarsi e ritrovarsi su una strada che è quella delle canzoni più belle del nostro patrimonio musicale. Paoli e Rea presenteranno le interpretazioni migliori di brani composti dal cantautore, di brani da lui amati, standard e canzoni napoletane

Le luci della centrale elettrica - Cronache emiliane

from 2014-10-17 to 2014-10-18

La Pelanda - Centro di produzione culturale

A partire dalle immagini scattate dal fotografo emiliano Luigi Ghirri, set di una raccolta di narrazioni, Le Luci attraversa musiche originali, cover stravolte e testi di Gianni Celati, Roberto Roversi, Pier Vittorio Tondelli e Cesare Zavattini. Un viaggio nell’immaginario che nutre la poetica dello stesso cantautore, reduce del successo del suo ultimo disco, Costellazioni, o un percorso per confondere la Via Lattea con la Via Emilia.
Nell'ambito del RomaEuropaFestival, 17 e 18 ottobre ore 22.00. Biglietti € 18,00.
Acquisto on line


Swamimillion aka Lv & Fawda Trio | Afropolitan – Road to Essaouira

2014-10-31

La Pelanda - Centro di produzione culturale

Melting pot sonoro in cui si rintracciano gnawa, jazz, hip hop e tutte le sfumature della musica elettronica e dance. Il loro live è il risultato di questo viaggio, un work in progress per tracciare tutti i punti di contatto tra l’elettronica odierna e i suoni della musica africana
Nell'ambito del RomaEuropaFestival, 31 ottobre ore 21.00. Biglietti € 15,00.
Acquisto on line


Oy | Afropolitan

2014-11-01

La Pelanda - Centro di produzione culturale

Duo formato dalla vocalist svizzero-ghanese Joy Frempong e dal batterista e produttore Lleluja-Ha, nella terza e ultima serata di Afropolitan.
Nell'ambito del RomaEuropaFestival, 1 novembre ore 21.00. Biglietti € 15,00.
Acquisto on line


Baloji | Afropolitan

2014-10-30

La Pelanda - Centro di produzione culturale

Storie di partenze e ritorni, giovani metropolitani nati in Africa e cresciuti nel mondo, paesaggi sonori che si incontrano, scontrano, si riconciliano per plasmare un altro luogo dell’ascolto: quello di un nuovo rinascimento africano che, pur non rinnegando le sue radici, si proietta verso il futuro e fa della naturale commistione e ibridazione culturale la propria bandiera. Ad aprire Afropolitan, la rassegna musicale realizzata da Romaeuropa in colaborazione con Afrodisia, è Baloji, artista belga/congolese
Nell'ambito del RomaEuropaFestival, 30 ottobre ore 21.00. Biglietti € 15,00.
Acquisto on line


Per Kenny - Concerto Benefit per Kenny Wheeler

2014-09-28

Casa del Jazz

La musica di nuovo protagonista nella Casa del Jazz: il 28 settembre infatti la bellissima struttura di via delle Mura Ardeatine ospiterà un concerto benefit a favore di Kenny Wheeler, importante e amato trombettista e compositore anglo canadese malato e in gravi difficoltà economiche.

La lunga serata, ingresso alle 18 con biglietto a 10 euro, vedrà alternarsi molti importanti artisti italiani che porteranno in musica la loro solidarietà a Wheeler. Il concerto porta come semplice titolo "Per Kenny" e hanno già assicurato la loro presenza (il coordinamento dell'evento è di Luciano Linzi) Fabrizio Bosso, Stefano Di Battista, Enrico Pieranunzi, Danilo Rea, Rosario Giuliani, Paolo Damiani, Maria Pia De Vito, Max Ionata, Massimo Nunzi, Ada Montellanico, mentre molti altri si aggiungeranno a loro.

L'idea di un concerto in favore di Kenny Wheeler sta facendo il giro del mondo: se ne è tenuto uno a Londra ad agosto e Roma non poteva mancare anche perché il trombettista anglo canadese è un amico di questa città e ha collaborato con molti artisti italiani. L’idea di una serata alla Casa del Jazz nasce dall’assessore alla Cultura di Roma Capitale Giovanna Marinelli e dal presidente della commissione Cultura Michela Di Biase ed è stata subito accolta dal Palaexpo e dai tanti artisti italiani.


Paolo Benvegnù Earth Hotel

2014-10-31

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Paolo Benvegnù voce, chitarra
Andrea Franchi batteria
Guglielmo Ridolfo Gagliano chitarra
Luca Baldini basso
Michele Pazzaglia suoni



Paolo Benvegnù presenta il nuovo disco "Earth Hotel" a tre anni e mezzo di distanza dal precedente "Hermann", accolto con grande favore dalla critica e dal pubblico. Con "Hermann" Benvegnù ha infatti ottenuto diversi riconoscimenti: è stato premiato al MEI come "miglior solista dell'anno" (PIMI premio italiano musica indipendente), ha ricevuto il Premio Radioindie Music Like come artista più trasmesso dal circuito radiofonico indipendente e si è aggiudicato il secondo posto alle Targhe Tenco 2011, nella categoria "miglior disco dell'anno". Benvegnù è stato il chitarrista-cantante fondatore degli Scisma, imprescindibile gruppo alternative-rock italiano ormai sciolto, con cui ha registrato, prodotto e composto tre dischi. Paolo Benvegnù è uno dei migliori autori del nostro paese, un vero artista della parola suonata. Anche Mina, si è accorta del suo talento e ha reinterpretato una sua canzone "io e Te"; i suoi brani sono stati cantati anche da Irene Grandi ("E' solo un sogno"), Giusy Ferreri, Marina Rei ("Il mare verticale").

Halloween La Storia

2014-10-31

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Kay McCarthy voce, arpa
Fabio de Portu chitarra
Cristiano Brunella violino
Stefano Diotallevi pianoforte, tastiera
Piero Ricciardi bodhran
Susanna Valloni flauto



Oíche Shamhna, la Notte di Samhain è, secondo l'antica tradizione celtica pagana, l'inizio del freddo, della metà oscura dell'anno; è la notte tra il 31 ottobre e 1 novembre; All Hallows' Eve, per il mondo di lingua inglese, abbreviato come Hallowe'en. Nel calendario celtico, pagano e lunare, segna l'inizio di un nuovo anno e della stagione del freddo e del buio. Il concerto di Halloween sarà un viaggio emozionante tra le luci e le ombre di un'antica tradizione orale e mistica, fatta delle credenze e dei timori di un popolo nordico che teme che il sole possa morire; sarà un viaggio in Irlanda la sera del Capodanno celtico, uno straordinario distillato di "canti e conti", di parole e suoni che raccontano, con passione e freschezza, gli usi, i costumi e le leggende di Oíche Shamhna, la Notte delle tenebre. Il repertorio spazia tra melodie antiche e brani originali che esprimono una musicalità profonda capace di ammaliarci con toni melanconici e appassionati. Storia raccontata in musica dalla splendida voce di Kay McCarty, nata a Dublino ed italiana d'adozione, da oltre vent'anni portavoce della tradizione musicale irlandese in Europa. Famosa ed apprezzata anche in Italia, trae la sua ispirazione da radicati elementi costitutivi della terra d'origine arricchita di tutte le più aggiornate esperienze di cui è pregno il suo linguaggio, considerato tra i più interessanti nell'attuale panorama della musica irlandese.

Eboy & Ivory: il banco e il nero sul pianoforte - Concerto di apertura per l'anno 2014-2015

2014-09-27

Musiche di Beach, Gonzaga, Holst, Nazareth, Pieranunzi, con M. Aureli, O. Caianiello, S. Cannizzo, P. Cintio, C. Cittadini, M. Deodato, N. Gervasi, A. Gesano, E. Graziosi, G. Guaccero, P. Innarella, P. Montin, R. Nicoletti, Orchestra d'archi della Scuola di Testaccio. Ospite: E. Pieranunzi.
Il concerto di apertura 2014-15 della Scuola Popolare di Musica di Testaccio, ruota attorno al pianoforte. Il titolo Ebony & Ivory, evoca scherzosamente la canzone degli anni '80 di Paul McCartney e Stevie Wonder, il cui suo testo sull'uguaglianza del genere
pacifica convivenza di tasti neri e bianchi sul pianoforte..

24° Festival della Canzone Romana

2014-09-28

Teatro Olimpico

Con E.Bonelli, S.Raucci (conduttori), L.Fiorini, I Vianella, L. Rossi, G. Onorato, P.Gatti, Alice&Alberto Laurenti, La Crazy Gang, Gli stornellatori, dirige E.Vianello.
Sul palco dell'Olimpico, per la ventiquattresima edizione del ''Festival della Canzone Romana'' si alterneranno voci famose della romanità, dai Vianella a Lando Fiorini. Elena Bonelli, madrina della serata, premierà giovani cantanti emergenti dal concorso..

Ladies in Jazz Quartet

2014-09-25

Casa Internazionale delle Donne


Kevin Robert Orr

2014-11-14

Sant'Agnese in Agone


Brunella Domenichello

2014-11-07

Sant'Agnese in Agone


Duo Matarrese Aventaggiato

2014-10-31

Sant'Agnese in Agone


Duo Calcaglile Spinosa

2014-10-24

Sant'Agnese in Agone


Francesco Comito

2014-10-10

Sant'Agnese in Agone


Duo Bechstein

2014-10-03

Sant'Agnese in Agone


Duo Arbusti Ferraro

2014-09-26

Sant'Agnese in Agone


Chamber Music Experience 2014 - VIII festival pianistico internazionale

from 2014-09-12 to 2014-12-05

Sant'Agnese in Agone


Antonio Pappano dirige l'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia

2014-09-26

Teatro Brancaccio

Musiche di Dvorák, con M. Brunello (violoncello).
Programma:
Dvo¿ák Concerto per violoncello
Brahms Sinfonia n. 2.
Per informazioni 06 6780550 - info@agendasantegidio.it.

Accademia d'Opera Italiana: Le quattro stagioni

from 2014-09-13 to 2014-10-29

Anglicana All Saints


Violetta Live 2015

from 2015-02-06 to 2015-02-07

Palalottomatica


Il Flauto Magico secondo l'Orchestra di Piazza Vittorio

from 2014-10-07 to 2014-10-12

Teatro Quirino Vittorio Gassman

Di da W. A. Mozart, musiche di elab. musicale M. Tronco e L. Piccioni, scene di L. Fiorito, dirige M. Tronco.
L'Orchestra di Piazza Vittorio interpreta l'opera di Mozart come se fosse una favola musicale..

Opera sulle punte

from 2014-09-09 to 2014-12-16

Valdese

Soprano, Tenore, Baritono e due ballerini, accompagnati dalla melodia di un Ensemble da camera con pianoforte, guidano il pubblico alla scoperta della Grande Epoca dell'Opera lirica e del balletto..

