Hotel Roma, Manifestations Meetings Music Sport Theater Exhibitions

Hotel Roma prima colazione Hotel Roma 3 stelle San Lorenzo Camere con terrazzo a Roma Roma camere con vista
Check -in Nights Rooms Type Rooms Numbers Promotional Code

 

Rom hotel Sonderangebote
Personal sehr bemht; Frhstck in Ordnung (mit Cappuccino, der nicht aus dem Automaten kommt); sehr gute Busverbindung ins Zentrum (Endstation: San Silvestro); excellente Trattoria gleich um die Ecke ..by TripAdvisor"




 

Ex-Otago: Burrasca Acustico Tour

2015-04-02

Le Mura

Un tour suonato con le stesse mani, immaginifico, dove le parole possono prendere forma, avere un corpo e vivere fortemente. Con una cassa da banda di paese, una chitarra classica, un charango e un harmonium indiano gireremo l'Italia parlando di noi e delle nostre vite, , di alberi e palazzi e di posti che non abbiamo mai visto..

Valderrama 5

2015-04-03

Le Mura

Valderrama 5 è il nome di un ormai leggendario collettivo musicale, ''The Best Garage Rock n'Roll Lounge Cruise Ship Music ever!!''. Ogni live è un evento a sé. Il collettivo prende spunto dagli accadimenti di cronaca, politici, culturali e sociali creando una performance di Art Caos Rock unica nel suo genere..

Francesco Tricarico - Invulnerabile Tour 2015

from 2015-04-11 to 2015-04-12

Teatro Lo Spazio

Con M. Fazio (piano), M. Guarnerio (chitarra).
Il cantautore milanese, stralunato, ironico, surreale ci farà ascoltare vecchi e nuovi successi come ''Io sono Francesco'', primo posto nel 2000 nella classifica italiana dei dischi più venduti e Disco di Platino, Vita Tranquilla (Sanremo 2008 ¿ Premio della critica Mia Martini), ''La Situazione non è buona'' (scritta nel 2007 per Adriano Celentano), ''Musica'' e ''Solo per te'' (colonna sonora e canzone per i titoli di coda del film Ti amo in tutte le lingue del mondo di Leonardo Pieraccioni), ''Pomodoro'' e ancora ''L'America'', ''Le conseguenze dell'ingenuità'', ''Riattaccare i bottoni'' e tante altre proponendo un evento live sempre nuovo e originale, provocatorio, mai urlato e vissuto con la delicatezza e il garbo che da sempre lo contraddistinguono..

Emiliano Pintori Quartet

2015-04-02

Elegance Cafè

Con E. Pintori (piano), A. Nunzi (batteria), G. Ricciardo (sax), T. Ruggeri (tromba).
Pianista e organista ha studiato con Nico Menci e Barry Harris, dal 2000 svolge un'intensa attività concertistica in club, rassegne e festival in Italia e all'estero. Numerose le collaborazioni in progetti stabili o come sideman, mentre in ambito compositivo, si è occupato di scrivere e produrre commenti sonori e musiche originali..

Orchestra Operaia presenta Afreaka Boom

2015-04-09

Casa del Jazz

Dirige M. Nunzi.
L'Orchestra Operaia di Massimo Nunzi, meccanismo musicale perfetto inventato dal Jazz, incontra un artista dell'Africa Sub-Sahariana, la regione che più fu depredata dagli schiavisti. Mustapha Mbengue e Ruggero Artale, maestro di tamburi africani con il suo ensemble. Massimo Nunzi realizza un progetto mai fatto prima. Il jazz orchestrale e la musica ispirata dal ritorno all'Africa immaginato da Marcus Garvey..

Il ritorno di Casanova

2015-04-20

Teatro Argentina - Teatro di Roma

Di F. Tiezzi da A. Schnitzler, musiche di Wolf, Strauss e Mahler, con S. Lombardi (attore), M. Bacelli (mezzosoprano), P. De Maria (pianoforte), presentato da con Accademia Filarmonica Romana.

Lello Panico Band special guest Tollak

2015-04-02

Big Mama

Lello Panico è un chitarrista di grande talento. Writer raffinato, capace di uscire dagli orizzonti stilistici del blues privilegiando un approccio personale fatto di Jazz, Funk, Rock & Soul..