DUPLICATO DI [Tramjazz - Programma Giugno 2013]

from 2014-09-05 to 2014-09-27


Peppe Barra "Vurria addeventare"

2015-05-26

Università La Sapienza - Aula Magna


Ensemble di Fiati della London Symphony Orchestra

2015-05-09

Università La Sapienza - Aula Magna


Viktoria Mullova - Ottavio Dantone - Accademia Bizantina

2015-04-28

Università La Sapienza - Aula Magna


Nicolas Hodges

2015-04-14

Università La Sapienza - Aula Magna


Ensemble Ars Ludi

2015-04-11

Università La Sapienza - Aula Magna


Quartetto Prometeo

2015-03-31

Università La Sapienza - Aula Magna


Avi Avital - Gilad Harel - David Greilsammer

2015-03-28

Università La Sapienza - Aula Magna


Igudesman & Joo

2015-03-21

Università La Sapienza - Aula Magna


Ensemble Les Paladins

2015-03-14

Università La Sapienza - Aula Magna


Yundi Li: il debutto a Roma

2015-03-10

Università La Sapienza - Aula Magna


Rachel Kolly d’Alba e Christian Chamorel: il debutto a Roma

2015-02-28

Università La Sapienza - Aula Magna


Zhi Chao Julian Jia, pianoforte

2015-02-21

Università La Sapienza - Aula Magna


Nove colori in nove movimenti

2015-02-17

Università La Sapienza - Aula Magna


Fazil Say, pianoforte

2015-02-07

Università La Sapienza - Aula Magna


Narek Hakhnazaryan - Oxana Shevchenko

2015-02-03

Università La Sapienza - Aula Magna


Ensemble Berlin: I Solisti dei Berliner Philharmoniker

2015-01-26

Università La Sapienza - Aula Magna


Quartetto di Cremona: Esplorando Beethoven

2015-01-24

Università La Sapienza - Aula Magna


Giovanni Sollima - Monika Leskovar - Giuseppe Andaloro - Ilya Rashkovsky

2015-01-17

Università La Sapienza - Aula Magna


Andrea Lucchesini, pianoforte

2015-01-13

Università La Sapienza - Aula Magna


Tallis Scholars

2014-12-16

Università La Sapienza - Aula Magna


Balanescu Quartet

2014-12-13

Università La Sapienza - Aula Magna


Musica Pourparler: Orchestra Giovanile del Conservatorio Santa Cecilia

2014-12-10

Università La Sapienza - Aula Magna


Moreno Viglione & Hot Club Roma Guest Star Giorgio Tirabassi

2014-09-26

Cotton Club

Con M. Viglione (chitarra), G.P. Lo Piccolo (clarinetto, sax), G. Malorgio (chitarra), R. Gattone (contrabbasso), G. Tirabassi (chitarra, voce).
Questo nuovo progetto nasce dall¿incontro con alcuni musicisti professionisti appassionati della musica del grande chitarrista e compositore Belga, Django Reinhardt.
Nato nel 1910 da una famiglia Rom, Django è considerato uno dei migliori, se non il più grande jazzista europeo. La musica che in quegli anni da lui prese forma viene oggi comunemente definita ''Gypsy Jazz''..

Los Soneros Road

2014-09-27

Cotton Club

Con C. Julio (voce, chitarra), E. De Sena (contrabbasso), Ezio De Sena (batteria), R. Maccallini (percussioni), R. Magni (tastiere), C. Vitale (tromba).
La band propone un progetto musicale multi-etnico di grande spessore artistico: un cocktail di cultura musicale latino-americana ed Euro-occidentale, che rievoca sonoritá caraibiche, salsa e reggae....

Vacuna's Jazz Band

2014-10-02

Cotton Club

Con G. De Simoni, R. Gaizo, S. Saudelli, F. Coppa, A. Pezza, C. Rossi.
Vacuna's Jazz Band presenta un concerto che spazia dal Jazz Classico al Jazz Tradizionale, dal Dixieland all'Extra Dixie..

Les Percussions de Strasbourg

2014-12-02

Università La Sapienza - Aula Magna


Hilliard Ensemble: L’addio alle scene

2014-11-29

Università La Sapienza - Aula Magna


100 anni di Charlot: proiezione di film con musica dal vivo

from 2014-11-22 to 2014-11-23

Università La Sapienza - Aula Magna


Orquesta Sinfónica de Guanajuato

2014-11-18

Università La Sapienza - Aula Magna


David Krakauer’s Ancestral Groove

2014-11-11

Università La Sapienza - Aula Magna


Quartetto di Cremona: Esplorando Beethoven

2014-11-08

Università La Sapienza - Aula Magna


Lynn Harrell - Julian Rachlin - Zhang Zuo

2014-10-28

Università La Sapienza - Aula Magna


Musica Pourparler: 200 anni a suon di Sax

2014-10-25

Università La Sapienza - Aula Magna


Gabriele Carcano, pianoforte

2014-10-25

Università La Sapienza - Aula Magna


Concerto Italiano: Rinaldo Alessandrini

2014-10-18

Università La Sapienza - Aula Magna


Roma mia - Musica e parole

from 2014-09-27 to 2014-09-28

Teatro Le Sedie

Di A. Maggi, M. Teodonio, con A. Maggi, F. Maggi (voce), Cristiano Mattei Quartet: C. Mattei (chitarre), F. Menditto (mandolino), F. Bertipaglia (contrabbasso), M. Gatta (batteria).
Testi in poesia e prosa tratti da Giuseppe Gioachino Belli, Giggi Zanazzo, Cesare Pascarella, Trilussa, Checco Durante, Mauro Marè..

Canta-Storie

2014-10-10

Teatro Le Sedie

Con G. Federico (flauto), M. Moretti (chitarra), G. Belcastro (chitarra/basso), P. Barittoni (batteria).

Alexander Lonquich - pianoforte e direttore

2014-10-14

Università La Sapienza - Aula Magna


Stagione 2014-2015 della Iuc - Istituzione Universitaria dei Concerti presso l'Aula Magna della Sapienza

from 2014-10-14 to 2015-05-26

Università La Sapienza - Aula Magna


Biréli Lagrène & Gipsy Project

2014-11-27

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Biréli Lagrène chitarra acustica
Hono Winterstein chitarra acustica
Diego Imbert contrabbasso
Frank Wolf violino




Esiste una forma particolare di Jazz (e di swing) resa celebre dal leggendario chitarrista di origine tzigana Django Reinhardt, che creò la mirabile sintesi tra la musica gitana ed il jazz denominata "Manouche" o "Gipsy Jazz". Bireli Lagrene, anch'egli di origine gitana, ne viene folgorato fin da piccolo, Reinhardt diventa il punto di riferimento fondamentale per la sua formazione, a soli dodici anni, comincia la sua carriera di concertista in tutta Europa. Bireli si forma però anche ascoltando maestri come Wes Montgomery, George Benson, e anche Jaco Pastorius. Dopo aver suonato Jazz moderno decide di tornare alle origini e diventa uno dei più grandi chitarristi manouche europei. Lagrene presenta in questo concerto, un omaggio a Django Reinhardt, nella tipica formazione del Gipsy Jazz: due chitarre acustiche, violino e contrabbasso. Ascoltare uno dei più grandi interpreti contemporanei del genere è un'occasione assolutamente unica e un' esperienza emozionante e a tratti persino commovente.

US Naval Force Europe Jazz Ensemble

2014-11-15

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
US Naval Force Europe Jazz Ensemble








Un tuffo esaltante nello swing tradizionale degli anni 30 e 40, suonato dalla banda ufficiale della Marina degli Stati Uniti in Europa. Vivrete per una serata il Jazz delle grandi orchestre di Duke Ellington, Count Basie, George Gershwin. Questa big band vi svelerà l'impatto potente ed entusiasmante dello swing, un salto nel passato ma anche l'opportunità di ascoltare e godere degli effetti benefici del jazz. Alla fine di questo concerto avrete, la sensazione di svegliarvi da un sogno rigenerante, la cui atmosfera rimarrà con voi a lungo, persistente e ritemprante come il vero swing sa essere.

Franco D'Andrea Three

2014-11-24

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Franco D'Andrea piano
Daniele D'Agaro clarinetto
Mauro Ottolini trombone




Franco D'Andrea è una vera stella del Jazz. Di tutto il Jazz, e non solo di quello italiano: pianista, musicista, compositore, da cinquant'anni porta in tutto il mondo, la sua musica profonda, intensa, di grande respiro, e anche inusuale, nuova, divertente, sempre densa di spunti e di idee. I suoi incontri artistici annoverano nomi come Gato Barbieri, Lee Konitz, Phil Woods, Enrico Rava, Aldo Romano, Dave Liebman e molti altri: non a caso l'anno scorso ha ricevuto il premio alla carriera da parte della rivista "Musica Jazz" ed è stato incoronato musicista europeo dell'anno dall'Académie du jazz de France. Nel concerto che vi proponiamo scoprirete proprio quanto può essere affascinante un trio atipico: pianoforte, clarinetto e trombone. La singolare e affascinante intuizione è l'accostare il suo pianoforte a due soli strumenti a fiato che rappresentano le ance e gli ottoni di una banda musicale: una specie di "band concentrata" che, sfruttando i due timbri opposti di clarinetto e trombone e l'apporto ritmico ed armonico, oltre che melodico, del piano, percorrerà in chiave moderna il Jazz tradizionale, lo swing, l'improvvisazione anche contrappuntistica.

3 Cohens Sextet

2014-11-16

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Anat Cohen clarinetto, sax tenore
Yuval Cohen sax soprano
Avishai Cohen tromba
Yonathan Avishai pianoforte
Reuben Rogers contrabbasso
Jonathan Blake batteria

Lo swing è anche e soprattutto improvvisazione, quel particolare modo di fare musica che dona al Jazz la positiva tensione creata dal comporre estemporaneamente: il musicista volteggia acrobaticamente su un filo, sottile ma di robustissimo acciaio, fatto di strutture armoniche delineate da cui partire, brani affascinanti da stravolgere e una perfetta conoscenza tecnica ed espressiva del proprio strumento. I fratelli Anat, Avishai e Yuval improvvisano sincronicamente, a tre voci, definendosi come improvvisatori "a cappella". Questi tre strepitosi musicisti, presentano un programma di brani del Jazz classico, ritmi latini, e accattivanti composizioni originali. I fratelli Cohen danno prova di un eccezionale interplay, condizione necessaria perché nasca lo swing. Un concerto di grande fascino che siamo orgogliosissimi di presentare al nostro Festival.

Jason Moran & Robert Glasper

2014-11-17

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Jason Moran pianoforte
Robert Glasper pianoforte

Jason Moran e Robert Glasper sono due straordinari talenti del nuovo pianismo jazzistico americano, che si presentano in un eccezionale concerto in duo, dopo il grande successo ottenuto a New York. Forti di una solida preparazione tecnica ed accademica, entrambi hanno assorbito profondamente non solo il linguaggio jazzistico ma anche la cultura sonora nella quale sono cresciuti. Due giovani prodigio che stanno avendo, a ragione, una carriera artistica a dir poco sfolgorante, e che rappresentano quella nuova generazione di jazzisti statunitensi portatrice di una creatività dirompente, legata saldamente ad ogni ispirazione musicale che si mostri vitale e feconda di potenziali novità. Diversissimi tra loro eppure in completa sintonia, sul palco daranno vita ad un concerto irresistibile, dal sound fresco, nuovo e dall'andamento melodico-armonico travolgente.

Sound Prints

2014-11-18

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Joe Lovano sassofoni
Dave Douglas tromba
Lawrence Fields piano
Linda Oh contrabbasso
Joey Baron batteria


Joe Lovano e Dave Douglas sono due fuoriclasse mondiali rispettivamente del sax e della tromba. Due artisti dalle personalità molto spiccate, che ad ogni loro incontro danno vita a una musica energica, elegante, contraddistinta da virtuosismi felicemente finalizzati alla piena espressività, con una modalità esecutiva nuova e allo stesso tempo carica di profondi legami con tutto il Jazz della tradizione precedente. Un duo stellare dunque, che presenterà un entusiasmante e affascinante tributo a Wayne Shorter: grande compositore, genio indiscusso del sassofono. Lovano e Douglas porteranno sul palco sue composizioni appositamente arrangiate per questo progetto ma anche brani originali. Il risultato è una meraviglia di suoni in equilibrio tra passato, presente e futuro, un Jazz che vi stupirà per la sua estroversa complessità, raffinata ma di grande, diretto impatto emotivo.

Anthony Strong

2014-11-28

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Anthony Strong piano, voce
Dave Ohm batteria
Spencer Brown contrabbasso
Graeme Flowers tromba
Alam Nathoo sassofono






Non c'è Jazz e non c'è swing senza crooners! Ovvero, splendidi interpreti canori di canzoni che hanno fatto sognare intere generazioni con le loro voci calde e potenti: basti pensare a Frank Sinatra, o Tony Bennett, o Mel Tormè fino ad arrivare oggi a Kurt Elling, solo per fare qualche nome. Anthony Strong è un crooner inglese in irresistibile ascesa che con il suo LP "Delovely" (ed il video Cheek to cheek) ha conquistato la scena internazionale cantando e suonando il pianoforte esibendosi al Duc Des Lombards a Parigi, allo Stuttgart Jazz Festival e in Spagna: e non sembra affatto volersi fermare. Una voce affascinante, un senso ritmico irresistibile, il piglio ironico,la sua voce, i suoi arrangiamenti originali, il suo grande senso del palcoscenico vi faranno irresistibilmente schioccare le dita a tempo di Jazz ed apprezzare una voce che rievocherà atmosfere affascinanti con uno stile attuale e inconfondibile. Lo swing si canta!

The Sweet Life Society

2014-11-29

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
The Sweet Life Society








The Sweet Life Society è l'idea brillante balenata ad un quintetto di giovani e creativi musicisti alle prese con lo swing classico degli anni Venti e Trenta ma filtrato, riproposto, ridisegnati attraverso la musica elettronica. Un gruppo che si inserisce a pieno titolo nella modernissima corrente musicale denominata "electroswing". Passato, presente e futuro che compongono musicalmente un contrasto inusuale, a tratti esaltante, che nel live raggiunge la sua massima espressività. Si, perché questi musicisti il Jazz lo sanno suonare benissimo, ne conoscono a menadito gli stilemi principali e dunque possono permettersi di giocarci divertendosi, il tutto su brani originalissimi, testi ironici, ricchi di inserti di rap e graffianti sonorità futuribili.. Un vero e proprio spettacolo che gioca sui contrasti, curati fin nei minimi particolari, e che si avvale anche di filmati in bianco e nero, dj set, abiti vintage: perché lo swing è anche e soprattutto gioioso e sfrenato divertimento.

Dave Holland & Kenny Barron

2014-11-14

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Dave Holland contrabbasso
Kenny Barron pianoforte




Kenny Barron e Dave Holland sono due straordinari musicisti che attraversano il Jazz da più di 50 anni: le loro biografie sono costellate di incontri incredibili, ognuno dei quali divenuto fonte di ulteriore ispirazione creativa. Da John Coltrane, a Dizzy Gillespie, da Charlie Haden a Stan Getz, da Miles Davis a Chick Corea, da Herbie Hancock a Pat Metheny. Le doti innate e il loro formidabile percorso artistico, hanno fatto di Barron e Holland splendidi portatori sani di un Jazz melodico e raffinato, contagioso e avvincente: ascolterete brani originali e standard, improvvisazioni virtuosistiche, ritmi cangianti e scambi audaci. E capirete perché li abbiamo fortemente voluti in questo festival dedicato allo swing!

Piji Quintet & Guests

2014-11-26

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Piji Siciliano voce e chitarra
Augusto Creni chitarra manouche
Gian Piero Lo Piccolo clarinetto
Ominostanco electronics
Saverio Capo basso
+ guests


Non tutti sanno che anche il pop può essere molto, molto swing e lo swing può divenire molto, molto pop: un aspetto accattivante di questa corrente musicale così viva e longeva che non potevamo non mostrarvi nel nostro festival, che ne vuole svelare tutti i più disparati aspetti. Piji è un cantautore oramai ben più che emergente, che molti di voi avranno sentito più volte passare anche in radio, e che percorre con crescente successo la corrente dell'electroswing, già vivacissima in Europa, attraverso composizioni originali, naturalmente, e riletture jazzate di brani pop. Uno di essi, "C'è chi dice no" è stato pubblicamente apprezzato dallo stesso autore, l'icona del pop rock italiano Vasco Rossi. Ascolterete uno swing moderno, fatto di una divertente e contagiosa rilettura della tradizione jazzistica gipsy-manouche, del Jazz da ballo, della canzone d'autore, e godrete di testi intelligenti, poetici, ironici e di una musica allegra ed energica fatta di un fascinoso bilanciamento tra acustico ed elettrico: tutte caratteristiche che hanno valso a PiJi la partecipazione a ben due Premi Tenco e l'ottenimento di numerosi riconoscimenti, tra cui il Premio Lunezia ed il Premio Bindi

Orchestra Operaia

2014-11-30

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
voce
Marta Colombo
trombe
Mario Caporilli, Mirko Rubegni, Fabio Gelli
tromboni
Stan Adams, Pierluigi Bastioli, Gianluca Lanza
saxes
Claudio Giusti, Alex Tomei, Carlo Conti, Duilio Ingrosso, Roberto Bottalico, Giuseppe Ricciardo
keyboards
Alessandro Gwiss
chitarra
Gianluca Masetti, Manlio Maresca
basso
Lorenzo Feliciati
batteria
Emanuele Smimmo
direzione e arrangiamenti
Massimo Nunzi






L'"Orchestra Operaia" è stata fortemente voluta dal trombettista, arrangiatore, compositore Massimo Nunzi ed è una delle realtà più vivaci ed attive del panorama jazzistico italiano. L'idea nasce ispirandosi alle orchestre cooperative che in America nacquero in conseguenza alla grande crisi di Wall Street degli anni 20: una straordinaria possibilità di aggregare musicisti, idee, talenti, produzione di musica di altissimo profilo. Proprio ciò che accade in questo progetto di Nunzi, nel quale verranno eseguiti arrangiamenti dell'epoca, pregiati e ancora in parte non conosciuti, provenienti dagli archivi dell'Università di Newark. Alcuni di questi sono rarissimi, come quello che Dizzy Gillespie scrisse per Woody Hermann, e tutti percorrono lo swing dagli esordi a quello "progressive" di Stan Kenton, grande direttore d' orchestra che ne ha ridisegnato completamente lo stile. Con l'Orchestra Operaia, assisterete alle evoluzioni acrobatiche e swinganti dei ballerini di Lindy Hop, e a preziosi filmati d' epoca, mentre la voce narrante di un attore vi farà da guida in questo vero e proprio viaggio nell'età dell'oro del Jazz.

Enrico Rava

2014-11-20

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Enrico Rava tromba, flicorno
Mauro Ottolini trombone
Dan Kinzelman sax tenore
Daniele Tittarelli sax alto
Marcello Giannini chitarra elettrica
Giovanni Guidi pianoforte
Stefano Senni contrabbasso
Zeno De Rossi batteria




Enrico Rava, con la sua tromba ha girato il mondo, suonando con musicisti i cui nomi sono la storia del Jazz: Don Cherry, Steve Lacy, Cecil Taylor, Charlie Haden, ma potremmo continuare un elenco impressionante di collaborazioni, concerti, registrazioni, incontri, aneddoti, che di un jazzista sono l'indispensabile nutrimento. Rava ha alle spalle, al suo fianco e anche davanti a se tanta di quella musica che per lui soffiare nel proprio strumento significa rievocare e raccontare centinaia di storie. Qui all'Auditorium prenderà e lo reinterpreterà il suo vasto repertorio insieme a giovani e talentuosissimi musicisti, dei quali è stato il primo mentore: come ogni grande musicista ha insegnato loro molto e da loro impara, suonandovi insieme. Enrico Rava li ha scelti per farvi ascoltare brani che, siamo sicuri, sono quelli che vi hanno fatto innamorare di questa musica meravigliosa che è il Jazz.

Fabrizio Bosso Quartet & Paolo Silvestri Ensemble Swinging Duke

2014-11-19

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Fabrizio Bosso tromba
Julian Oliver Mazzariello pianoforte
Luca Alemanno contrabbasso
Nicola Angelucci batteria
e con
Claudio Corvini tromba
Fernando Brusco tromba
Mario Corvini trombone
Gianni Oddi sax alto
Michele Polga sax tenore
Marco Guidolotti sax baritono
arrangiamenti di
Paolo Sivestri




Gli ingredienti del concerto dedicato a Duke Ellington sono eccezionali. Un grande trombettista italiano, vera e propria eccellenza del Jazz riconosciuto a livello internazionale, Fabrizio Bosso: ha appena 40 anni, e ha realizzato progetti live e discografici inanellando una serie infinita di successi per le sue straordinarie capacità espressive, una tecnica a dir poco prodigiosa. Bosso ha scelto di suonare in quartetto con un tre musicisti strepitosi, affiancato da un quartetto d' archi, il BIM, diretto dall'eclettico compositore, pianista e autore di colonne sonore, Paolo Silvestri, che ha scritto arrangiamenti nuovi del repertorio Ellingtoniano adattandoli appositamente per questo evento. Il risultato finale di questo mix è un concerto unico per l'armonico intrecciarsi di due quartetti dai timbri contrastanti, quello jazzistico e quello classico, che vi sveleranno un mondo sonoro affascinante ed inaspettato attraverso i successi immortali di un genio della musica, Duke Ellington.

Dee Dee Bridgewater

2014-11-25

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Dee Dee Bridgewater voce
Theo Croker tromba
Irwin Hall flauto, sassofoni
Sullivan Fortner pianoforte
Eric Wheeler contrabbasso
Kassa Overall batteria




Dee Dee Bridgewater, americana di Memphis, comincia la sua carriera quasi in sordina fino a che, trasferitasi in Francia, esplode con la sua voce potente e personalissima. Definire "cantante" Dee Dee Bridgewater non rende giustizia ad una interprete eclettica, comunicativa, che fa del suo strepitoso timbro vocale una tavolozza ricca mille colori, ed in grado di affrontare ogni genere musicale. In questo concerto sarà affiancata da musicisti eccellenti che ne conoscono ogni sfumatura vocale, ogni guizzo creativo e la sua capacità di divertirsi e giocare con il pubblico. Uno spettacolo vero e proprio che si prospetta pieno di sorprese, tanto più che Dee Dee non seguirà un concept, come nei numerosi "tributi" avvenuti in passato, ma canterà brani diversi spaziando tra il Jazz, il Soul, la canzone d'autore, il Rythm and Blues: e se lo può permettere, perché negli anni si è creata un repertorio quasi infinito anche dal punto di vista stilistico. Siate emotivamente pronti, dunque, ad un vero e proprio viaggio nella musica e nella vocalità afroamericane e allo swing incontenibile, irresistibile ed avvincente di una delle più grandi interpreti dei nostri giorni.

Fabiana Biasini piano recital

2014-11-02

Chiesa Metodista di Ponte Sant'Angelo


Schumann Dichterliebe

2014-11-01

Chiesa Metodista di Ponte Sant'Angelo


SixteenStrings Cello Quartet

2014-10-25

Chiesa Metodista di Ponte Sant'Angelo


Fine Arts Strings Trio

2014-10-18

Chiesa Metodista di Ponte Sant'Angelo


Sebastiano Brusco piano recital: Chopin forever

2014-10-11

Chiesa Metodista di Ponte Sant'Angelo


Cello Passion Duo

2014-10-04

Chiesa Metodista di Ponte Sant'Angelo


Flute & FluteTrio

2014-09-27

Chiesa Metodista di Ponte Sant'Angelo


I Concerti dell'Angelo (Settembre - Novembre 2014)

from 2014-09-20 to 2014-11-02

Chiesa Metodista di Ponte Sant'Angelo


L'organo di Sant'Antonio dei Portoghesi. Settembe 2014

from 2014-09-07 to 2014-09-28

S. Antonio dei Portoghesi


Raf

2014-12-13

Atlantico Live


Morrissey

from 2014-10-13 to 2014-10-14

Atlantico Live


Emma 3.0. - Emma in concerto

2014-11-14

Palalottomatica


Dear Jack

2014-10-11

Palalottomatica


Marta sui Tubi

2014-09-27

Centro Commerciale Porta di Roma


Stadio

2014-09-26

Centro Commerciale Porta di Roma


L'Orecchio di Giano: Quadri da un'esposizione

2014-09-30

Accademia di Finlandia


Claudio Baglioni

from 2014-11-28 to 2014-11-29

Palalottomatica


Biagio Antonacci

from 2014-11-08 to 2014-11-09

Palalottomatica


Ritorno al presente

from 2015-04-21 to 2015-05-17

Teatro Golden

Di A. Fornari, T. Fornari, A. Maia, V. Sinopoli, regia di A. Fornari, con L. Angeletti, E. Di Cioccio, A. Fornari, N. Vaporidis.