Janis is alive

2015-04-03

Big Mama

Con G. Chillà (voce), C. Pastorello (chitarra), T. Palazzolo (chitarra), A. Medde (tastiere), F. Martinelli (basso), R. Treppo (batteria).
Il gruppo nasce dall'incontro tra la cantante Gianna Chillà e Cosimo Pastorello e dalla passione dei due verso un mito del rock, Janis Joplin. L'impressionante somiglianza della voce e della presenza scenica di Gianna Chillà con Janis Joplin fanno del gruppo una tribute band assolutamente sui generis..

Mika

2015-09-29

Palalottomatica


Porta di Roma LIVE - Al Jarreau

2015-07-04

Centro Commerciale Porta di Roma


Antonio Pascuzzo

2015-05-10

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Antonio Pascuzzo

feat.
Rossoantico
Solis String Quartet
Sinfonico Honolulu
Antonio Pascuzzo torna dal vivo con un progetto da solista, un nuovo live e un nuovo album: “Pascouche”. Dopo le precedenti produzioni di Rossoantico (finalista Tenco 2011) Coro dei Minatori di Santa Fiora, e le tante altre numerosissime collaborazioni, un live arricchito dalle suggestioni di un viaggio a tappe alla ricerca di vecchi e nuovi compagni dai quali Pascuzzo riceve in dono i colori della musica: il fado, il calypso, la musica cubana, quella da camera, i suoni balcanici, lo swing, il blues, il rock, il manouche appunto. “Pascouche” è la sintesi di questo nomadismo sulla punta delle dita, che promette uno spettacolo ricco di atmosfere, suggestioni e sorprese. Una nuova formazione vedrà Francesco Forni (arrangiatore dell’album insieme a Pascuzzo) alla chitarra insieme a Simone Magliozzi, Marco Siniscalco al contrabbasso, Carmine Ioanna alla fisarmonica, e altri vecchi e nuovi amici che accompagneranno il pubblico in questo giro del mondo a occhi chiusi. Non mancheranno gli ospiti, cominciando da quelli annunciati: i Solis String Quartet, che hanno duettato, anche in questo nuovo album, con un brano che Pascuzzo ha loro dedicato: “Meglio Solis” per l’appunto. Solista sì ma mai da solo, Pascuzzo porterà sul palco dell’Auditorium anche la suggestiva formazione dei Sinfonico Honolulu, una meravigliosa orchestra di 10 ukulele che soffierà il buon vento sui presenti.
Il progetto è entrato nel prestigioso catalogo dell’etichetta Parco della Musica Records.

Enrico Ruggeri

2015-05-25

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Enrico Ruggeri voce
Luigi Schiavone chitarra
Fabrizio Palermo basso e tastiere
Francesco Luppi pianoforte e tastiere
Marco Orsi batteria
Per il suo ritorno nei teatri Enrico Ruggeri ha allestito un concerto molto particolare. Poiché il suo nuovo doppio album "Pezzi di vita" contiene le canzoni del periodo '80-'85 ci sarà ampio spazio per la musica dei suoi esordi. Ma oltre a canzoni nuove e brani di successo (tra cui “Tre Signori”, cantata all’ultimo Festival di Sanremo in qualità di super ospite) Ruggeri ha voglia ancora una volta di coinvolgere il pubblico: lo farà rispondendo alle domande che chi vorrà gli farà pervenire in camerino prima dello show! Il concerto diventerà così un happening diverso ogni sera, come sempre accade con un personaggio come Ruggeri. Sul palco la sua storica band con Luigi Schiavone (chitarra) Fabrizio Palermo (basso e tastiere) Francesco Luppi (pianoforte e tastiere) e Marco Orsi (batteria). È probabile che prima del debutto al vulcanico cantautore vengano altre idee: chi frequenta il suo palco sa bene che le sorprese sono all'ordine del giorno.

D'Angelo and the Vanguard

2015-07-06

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
D'Angelo, il geniale musicista e produttore di Richmond, Virginia, considerato tra i padri fondatori del movimento neosoul, vincitore con il precedente album “Voodoo” di 2 Grammy per “Miglior Album” R&B e “Best Male R&B Vocal Performance” arriva a Luglio Suona Bene 2015 con una straordinaria line up composta da Pino Palladino, Chris Dave, Jesse Johnson, Isaiah Sharkey, Kendra Foster, Cleo "Pookie" Sample. Ci sono voluti 15 anni di gestazione e attesa ma a dicembre è uscito il nuovo album “Black Messiah”. I critici di mezzo mondo l'hanno paragonato a album immortali come “What’s Going On” di Marvin Gaye oppure “There’s a Riot Goin’ On” di Sly and The Family Stone. Di certo “Black Messiah” è un disco straordinario di contaminazione geniale tra generi: pop, jazz, R&B soul, rock. L’album contiene 12 brani di musica senza tempo, dai testi toccanti e provocatori: un disco che richiede ripetuti ascolti al massimo del volume.