Da Balla a Dalla - Storia di un'imitazione vissuta

from 2015-01-20 to 2015-01-25

Teatro Sala Umberto

Regia di M. Licinio, con D. Ballantini, Band, dirige S. Cenci (e arrangiamenti).

Best of Noa Tour - Per dare voce alle ''Generazioni emergenti''

2014-10-21

Teatro Brancaccio

Noa torna, dopo quattro anni di silenzio nella duplice veste di interprete ed autrice dei testi per presentare il nuovo album ''Love medicine''. Amatissima dal pubblico di tutto il mondo per la sua innata capacità di toccare il cuore della gente, osannata dalla critica internazionale per il suo talento artistico che ha incantato il mondo sulle note di ''Beautiful That Way'', colonna sonora de ''La vita è bella''..

MARCELO ALVAREZ SABRINA AMATO

2014-09-23

Casa del Jazz


Blu Note Jazz Trio

2014-09-25

Casina del Lago


Concerti in collaborazione con il Saint Louis Music College

from 2014-08-07 to 2014-09-25

Casina del Lago


Renzo Arbore

2014-12-31

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
Renzo Arbore



Un evento speciale per il capodanno 2015. Il 31 dicembre si esibirà in sala Santa Cecilia uno dei protagonisti più amati della musica italiana, Renzo Arbore. Insieme a lui salirà sul palco ad accompagnarlo L'Orchestra italiana, gruppo fondato da Arbore stesso nel 1991 per rilanciare la musica napoletana nel mondo, riproponendola in modo innovativo e utilizzando contaminazioni provenienti da differenti culture e da vari generi come il jazz, lo swing, il blues. La formazione è stata concepita come un "orchestra da serenata", dove il musicista che non suona si presta per cantare. Nel concerto verranno eseguiti e interpretati brani della tradizione napoletana, in particolare canzoni del repertorio di artisti importanti come Roberto Murolo e Renato Carosone e della musica italiana melodica in genere.

Giovanni Allevi, Orchestra Sinfonica Italiana

2014-12-26

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
Giovanni Allevi
Orchestra Sinfonica Italiana
Giovanni Allevi torna a Natale all'Auditorium Parco della Musica insieme all'Orchestra Sinfonica Italiana. Un'occasione speciale per riascoltare i brani più famosi del pianista, compositore e direttore d'orchestra divenuto in poco tempo un fenomeno sociale, entrando nell'immaginario collettivo delle nuove generazioni che affollano i suoi concerti, e con le quali ha instaurato un rapporto privilegiato, e, come lui afferma, "misterioso". Oltre alle sue composizioni Allevi regalerà al pubblico dell'Auditorium le interpretazioni di alcune tra le più belle musiche tradizionali del Natale come "White Christmas", "Silent night", "Santa Claus is comin' to town", "Oh Happy Days" e "Jingle Bells" che ha raccolto e pubblicato recentemente nell'album "Christmas for You".
Le composizioni di Allevi tratteggiano i canoni di una nuova "Musica Classica Contemporanea", attraverso un linguaggio colto ed emozionale, che prende le distanze dall'esperienza dodecafonica e minimalista, per affermare una nuova intensità ritmica e melodica europea fondata sulle forme della tradizione classica infuse dei suoni del Presente. Per il suo impegno intellettuale Allevi, oltre a sollevare l'entusiasmo del suo pubblico, ha ricevuto attestazioni di stima da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, di Papa Benedetto XVI, Papa Francesco, del Premio Nobel Mikhail Gorbaciov e di molti esponenti del mondo artistico e culturale. Tanti i concerti e le sue tournée internazionali. Tra l'altro: la direzione delle proprie musiche eseguite dalla China Philarmonic Orchestra nel concerto alla Città Proibita di Pechino durante le Olimpiadi 2008; il debutto alla Carnegie Hall di New York ad apertura del tour americano; il concerto di pianoforte solo per il Teatro San Carlo in Piazza del Plebiscito a Napoli di fronte a 11mila persone; il concerto all'Arena di Verona, di fronte ad un pubblico di oltre 12mila persone; il concerto alle Olimpiadi di Londra, dove è stato chiamato per la seconda volta consecutiva a rappresentare la musica italiana; la Première Mondiale alla guida dell'Orchestra del Teatro Carlo Felice. Allevi è anche scrittore di successo: ha pubblicato nel 2008 "La musica in testa", e "In viaggio con la Strega" e, nel 2011, il manifesto estetico "Classico ribelle", intensa riflessione filosofica sul rapporto tra Arte e Vita.

Mvula Sungani Company e Marlene Kuntz Live - Il Vestito di Marlene

from 2015-04-01 to 2015-04-02

Teatro Olimpico


Mummenschanz

from 2015-05-08 to 2015-05-17

Teatro Olimpico

Compagnia Mummenschanz.
Torna a Roma il celebre complesso dei Mummenschanz. Il nome deriva dalla fusione di due parole, ''mummen'' che è il nome della maschera indossata nel Medioevo da chi giocava a carte o a dadi per soldi e ''schanz'', sorte, fortuna. Un nome che rimanda al gioco del travestimento e del caso, ritagliato su misura per i loro spettacoli..

Francesco Renga Tempo Reale Tour

2014-10-30

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
Francesco Renga



Dopo il sold out di maggio scorso Francesco Renga torna all'Auditorium Parco della Musica sull'onda del successo di "Tempo Reale" e del nuovo singolo "Il mio giorno più bello nel mondo", brano tra i più trasmessi dalle radio e ai primi posti della classifica di ITunes. Del nuovo album fanno parte anche "A un isolato da te" (scritta da Roberto Casalino) e "Vivendo adesso" (firmata da Elisa), le due canzoni che Renga ha presentato alla 64esima Edizione del Festival di Sanremo. Per il cantante un grande ritorno nel segno della più assoluta novità: nuova casa discografica, nuovo produttore (Michele Canova), nuovi autori che hanno dato la possibilità di utilizzare anche la sua voce in maniera diversa, legando il suo canto a una contemporaneità che lo vede esplorare differenti territori, registri e timbri che non aveva mai usato in passato.

Volare - Concerto a Domenico Modugno

from 2015-02-17 to 2015-03-08

Teatro della Cometa

Regia di M. Mete, con G. Cannavacciuolo, Trio Bugatti (musiche dal vivo).

Cetra una volta

from 2015-01-14 to 2015-01-25

Teatro Tirso de Molina

Di T. Fornari, regia di A. Fornari, con I Favete Linguis.
Lo spettacolo è un omaggio al celebre quartetto che nell'ultimo anno, dopo la scomparsa di Lucia Mannucci, chiude la meravigliosa parentesi di un gruppo che ha fatto veramente la storia della televisione e del teatro italiano..

Buon Compleanno

from 2015-02-18 to 2015-03-08

Teatro Tirso de Molina

Di P.F. Pingitore, regia di P.F. Pingitore, con S. Masciarelli , M. Villa.

Banda Osiris - Fuori Tempo

from 2014-10-23 to 2014-11-02

Teatro Vittoria

Con S. Berti (mandolino, violino, trobone), G. Carlone (voce, sax), R. Carlone (voce, pianoforte), G. Macrì (percussioni, batteria, bassotuba), S. Berti (mandolino, violino, trobone), G. Carlone (voce, sax), R. Carlone (voce, pianoforte), G. Macrì (percussioni, batteria, bassotuba).
La Banda Osiris porta sulla scena una calibrata e perfetta mescolanza tra tecnica e improvvisazione...

Dolores Solá

2014-10-03

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Dolores Solá voce
Diego Rolón chitarra e direzione
Pablo Fraguela piano, acordeón
Leandro Rouco guitarrón
Acho Estol quitar, mandolino, contrabbasso, percussioni
ballerini
Luciana Canale y Sebastian Fernández
Nuria Lazo y Federico Ibáñez
Lucía Aspiroz Larrosa y Miguel Santillán



Dolores Solá, con la sua voce esotica e profonda, propone un nuovo modo di intendere il tango. Attraverso un repertorio eclettico ma equilibrato, composto da brani poco noti cantati in passato da celebri interpreti, Dolores Solá ci rivela l'animo "criollo" di Gardel, Corsini e Magaldi, oltre alla loro audacia e spirito cosmopolita. Una selezione comprendente arie da cabaret e circo criollo, pezzi di foxtrot, fado, tango, canzoni folkloristiche e valses che continuano a sorprenderci e ci ricordano la Buenos Aires moderna e spumeggiante della Belle Époque.

Infinito Tango

2014-10-04

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
coreografia di
Leonardo Cuello
musiche di
Lautaro Greco, Osvaldo Pugliese, Sebastián Verea, Gustavo Fedel, Juan D'Arienzo
ballerini
Lucía Aspiroz Larrosa y Miguel Santillán
Andrea Kuna y Juan Del Greco
Nuria Lazo y Federico Ibáñez
Ayelén Álvarez Miño y Gonzalo
Romero e Luciana Canale y Sebastian Fernández



Il secondo spettacolo firmato da Leonardo Cuello è un'anteprima assoluta. Infinito Tango è un lungo viaggio attraverso l'infinito universo tanguero. Si apre con A la distancia, un lavoro collettivo caratterizzato da dinamiche intense che contrastano con passi a due intimi ed emozionanti. In Fruta amarga, opera semplice e intima con la voce inconfondibile di Lidia Borda, tre duetti, tre profonde poesie danzate parlano del dolore del disamore dal punto di vista della donna. Nochero soy è un omaggio ai protagonisti delle notti di Buenos Aires, a quei ballerini anonimi che fanno della milonga una religione vera e propria. In Reina del Plata, dedicato al brano musicale più rappresentativo dell'universo porteño... "La Cumparsita", i ballerini ricreano un ambiente urbano, nevrotico, denso di immagini forti ed energiche. Se Soneto para una alcantarilla è un passo a due intimo e contemporaneo che va oltre il tango riconoscendone l'essenza profonda, Flores de lino presenta due versioni coreografiche dell'appassionato vals, due coppie che percorrono lo spazio in un vortice di passi. Il viaggio si chiude con Domingo: una sequenza di languide milonghe del maestro Juan D'Arienzo ricrea la splendida atmosfera degli anni Cinquanta e dà forma alla festa. Protagonista "il tavolo", superficie collettiva, magnetico catalizzatore di incontri che la coreografia trasforma in mille modi, sotto gli occhi divertiti del pubblico, per celebrare la socialità.

Milongas, DJ Negro Juan, Esibizioni di Ballerini

2014-10-01

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
coreografia di
Leonardo Cuello
musiche di
Lautaro Greco, Osvaldo Pugliese, Sebastián Verea, Gustavo Fedel, Juan D'Arienzo
ballerini
Lucía Aspiroz Larrosa y Miguel Santillán
Andrea Kuna y Juan Del Greco
Nuria Lazo y Federico Ibáñez
Ayelén Álvarez Miño y Gonzalo
Romero e Luciana Canale y Sebastian Fernández



Ogni vero ballerino di tango ha un appuntamento obbligato: la milonga. È nella milonga che gli sguardi si incrociano, i corpi si allacciano e, in un batter d'occhio, la musica suona e tutti i presenti sono chiamati ad animare il giro di ballo. Probabilmente il tango non sarebbe quel grandioso evento che è senza la resistenza condotta negli anni Settanta e Ottanta dai vecchi milongueros votati anima e corpo a questo ballo unico e sublime. Come ogni anno la Milonga della Cavea richiama tutti i milongueros, ballerini, appassionati e curiosi, a godere di questo meraviglioso ballo al ritmo della musica del DJ Negro Juan.

Mercoledì 1
Ballerini
Luciana Canale y Sebastian Fernández
Nuria Lazo y Federico Ibáñez
Giovedì 2
Ballerini
Lucía Aspiroz Larrosa y Miguel Santillán
Andrea Kuna y Juan Del Greco
Venerdì 3
Ballerini
Lucía Aspiroz Larrosa y Miguel Santillán
Nuria Lazo y Federico Ibáñez
Sabato 4
Ballerini
Andrea Kuna y Juan Del Greco
Ayelén Álvarez Miño y Gonzalo Romero
Domenica 5
Ballerini
Andrea Kuna y Juan Del Greco
Ayelén Álvarez Miño y Gonzalo Romero

Nathalie

2014-12-14

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Nathalie



Nathalie e la sua band ritornano all'Auditorium Parco della Musica di Roma - dopo il 'sold-out' dello scorso anno - con un concerto-evento irripetibile, che vedrà la presenza sul palco al suo fianco di ospiti speciali italiani e internazionali, e ci offrirà una scaletta di canzoni assolutamente inedita, espressamente pensata per l'occasione.
Un modo del tutto originale di ringraziare e augurare 'Buon Natale' al suo pubblico e ai suoi fan (lo spettacolo coinciderà con il raduno annuale nazionale del suo fan-club), che l'hanno sempre seguita e supportata negli ultimi quattro anni.
Infatti dalla vittoria - quasi a sorpresa - nell'edizione 2010 del contest televisivo 'XFactor', Nathalie - che già aveva impressionato critica e pubblico per l'eleganza di scrittura e d'interpretazione nella sua successiva partecipazione al Festival di Sanremo 2011 - si è lentamente andata affermando come una delle più raffinate cantautrici italiane. Ne è prova il suo ultimo lavoro 'Anima di Vento', un album che riesce a spaziare con naturalezza dalla canzone d'autore all' 'indie-rock', e che vede la presenza di illustri ospiti provenienti da diversi mondi musicali: Franco Battiato, Raf, Toni Childs.
Nathalie, che è italo-belga e scrive le sue canzoni in italiano, francese e inglese, ha sempre guardato con interesse e con curiosità alle diverse contaminazioni musicali internazionali. Questo "Special Event" ne è una ulteriore riprova: un concerto imperdibile che vi emozionerà e coinvolgerà dall'inizio alla fine

Peppe Voltarelli

2014-10-11

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio
Peppe Voltarelli voce, chitarra e fisarmonica

"Il monumento" è il nuovo spettacolo di Peppe Voltarelli: tredici canzoni che chiudono la 'trilogia sull'identità', iniziata con il suo esordio da solista nel 2007 con il CD "Distratto ma però" e proseguita con il fortunato "Ultima notte a Mala Strana", Targa Tenco 2010 come migliore Opera in Dialetto. Linee guida dello spettacolo sono i legami tra le persone, le fughe, le condivisioni, le separazioni, la consapevolezza che l'amore è un fatto comunitario, un diario collettivo, un mare grande con sopra delle zattere che cercano disperatamente di avvicinarsi tra loro. Il cantato è sospeso tra italiano e dialetto calabrese, è un canto politico e di protesta, che racconta di uomini disarmati ma maturi per nuove riflessioni. La canzone è una luce che rinfresca e che pretende di essere seducente. La 'santificazione dell'identità' questa volta avviene attraverso un monumento, una grande opera d'arte pubblica che celebra la terra d'origine. La parte testuale del nuovo spettacolo è ispirata a "Il Caciocavallo di bronzo", nuovissimo romanzo autobiografico di Peppe edito da Stampa Alternativa

Javier Girotto & Aires Tango

2014-10-10

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Javier Girotto sax soprano e baritono, flauti andini
Alessandro Gwis pianoforte
Michele Rabbia percussioni
Marco Siniscalco basso



Gli Aires Tango festeggiano i loro 20 anni di vita musicale. La musica di Javier Girotto - Aires Tango rispecchia fedelmente i tratti della melodia tanguera e dell'improvvisazione jazzistica. Il risultato è una sorta di tango trattato, dalle caratteristiche spiccatamente latine per le melodie e i ritmi che lo animano ma meno vincolato dai canoni del tango tradizionale e perciò terreno fertile per un'improvvisazione d'ispirazione jazz. In questo modo gli Aires giungono a una musica di notevole libertà espressiva e di grande fascino, nella quale gli echi del passato si fondono con le istanze del linguaggio musicale più moderno. Nel 2009 è uscito per la Parco della Musica Records il loro 10° disco "10/15" che testimonia i 15 anni di vita del gruppo e i 10 dischi fatti in tutto questo tempo di lavoro musicale e di amicizia.

I Classici in Villa

from 2014-08-06 to 2014-09-28

Casa del Jazz

L’Associazione Culturale Alcatraz presenta la quarta edizione de “I Classici in Villa”.

I “Classici” della musica alla Casa del Jazz: tango, swing, jazz, sinfonica, con la partecipazione di un’orchestra filarmonica di cinquanta elementi e coro, milonga, esibizione di maestri ballerini di tango e di giovani talenti con la direzione artistica di Alessandro Amici.

Una programmazione ricca di appuntamenti dedicati a tutti i “classici” della musica, ma dove non mancheranno anche appuntamenti letterari e dibattiti. La manifestazione ospiterà non solo alcuni tra i più importanti musicisti del tango e del jazz, come le orchestre Hyperion, Lo Que Vendrà, Ruben Piloni, Orquestra Tipica Marcucci di Gianni Jorio e il Cuartetango Jazz, ma anche ballerini e importanti professionalità argentine, che daranno luogo a dibattiti e conferenze sulla loro cultura, tra cui Viki Aremillas, Leo Elias, Daniel Montano e Sabrina Garcia.

Inserita nel cartellone dell'Estate Romana 2014, la manifestazione “I Classici in Villa” è realizzata con il sostegno di Roma Capitale in collaborazione con Acea e Siae.


Colección Tango

2014-10-01

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
coreografia di
Leonardo Cuello
musiche di
Osvaldo Pugliese, Carlos Di Sarli, Miguel Caló, Francisco Canaro, Astor Piazzolla
ballerini
Lucía Aspiroz Larrosa y Miguel Santillán
Andrea Kuna y Juan Del Greco
Nuria Lazo y Federico Ibáñez
Ayelén Álvarez Miño y Gonzalo
Romero e Luciana Canale y Sebastian Fernández



Protagonista della nuova edizione di Buenos Aires Tango la Compagnia di Leonardo Cuello, un gruppo indipendente che dal 2005 indaga gli infiniti modi di portare in scena il tango all'insegna della contaminazione con la danza contemporanea, sotto la guida di uno straordinario sperimentatore, maestro, coreografo e ballerino tra i più originali e creativi dei nostri giorni.
Colección Tango è una sequenza 4 coreografie. Diamante, una pièce rossa che racchiude il mistero notturno e sensuale del tango, è un'opera dal netto taglio tanguero con tratti d'avanguardia. Entre tus brazos parla del disamore, il sentimento al centro di tante poesie tanguere. Ambientata in una milonga degli anni Trenta è ispirata all'estetica di un film in bianco e nero. In Nobleza de Arrabal la coreografia cerca di fondere la semplicità del tango tradizionale con la teatralità ludica in una scena colma di gioia e simpatia giovanile. Chiude lo spettacolo Eterno, ispirato a due brani di Astor Piazzolla, Milonga del Ángel e Violentango. Tredici minuti di intenso tango contemporaneo, fuso con la danza d'avanguardia, in cui si ricreano i climi contrastanti delle due composizioni del geniale maestro.

Cabaret Songs

2014-10-15

Teatro Eliseo

Di B. Britten, M. Ravenhill (nuove canzoni), musiche di C. Mitchell, B. Britten, con C. Mitchell e J. McDermott (The Irrepressibles), J. McDermott (voce), S. Higgs (pianoforte).
Talento musicale in tenera età, considerato il più importante compositore inglese del XX secolo, ha collaborato nel 1935 con il poeta W. H. Auden, è giunto alla fama con l'opera ''Peter Grimes'' ed è stato tra i fondatori del Festival di Aldeburgh. Benjamin Britten: è lui il protagonista della serata ''Cabaret Songs'', ciclo di canzoni che il compositore inglese ha dedicato al grande amore della sua vita. ''Cabaret Songs'' viene reinterpretato dal musicista inglese Conor Mitchell e da Jamie McDermott, voce della band indie The Irrepressibles, su riscrittura dei testi di Mark Ravenhill..

Nude: Viscera

2014-10-16

Teatro Eliseo

Di The Irrepressibles, musiche di The Irrepressibles, con J. McDermott (voce, chitarra, piano, composizione), S. Kershaw (piano, cori), Apollo (violino, cori), C. Treacher (violoncello, contrabbasso, cori), O. Hipkin (percussioni), presentato da RomaEuropaFestival - Linfa Vitale.
Dopo il successo ottenuto con il secondo album ''Nude'' uscito nel 2012, tornano The Irrepressibles (nel 2001 erano già stati a Romaeuropa). Il gruppo britannico si presenta nel pieno delle sue forze creative, alle prese con una trilogia musicale che vuole mettere a ''nudo'' la ricchezza e la complessita¿ della vita. ''Nude'' e¿ diventato il germe di una trilogia di cui ''Viscera'' e¿ la seconda tappa e ne rappresenta il momento piu¿ sensuale, carnale e intimo; la prima parte della trilogia ''Landscape'' era piu¿ minimalista e l'ultima ''Landscape'' e¿ orientata verso l¿elettronica, ''Viscera'' abbraccia invece atmosfere rock ¿ grunge..

Ora è venuta l'ora

from 2015-06-08 to 2015-06-09

Teatro Argentina - Teatro di Roma

Con Quartetto vocale di Giovanna Marini.

Old's Cool Quartet

from 2014-07-31 to 2014-09-29

Elegance Cafè

Con C. Calderale (voce), S. Nencha (chitarra), P. Ranieri (basso), A. Marzi (batteria).
Old's Cool Quartet è un progetto che nasce dall'incontro di quattro musicisti romani di diversa estrazione musicale e dalla passione comune per le radici della musica afroamericana..
Ingresso libero.

Leonardo Borghi - Gregory's Jazz Session

from 2014-07-29 to 2014-09-30

Gregory's Jazz Club

Con L. Borghi (piano), V. Florio (contrabbasso), A. Nunzi (batteria).
Ogni martedì il primo set sarà aperto con il concerto del Trio di Leonardo Borghi: verranno eseguite composizioni originali di L.Borghi e M.Valeri e arrangiamenti delle più belle jazz song americane, gli standards....

Festival Jeux d'art 2014

from 2014-07-20 to 2014-09-28

Villa d'Este - Tivoli


I tre tenori: Napul’è arie d’opera e balletto - Opera in Roma

from 2014-08-05 to 2014-09-30

San Paolo entro le mura

In the Waldensian Evangelical Church the Orchestra “Opera in Roma” creates a special atmosphere and gives the impression of an authentic concert of the baroque era. Music is the backdrop to the dancers who perform in magnificent historical costumes.

ANTONIO VIVALDI
Concerto in do maggiore per oboe, archi e continuo RV 450.

ALESSANDRO MARCELLO
Concerto in re minore per oboe, archi e continuo

ANTONIO VIVALDI
THE FOUR SEASONS Op. 8

CAST
Oboe Soloist : Marco Corsini
Violino soloist: Elvin Dhimitri
Dancers: Borana Qirjazi, Antonio Agliano
Choreography  Minea De Mattia
Orchestra “ Opera in Roma” .


Quidam - Cirque du Soleil

from 2014-10-22 to 2014-10-26

Palalottomatica

Il Cirque du Soleil presenta in Italia Quidam..

River Tracks

from 2014-07-07 to 2014-10-07


The Musical Box

2014-11-16

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
The Musical Box



I Genesis "rivivranno" per una sera all'Auditorium Parco della Musica di Roma con The Musical Box. La band canadese infatti, dopo il grande successo di pubblico ottenuto con il precedente tour "The Lamb Lies Down on Broadway", proporrà dal vivo "Selling England by the Pound", uno dei capolavori dei Genesis che li ha resi famosi in tutto il mondo e che celebra il 40° anniversario dalla data di pubblicazione. Nel 1973 i Genesis con la pubblicazione di "Selling England by the Pound" raggiunsero il culmine della propria creatività arrivando al successo globale con il tour del 1974 che li consacrò come veri e propri innovatori delle esibizioni dal vivo.
I The Musical Box hanno recuperato lo show ricreando lo spettacolo così come si presentava al momento della sua prima internazionale nel 1973 e come lo vide il pubblico italiano nel febbraio del 1974. Oggi tutto risulta perfetto, come se ci fossero i Genesis stessi sul palco. I The Musical Box non sono una cover band ma artisti a 360° che si sono uniti per rendere un tributo ai Genesis, riportando alla luce negli ultimi 20 anni gli spettacoli del periodo con Peter Gabriel che va dal 1969 al 1975, il migliore secondo critica e pubblico.

Michele Zarrillo feat Danilo Rea, Stefano Di Battista

2014-10-07

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Michele Zarrillo voce, chitarra
Stefano Di Battista sassofono
Danilo Rea pianoforte
Alessio Graziani tastiere, piano, flauti, voce
Danilo Fiorucci basso, contrabbasso
Enzo Di Vita batteria
Roberto Guarino, Andrea Valentini chitarre
Giuseppe Bono violino, voce





È un incontro tra jazz e canzone d'autore molto atteso quello che avverrà all'Auditorium Parco della Musica tra uno dei più grandi interpreti della canzone italiana, Michele Zarrillo, e due tra i più importanti esponenti del jazz italiano: il pianista Danilo Rea e il sassofonista Stefano Di Battista. Un concerto che promette grandi sorprese in cui il cantautore ripercorrerà il suo repertorio più celebre in un "live" che si annuncia unico.

" Con Danilo e Stefano ci conosciamo da anni - dice Michele Zarrillo - ogni volta che ci incontriamo ci diciamo che dovremmo fare qualcosa insieme, non appena si presentasse l'occasione. Ed ora è arrivata: sono felice di annunciare un concerto con due grandi del jazz, oltre ai musicisti con cui da tempo condivido live e produzioni discografiche. Già dalle prove abbiamo capito quanto le mie canzoni potessero vestirsi di nuovi arrangiamenti grazie al loro determinante contributo, senza esserne stravolte. Come sanno fare solo i migliori musicisti! ".

Alan Stivell Electric Band

2014-12-04

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Alan Stivell, alfiere della riscoperta della musica bretone, interprete eccelso di ballate e danze celtiche di sapore tradizionale, continua la sua esplorazione musicale originale, che fonde la tradizione dell'arpa celtica alle tradizioni di tutto il mondo e alla musica elettronica. Al pubblico della sala Sinopoli presenterà i brani più noti di 40 anni di carriera artistica, iniziata con il leggendario concerto e album dal vivo Live a l'Olympia nel 1972.
Ad Alan Stivell, nome d'arte in bretone di Alain Cochevelou, si deve la rinascita e il rinnovamento della musica tradizionale bretone, che, a partire dagli anni '70, lo ha reso celebre nel mondo. Il suo nome è legato indissolubilmente all'arpa celtica, strumento del quale non solo è un virtuoso, ma che è letteralmente rinato con lui.
Il padre, Jord Cochevelou, legato alla cultura del suo paese di origine, la Bretagna, è anche un valente musicista e liutaio e sogna la ricostruzione, attraverso lo studio di antiche testimonianze e disegni, di un'autentica arpa celtica, mitico strumento oramai dimenticato da secoli. Nel 1953 Jord realizza il sogno e offre la rinata arpa a suo figlio, di soli 9 anni, che già suona l'arpa classica (e il pianoforte) come un vero enfant prodige. Nelle sue mani, l'arpa celtica torna a nuova vita. Nel 1955, all'età di undici anni, è per la prima volta sul palco dell'Olympia e tuttora rimane l'artista più giovane esibitosi nel tempio della canzone francese, un record difficilmente battibile. Oltre ad apprendere la lingua bretone, Alan impara a suonare la bombarda e la cornamusa strumenti utilizzati nella musica tradizionale bretone. I membri di uno dei maggiori ensemble bretoni di musica tradizionale, il Bagad Bleimor, lo invitano a fare parte del gruppo come solista cedendogli praticamente il rango di leader: Alan Stivell ha 14 anni. La sua prima incisione discografica risale al 1959, con un primo 45 giri; seguiranno ventidue album, molti dei quali fanno parte della storia del folk revival mondiale.
La sua caratteristica non è la semplice riproposizione della musica tradizionale, ma il suo utilizzo per una nuova musica bretone. Nel 1971, Alan pubblica l'album Renaissance de la harpe celtique, totalmente strumentale. Accanto all'arpa celtica, compaiono anche le percussioni e la chitarra acustica affidata ad un virtuoso bretone, Dan Ar Braz. Nel 1972 Stivell torna all'Olympia: è il trionfo. Per l'occasione si fa accompagnare da musicisti di assoluto valore come lo stesso Dan Ar Braz, Gabriel Yacoub, futuro leader dei Malicorne e dal batterista còrso Michel Santangeli. L'album dal vivo registrato per l'occasione vende oltre un milione di copie.
Già nel 1973 Alan è considerato l'alfiere della rinata musica bretone (e celtica) e comincia ad essere noto in tutto il mondo. Lo stesso anno, va in tournée negli Stati Uniti, in Canada e in Gran Bretagna, dove la celebre rivista musicale Melody Maker incorona il suo album Chemins de Terre come miglior album dell'anno. Nel 1980 si ha la svolta sinfonica con un album doppio che resta il più famoso: Symphonie Celtique. Con una formazione spiccatamente rock, un insieme di bombarde e cornamuse e un'orchestra sinfonica, Alan si fa accompagnare dalla cantante berbera Djourha e dal sitar del nepalese Narendra Bataju, allievo prediletto del grande Ravi Shankar. Il risultato è un affresco musicale di inusitata bellezza. Seguono altri album e concerti in tutto il mondo. Nel 1995 pubblica Brian Boru (capo guerriero irlandese che sconfisse i Vichinghi): questo album segna il suo deciso ritorno alla musica più tradizionalmente celtica. Nel 1998 è la volta del diciannovesimo album della lunghissima carriera di Alan Stivell, intitolato 1 Douar: nell'album compaiono Youssou N'Dour, il "re del raï" algerino Khaled, Jim Kerr del gruppo scozzese Simple Minds e il grande Paddy Moloney dei Chieftains. Con quest'ultimo album, Alan intende dimostrare che le differenze di cultura e di lingua (bretone, inglese, wolof, arabo) sono le componenti fondamentali dell'umanità. Le ultime uscite includono il doppio cd Best Of (che comprende i brani più noti e la rimasterizzazione dell'album del 1972) e Emerald del 2009 il disco che segna il ritorno alla radici folk dell' album Chemins de Terre, che esplora canti tradizionali, fondendo le radici bretoni con le influenze di un viaggio intorno al mondo, dall'Africa all'Asia, a segnare un'altra tappa di un lungo originale viaggio musicale che continua.

St. Vincent

2014-11-16

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
St. Vincent

special guest
TBA

Dopo la straordinaria esibizione dello scorso anno insieme a David Byrne nella Sala Santa Cecilia, la cantautrice rock St. Vincent, alias Annie Clark, torna da solista all'Auditorium Parco della Musica per presentare il suo quarto album "ST. VINCENT" uscito a febbraio ed acclamato dalla stampa di tutto il mondo come uno dei lavori più riusciti ed interessanti degli ultimi anni, secondo molti il disco della consacrazione che la conferma come una diva del rock. Il nuovo album mostra Annie Clark più sicura e avvincente che mai, con chitarre elettriche aggressive ed eterei arrangiamenti vocali che si uniscono ai sintetizzatori che dominano una sezione ritmica contagiosa e irrefrenabile.
"Sapevo che il groove era fondamentale per questo disco", dice Annie Clark dell'album che ha composto e lungamente provato ad Austin prima di andare a registrarlo in studio a Dallas. Per seguire la parte ritmica ha arruolato il batterista dei The Dap-Kings, Homer Steinweiss, e l'assiduo collaboratore McKenzie Smith dei Midlake, mentre per la produzione è tornata a John Congleton, per portare il potenziale sonoro che avevano appena iniziato a sprigionare con 'Strange Mercy' in territorio inesplorato. "Volevo fare un party album che si potesse però suonare a un funerale".
Il risultato è il più avvincente lavoro di Annie Clark fino ad ora. "Bring Me Your Loves" è una follia delirante, ma anche brani meno frenetici come "Severed Crossed Fingers" portano la sua inconfondibile firma, una miscela di bello e surreale. Al centro di tutta la sua musica, però, si trovano grandi domande su ciò che significa essere umani e il modo in cui cerchiamo di trovare un significato nelle nostre vite. "Regret" la cattura in un momento di grande vulnerabilità, mentre "I Prefer Your Love" potrebbe essere la più pura espressione di affetto che abbia mai scritto. "Digital Witness" affronta l'identità nell'era di Instagram, con Annie Clark che canta: "Se non posso mostrarlo / Se non riesci a vedermi / Qual è il punto di fare qualcosa?" L'album segue l'ultima pubblicazione solista, 'Strange Mercy' del 2011, indicata come "uno degli album migliori dell'anno" dal New York Times e "un disco da ammirare" da Pitchfork. Il nuovo album "St. Vincent" consolida Annie Clark come una delle più creative e straordinarie chitarriste della sua generazione, dopo l'acclamata collaborazine del 2012 con David Byrne per il bellissimo album "Love This Giant".

Einstürzende Neubauten Lament

2014-11-30

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
Gli Einstürzende Neubauten sono attualmente in studio, per lavorare su un nuovo, eccezionale progetto. La storica band tedesca sta ultimando un'opera musicale ispirata dallo scoppio della Prima Guerra Mondiale, avvenuta esattamente 100 anni fa, che vedrà la sua anteprima assoluta a Diksmuide, Belgio, il prossimo 8 novembre 2014. Per la realizzazione di queste nuove composizioni la band ha fatto ricorso al proprio ormai riconoscibilissimo approccio, da sempre esplicitamente legato alle tradizioni della "avant-garde".
Gli Einstürzende Neubauten hanno iniziato una vasta ricerca di registrazioni audio risalenti al periodo 1914-16 dei prigionieri di guerra provenienti da tutto il mondo (registrate in uno dei primi grandi campi di internamento vicino a Berlino), che sono conservate negli archivi sonori della "Humboldt University" di Berlino e all'Archivio di radiodiffusione tedesco. Inoltre è stato utilizzato anche materiale visionato e ascoltato presso il "Militärhistorisches Museo" di Dresda. La forza del concerto sarà l'associazione di due delle più antiche forme musicali, il "lamento" e il "mottetto" (opere di un compositore fiammingo del Rinascimento che fare con la storia biblica del figliol prodigo), le quali verranno incastonate all'interno delle registrazioni audio dei prigionieri di guerra. Inoltre la musica dei leggendari "Harlem Hell Fighters " - il primo battaglione di combattimento formato da truppe afro-americane, che hanno combattuto insieme per la prima volta durante la prima guerra mondiale quando gli americani li "prestarono" ai francesi come rinforzo - il cui valore fu riconosciuto solo postumo. Gli strumenti che utilizzeranno degli Einstürzende Neubauten saranno come sempre molto particolari e innovativi. Principalmente pezzi di acciaio, voce, oggetti recuperati per caso, elettronica, oltre ad un ensemble d'archi. Quello in Sala Santa Cecilia non sarà un concerto sulla Prima Guerra Mondiale, ma piuttosto una composizione, che si cristallizza dai temi correlati: "Erst muss man Platz schaffen, damit etwas Neues entstehen kann" ("Prima bisogna fare spazio, di modo che qualcosa di nuovo possa essere creato") Blixa Bargeld.

Raiz, Fausto Mesolella Dago Red

2014-10-29

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio
Raiz
Fausto Mesolella



Raiz, voce storica della dub band napoletana Almamegretta e Fausto Mesolella, chitarrista e produttore degli Avion Travel insieme per presentare un album autoprodotto di classici della canzone napoletana riletti e contaminati in modo assolutamente eclettico. Un disco funambolico che ruota intorno al gioco delle identità e al cosmopolitismo. Dago Red, che potrebbe essere tradotto approssimativamente come "Il vino rosso del terrone", intendendo cioè il vino "rosso" degli immigrati d'origine italiana, perché Dago era uno dei molti modi in cui, con un certo disprezzo, si potevano chiamare gli italiani d'America, è il titolo di una raccolta di racconti (e di un racconto in particolare) dello scrittore italo-americano John Fante e dovrebbe rendere benissimo l'atmosfera che si respira in questo lavoro. "Un lavoro quasi psicoanalitico - dicono i due artisti - cerca di guarire la schizofrenia di due musicisti cresciuti con la musica tradizionale napoletana da una parte e il rock, il blues, il reggae angloamericani dall'altra e rimettere insieme due parti altrettanto importanti della loro identità".

Jack Savoretti Before the Storm

2014-11-08

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio
Jack Savoretti
Dirty Romances
Per la prima volta all'Auditorium Parco della Musica Jack Savoretti presenterà le canzoni del suo ultimo album Before The Storm . Un album pieno di energie e di delicatezze inaspettate registrato con il gruppo che lo accompagna nei concerti, i Dirty Romances, rifinito negli storici studi di Abbey Road, a Londra. Un disco immediato, urgente, ma anche con una lunga storia alle spalle, in cui il musicista si è allontanato da strade obbligate che potevano diventare vicoli ciechi. Con la sua voce ruvida, appassionata e struggente, Savoretti ammalia e rapisce incarnando alla perfezione la fisionomia del giovane cantautore. Con quest'album, il percorso artistico di Jack Savoretti ha trovato la libertà da riferimenti troppo stretti, come per esempio quelli a Bob Dylan o a Damien Rice. Ora la sua voce e la sua attitudine parlano finalmente per loro stesse, svincolandosi dalle costrizioni del pop a ogni costo e dai cliché di un genere prefissato. Le forme di canzoni come Not Worthy, Take Me Home o Vagabond sono tanto girovaghe quanto dirette, precise. Da un lato, disegnano l'appartenenza di Savoretti a un folk-rock del tutto personale, che cerca il suo equilibrio più intimo nella ballata e in un canto ruvido e tenerissimo, all'occorrenza; dall'altro, non si negano l'attenzione per il blues, per il soul, per una melodia che riesca a tenere il ritmo di un brano senza cedimenti. Il senso del viaggio è la costante di "Before The Storm", che sia sentimentale o intimo (Crazy Fool, Lifetime), solare o cupo (Knock Knock, For The Last Time). Sostenuto da un tappeto sonoro ammaliante, fatto di chitarre elettriche e acustiche, di tastiere retroattive, di armoniche quasi evanescenti, finisce per raccontare una serie di storie memorabili, legate inestricabilmente tra di loro. Una narrazione con il ritmo del rock'n'roll e con il magnetismo della poesia, per superare qualsiasi tempesta. L'album è arrivato nel 2013 al primo posto nella classifica degli album indie in UK così come i
singoli Knock Knock e Not Worthy sono entrati rispettivamente nelle prime posizioni della classifica dei singoli indie in UK. L'album ottiene un forte successo dalla critica inglese guadagnandosi 4 stelle dai critici del Daily Express e The Independent.

Jack Savoretti Before the Storm

2014-11-08

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Jack Savoretti
Dirty Romances
Per la prima volta all'Auditorium Parco della Musica Jack Savoretti presenterà le canzoni del suo ultimo album Before The Storm . Un album pieno di energie e di delicatezze inaspettate registrato con il gruppo che lo accompagna nei concerti, i Dirty Romances, rifinito negli storici studi di Abbey Road, a Londra. Un disco immediato, urgente, ma anche con una lunga storia alle spalle, in cui il musicista si è allontanato da strade obbligate che potevano diventare vicoli ciechi. Con la sua voce ruvida, appassionata e struggente, Savoretti ammalia e rapisce incarnando alla perfezione la fisionomia del giovane cantautore. Con quest'album, il percorso artistico di Jack Savoretti ha trovato la libertà da riferimenti troppo stretti, come per esempio quelli a Bob Dylan o a Damien Rice. Ora la sua voce e la sua attitudine parlano finalmente per loro stesse, svincolandosi dalle costrizioni del pop a ogni costo e dai cliché di un genere prefissato. Le forme di canzoni come Not Worthy, Take Me Home o Vagabond sono tanto girovaghe quanto dirette, precise. Da un lato, disegnano l'appartenenza di Savoretti a un folk-rock del tutto personale, che cerca il suo equilibrio più intimo nella ballata e in un canto ruvido e tenerissimo, all'occorrenza; dall'altro, non si negano l'attenzione per il blues, per il soul, per una melodia che riesca a tenere il ritmo di un brano senza cedimenti. Il senso del viaggio è la costante di "Before The Storm", che sia sentimentale o intimo (Crazy Fool, Lifetime), solare o cupo (Knock Knock, For The Last Time). Sostenuto da un tappeto sonoro ammaliante, fatto di chitarre elettriche e acustiche, di tastiere retroattive, di armoniche quasi evanescenti, finisce per raccontare una serie di storie memorabili, legate inestricabilmente tra di loro. Una narrazione con il ritmo del rock'n'roll e con il magnetismo della poesia, per superare qualsiasi tempesta. L'album è arrivato nel 2013 al primo posto nella classifica degli album indie in UK così come i
singoli Knock Knock e Not Worthy sono entrati rispettivamente nelle prime posizioni della classifica dei singoli indie in UK. L'album ottiene un forte successo dalla critica inglese guadagnandosi 4 stelle dai critici del Daily Express e The Independent.

Anastacia

2014-10-29

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
Anastacia



Anastacia torna all'Auditorium Parco della Musica per presentare il suo sesto disco "Resurrection". Il mondo è pieno di cantanti che sanno farsi ascoltare, scrivere una canzone godibile e proporre un sound accattivante. Ma sono davvero pochissimi gli artisti che possiedono un timbro assolutamente inconfondibile, una voce che ti cattura, che ti fa venire i brividi: piena di anima, vibrante, la voce che solo le vere star possiedono. Questa è Anastacia: una superstar che non si è mai arresa alla malattia e che ha saputo reagire con forza e determinazione. Resurrection è un titolo perfetto per questo album semplicemente spettacolare. Un viaggio pieno di melodia e cuore, emozionante ma anche denso di energia positiva. E' la dichiarazione di una vera guerriera, che lotta per mandare un messaggio di coraggio a tutto il mondo. Questo nuovo disco sa muoversi su territori molto diversi fra loro. Da brani più allegri, contagiosi, divertenti e pop che fanno saltare in piedi per ballare a quelli che ti stringono il cuore e creano un nodo in gola fino alle lacrime. A partire da "Lifeline", una storia di sopravvivenza che parla dell'uccidere un "amico" (ovvero il cancro) fino all'incantevole "Evolution" che testimonia come ognuno di noi cresca e si trasformi, "Resurrection" è un album che ci insegna quanto preziosa sia la capacità di prendere la negatività e trasformarla in qualcosa di buono.

Notti Romane al Teatro di Marcello - I Concerti del Tempietto

from 2014-07-03 to 2014-10-05

Chiostro di Campitelli


Lodovica Comello World Tour

2015-02-01

Auditorium Conciliazione


Gilberto Gil in concerto

2014-10-24

Auditorium Conciliazione


Pure a Natale Semo o nun Semo

from 2014-12-18 to 2015-01-06

Teatro Ambra Jovinelli - Piccolo Jovinelli

Di Nicola Piovani, musiche di Ensamble Aracoeli, con P.Ingrosso, D. Pandimiglio, C.Proietti, R.Siniscalchi, M.Wertmuller, Compagnia della Luna.
Per informazioni 06 83082620-06 83082884.

Penso che un sogno così

from 2015-01-22 to 2015-02-01

Teatro Ambra Jovinelli - Piccolo Jovinelli

Di Giuseppe Fiorello e Vittorio Moroni, regia di Giampiero Solari, con Giuseppe Fiorello, compagnia Nuovo Teatro e IBLA film.
Per informazioni 06 83082620-06 83082884.

Fabi - Silvestri - Gazzè

2014-11-18

Palalottomatica


Cesare Cremonini

2014-11-11

Palalottomatica


Nino D'Angelo in concerto - Anni 80 e non solo...

2014-11-08

Auditorium Conciliazione


La Dolce Vita: The Music of Italian Cinema

2014-09-26

Centrale del Tennis

Con Royal Philarmonic Orchestra con molti Special Guest, presentato da Centrale Live, dirige S. Mercurio.
Un evento unico nel suo genere, un omaggio alle colonne sonore di indimenticabili film che, dopo le due date dell'Avery Fisher Hall di New York..

Il Barbiere di Siviglia - i Virtuosi dell'Opera di Roma

from 2014-09-05 to 2014-11-28

Teatro Salone Margherita


La Traviata - i Virtuosi dell'Opera di Roma

from 2014-09-01 to 2014-11-30

Teatro Salone Margherita


Stromae

2014-12-17

Palalottomatica


Kasabian

2014-10-31

Palalottomatica


"...En recuerdo" Tribute to Piazzolla

2014-09-27

Museo di Roma in Trastevere

Dopo la lusinghiera messe di consensi riscossa lo scorso anno, la rassegna concertistica Museicalmente rinnova il suo intento di avvicinare un largo strato di pubblico alla musica di qualità.

La rassegna si svolge in quattro dei più suggestivi musei capitolini: il Museo Napoleonico, la Galleria di Arte Moderna, il Museo di Roma in Trastevere e il Museo di Roma-Palazzo Braschi aprono le loro porte ad una collaborazione volta a promuovere una sinestesia tra ciò che si vede (le opere conservate nei diversi musei) e quello che si sente (i programmi proposti dagli artisti invitati) attraverso un percorso di concerti pensati espressamente in sintonia con i musei ospitanti.

"...En recuerdo" tribute to Piazzolla
Roma Termini Ensemble


Rococò a Versailles

2014-11-22

Museo di Roma - Palazzo Braschi

Dopo la lusinghiera messe di consensi riscossa lo scorso anno, la rassegna concertistica Museicalmente rinnova il suo intento di avvicinare un largo strato di pubblico alla musica di qualità.

La rassegna si svolge in quattro dei più suggestivi musei capitolini: il Museo Napoleonico, la Galleria di Arte Moderna, il Museo di Roma in Trastevere e il Museo di Roma-Palazzo Braschi aprono le loro porte ad una collaborazione volta a promuovere una sinestesia tra ciò che si vede (le opere conservate nei diversi musei) e quello che si sente (i programmi proposti dagli artisti invitati) attraverso un percorso di concerti pensati espressamente in sintonia con i musei ospitanti.

Rococò a Versailles
Ensemble Labirinto Armonico

Altri concerti al Museo di Roma nell'ambito della rassegna Museicalmente 2014:

- 13 dicembre ore 18.00:    La voce è una cosa meravigliosa
- 14 dicembre ore 18.00:    Tra Classicismo e Romanticismo


La voce è una cosa meravigliosa

2014-12-13

Museo di Roma - Palazzo Braschi

Dopo la lusinghiera messe di consensi riscossa lo scorso anno, la rassegna concertistica Museicalmente rinnova il suo intento di avvicinare un largo strato di pubblico alla musica di qualità.

La rassegna si svolge in quattro dei più suggestivi musei capitolini: il Museo Napoleonico, la Galleria di Arte Moderna, il Museo di Roma in Trastevere e il Museo di Roma-Palazzo Braschi aprono le loro porte ad una collaborazione volta a promuovere una sinestesia tra ciò che si vede (le opere conservate nei diversi musei) e quello che si sente (i programmi proposti dagli artisti invitati) attraverso un percorso di concerti pensati espressamente in sintonia con i musei ospitanti.

La voce è una cosa meravigliosa
Natalia Valli Miklachevskaia - soprano

Altri concerti al Museo di Roma nell'ambito della rassegna Museicalmente 2014:

- 14 dicembre ore 18.00:    Tra Classicismo e Romanticismo


Tra Classicismo e Romanticismo

2014-12-14

Museo di Roma - Palazzo Braschi

Dopo la lusinghiera messe di consensi riscossa lo scorso anno, la rassegna concertistica Museicalmente rinnova il suo intento di avvicinare un largo strato di pubblico alla musica di qualità.

La rassegna si svolge in quattro dei più suggestivi musei capitolini: il Museo Napoleonico, la Galleria di Arte Moderna, il Museo di Roma in Trastevere e il Museo di Roma-Palazzo Braschi aprono le loro porte ad una collaborazione volta a promuovere una sinestesia tra ciò che si vede (le opere conservate nei diversi musei) e quello che si sente (i programmi proposti dagli artisti invitati) attraverso un percorso di concerti pensati espressamente in sintonia con i musei ospitanti.

Tra Classicismo e Romanticismo
Europe Trio - flauto, violoncello, pianoforte


Quanto sei bella Roma

2014-11-15

Museo di Roma - Palazzo Braschi

Dopo la lusinghiera messe di consensi riscossa lo scorso anno, la rassegna concertistica Museicalmente rinnova il suo intento di avvicinare un largo strato di pubblico alla musica di qualità.

La rassegna si svolge in quattro dei più suggestivi musei capitolini: il Museo Napoleonico, la Galleria di Arte Moderna, il Museo di Roma in Trastevere e il Museo di Roma-Palazzo Braschi aprono le loro porte ad una collaborazione volta a promuovere una sinestesia tra ciò che si vede (le opere conservate nei diversi musei) e quello che si sente (i programmi proposti dagli artisti invitati) attraverso un percorso di concerti pensati espressamente in sintonia con i musei ospitanti.

Quanto sei bella Roma
Romabarocca Ensemble

Altri concerti al Museo di Roma nell'ambito della rassegna Museicalmente 2014:

- 22 novembre ore 18.00:    Rococò a Versailles
- 13 dicembre ore 18.00:    La voce è una cosa meravigliosa
- 14 dicembre ore 18.00:    Tra Classicismo e Romanticismo


Sarah Jane Morris Bloody Rain

2014-10-07

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Sarah Jane Morris voce
Tim Cansfield chitarra
Tony Remy chitarra
Henry Thomas basso
John Eacott tromba
Michael Rosen sax
Adriano Adewale percussioni
Martyn Barker batteria
Janine Johnson coro
Roberto Angrisani coro
Gianluca De Martini coro




Sarah Jane Morris presenta il nuovo progetto musicale "Bloody Rain", una celebrazione della vita ispirata alla musica africana.
Sarah Jane Morris è un grande nome della musica mondiale che, fin dai tempi in cui era corista nei Communards di Jimmy Sommerville, ha saputo imporsi con uno stile sofisticato e con produzioni importanti spaziando dal pop al blues, al jazz e al soul. Da sempre ispirata dal suo idolo Billie Holiday, i suoi lavori sono stati spesso frutto dell'amicizia e della collaborazione con Marc Ribot e della passione per alcuni grandi interpreti del passato come John Lennon, Leonard Cohen e Marvin Gaye. La storia musicale di Sarah Jane Morris è stata fortemente influenzata dai ritmi e dalle melodie africane. Nei primi anni '80 si esibì con la band ghanese Fufu and Light Soup e con la band afrocaraibica The Republic. Negli ultimi anni le canzoni scritte con Tony Remy, Dominic Miller e Martyn Barker hanno un legame con l'Africa nei testi, nelle melodie e nei ritmi. Tutte le canzoni sono state scritte con i collaboratori di sempre e i testi affrontano diverse tematiche sociali e umane.

New Year Concert Great opera meets Ballet in Rome - Opera in Roma

from 2014-12-31 to 2015-01-01

Evangelica Valdese


Baroque and Ballet: The four seasons by Antonio Vivaldi - Opera in Roma

from 2014-10-05 to 2014-11-30

Evangelica Valdese

In the Waldensian Evangelical Church the Orchestra “Opera in Roma” creates a special atmosphere and gives the impression of an authentic concert of the baroque era. Music is the backdrop to the dancers who perform in magnificent historical costumes.

ANTONIO VIVALDI
Concerto in do maggiore per oboe, archi e continuo RV 450.

ALESSANDRO MARCELLO
Concerto in re minore per oboe, archi e continuo

ANTONIO VIVALDI
THE FOUR SEASONS Op. 8

CAST
Oboe Soloist : Marco Corsini
Violino soloist: Elvin Dhimitri
Dancers: Borana Qirjazi, Antonio Agliano
Choreography  Minea De Mattia
Orchestra “ Opera in Roma” .


Opera and Ballet: The great opera en pointe - Opera in Roma

from 2014-08-02 to 2014-12-16

Evangelica Valdese

Great Opera singers, two ballet dancers and a prestigious quartet. The most suggestive Opera Arias by  Verdi, Puccini and other renowned composers, performed by masterful soprano, tenor and baritone voices, are enriched by charming choreographies featuring dancers from Rome’s Opera and Ballet Academy. The melodies of a Chamber Ensemble, consisting of oboe, strings and piano, will delight the public with the magic of Opera and Ballet.

Program A  ( every Tuesday)

La Traviata, Preludio Atto I, Follie!...follie!... Sempre libera degg’io, Cabaletta Oh mio rimorso!... Oh infamia, Giuseppe Verdi.
Le Nozze di Figaro, Non più andrai, farfallone amoroso, Wolfang Amadeus Mozart.
La Bohème, O soave fanciulla, Che Penna Infame, Giacomo Puccini.
La Gioconda, Danza delle Ore, Amilcare Ponchielli.
Madama Butterfly, Un bel di vedremo, Giacomo Puccini.
Il Barbiere di Siviglia, Largo al factotum della città, Giacomo Rossini.
Lo Schiaccianoci, Valzer dei fiori, Pëtr II’ič Čajkovskij
Rigoletto, La donna è immobile, Sì, Vendetta, Tremenda Vendetta!, Giuseppe Verdi.
Norma, Casta Diva, Vincenzo Bellini
L’elisir D’amore, Una furtiva lagrima, Gaetano Donizetti.
Carmen, Entreact IV Atto, L’Amour est un oiseau rebelle… Habanera, Votre toast,je peux vous-le rendre…Toreador, George Bizet.

Program B  ( every Saturday)
La Bella Addormentata, Valzer, Pëtr II’ič Čajkovskij.
L’elisir D’amore, Quanto amore ed io spietata, Gaetano Donizetti.
Il Trovatore, Di quella pira, Giuseppe verdi.
Giselle, Paesani, Adolphe-Charles Adam.
Don Giovanni, Madamina il catalogo è questo, Wolfang Amadeus Mozart.
Tosca, Vissi d’arte, E lucean le stelle, Giacomo Puccini.
Rigoletto, Figlia! Mio padre!, Giuseppe Verdi.
Il lago dei cigni, La morte del cigno, Pëtr II’ič Čajkovskij.
La Traviata, Dei miei bollenti spiriti, Giuseppe Verdi.
La Bohème, Quando men vò, Giacomo Puccini.
Don Quixote, Il matrimonio, Léon Minkus.
Don Pasquale, Bella siccome un angelo, Gaetano Donizetti.
Aida, Celeste Aida, Balletto dei piccoli schiavi mori, Giuseppe Verdi.
Il Barbiere di Siviglia, Ah,qual colpo inaspettato…zitti…zitti…, Gioacchino Rossini.

Cast
Soprano,  Roberta Polverini
 Tenor, Emil Alekperov
 Baritone, Maurizio Zanchetti
 Dancers, Borana Qirjazsi, Michaela Giada Ventura, Antonino Agliano`, Massimo Bartucci.
 Choreography, Minea De Mattia.


La Traviata: complete opera with orchestra, chorus and ballet - Opera in Roma

from 2014-03-07 to 2014-12-30

Evangelica Valdese

The Opera Academy Orchestra and Danza di Roma will take you through the captivating realty of the most famous Opera in the world, “La Traviata”,  in full version with costumes and scenery, Orchestra choir, singers, soloists and dancers. The innovative introduction with the danced parts, as foreseen by the  original score by G. Verdi, a unique element in this version.

LA TRAVIATA, OPERA IN THREE ACTS.

MUSIC BY GIUSEPPE VERDI
LIBRETTO BY FRANCESCO MARIA PIAVE

Cast
Violetta,  Soprano,  Roberta Polverini
Alfredo Germont, Tenor, Emil Alekperov
Giorgio Germont, Baritone, Maurizio Zanchetti
Flora Bervoix, Annina, Soprano, Maria De Giglio
Gastone, Visconte di Létorièrs, Tenor, Domenico Venturini
Barone Douphol, Baritone, Leo Civati
Marchese D’Obigny/ Dottor Grenvil, Bass, Siolvano Arcadi
Un commissionario, Bass, Luca Renzetti
Giuseppe, Servo di Violetta, Tenor, Antonio Ascani
Matador, Dancer, Antonio Agliano
Zingarella, Dancer, Borana Qirjazi.

Conductor  Maestro: Americo Caretti.
Choreography : Minea De Mattia.
Choir Conductor: Antonio Ascani
Scenes and costumes: OPERA IN ROMA.


I Concerti al Quirinale nella Cappella Paolina 2014

from 2014-01-12 to 2014-12-31

Palazzo del Quirinale


Hotel roma


hotel roma san lorenzo
hotel roma centro
 hotel roma 3 stelle

Hotel 3 stelle Roma: Hotel Laurentia ™ Hotel Address: Largo degli Osci ,  65 - 00185 ROMA (RM)
 Tel +39 06/4450218 Fax +39 06/4453681 City Zone of Rome : City Center Termini University La Sapienza San Lorenzo