Jam session jazz con Giuseppe Ricciardo & Friends

2015-04-01

Elegance Cafè

Con G. Ricciardo (sax), E. Bracco (chitarra), A. Nunzi (batteria), S. Nunzi (contrabbasso).
La formazione Giuseppe Ricciardo & Friends aprirà il primo set per poi lasciare spazio alla jam session aperta. Il pubblico e i musicisti che vorranno dare il loro contributo umano e musicale, potranno esibirsi sul palco assieme alla band..
Ingresso libero.

Dalle tenebre alla luce

2015-04-01

Chiesa di Santa Maria Concezione dei Cappuccini

Con Schola Romana Ensemble.
Canto gregoriano e polifonia si alternano in un percorso musicale e spirituale emozionante, grazie alle preziose esecuzioni dello Schola Romana Ensemble, il gruppo musicale di Roma più accreditato in questo repertorio..

Ladri di Mescal

2015-04-01

Conte Staccio

Con M. Bellini (voce), F. Giacalone-Marco Mancini (chitarre), A. Miazzetto (batteria), R. Fortuna (basso), D. Tartagni (keyboards).
Un rock/blues quello de ''I Ladri di Mescal'', di grande impatto che spazia dal rock internazionale degli anni '70/'80 alle storiche melodie italiane. Presentano al Contestaccio l¿ EP dal titolo ''La violenza del benessere¿ che ha già raccolto ampi consensi tra gli addetti ai lavori..
Ingresso libero.

Baraonna

2015-04-01

Alexanderplatz

Tornano i Baraonna, 4 voci e un piano che danno vita a intrecci musicali che spaziano dal blues alla musica d¿autore, dallo swing alla tradizione partenopea. Quindici anni di attività nella vocalità, nella discografia, nel teatro musicale e nella televisione, i Baraonna si fanno conoscere per la prima volta sul palcoscenico del Festival di Sanremo nel 1994..

Alfredo Paixao Quintet

2015-04-02

Alexanderplatz

Con Alfredo Paixao un quintetto composto da musicisti di primo piano e arricchito dalla voce di Nadia Cancila. Jazz e bossa di classe..

Tono su tono

2015-05-17

Museo di Roma - Palazzo Braschi

Concerto nell'ambito della mostra: Feste barocche "per inciso"

La selezione di stampe del Seicento esposte al Museo di Roma, come sezione distaccata  della mostra “Barocco a Roma. La meraviglia delle arti”  allestita a Palazzo Cipolla, offre al visitatore una doppia chiave di lettura.
Da un lato, il fascino discreto della tecnica incisoria, per lo più sconosciuta al grande pubblico e dunque quasi misteriosa in quel suo modo di trasformare le immagini cambiandone il verso e di giocare con la luce e l’ombra, lavorando di punte che incidono il rame con solchi più o meno profondi.
Dall’altro il suono, evocato nelle molte occasioni di festa rappresentate in mostra ma anche diffuso all’ingresso delle sale, con una selezione di musiche barocche che accompagnano il visitatore fin dentro l’esposizione; oltre ad un calendario di concerti dal vivo che offrirà al pubblico un’occasione preziosa di ascolto senza alcun sovraprezzo sul biglietto di ingresso.

“Tono su tono” - proprio nella doppia valenza di tono cromatico e musicale - intende avvicinare il pubblico alla bellezza dell’arte barocca, partendo dalla percezione visiva del segno inciso e da quella sonora della musica del tempo; per assaporare ‘tono su tono’ le molte sfumature di una stagione artistica straordinaria e magnifica.


Tono su tono

2015-06-07

Museo di Roma - Palazzo Braschi

Concerto nell'ambito della mostra: Feste barocche "per inciso"

La selezione di stampe del Seicento esposte al Museo di Roma, come sezione distaccata  della mostra “Barocco a Roma. La meraviglia delle arti”  allestita a Palazzo Cipolla, offre al visitatore una doppia chiave di lettura.
Da un lato, il fascino discreto della tecnica incisoria, per lo più sconosciuta al grande pubblico e dunque quasi misteriosa in quel suo modo di trasformare le immagini cambiandone il verso e di giocare con la luce e l’ombra, lavorando di punte che incidono il rame con solchi più o meno profondi.
Dall’altro il suono, evocato nelle molte occasioni di festa rappresentate in mostra ma anche diffuso all’ingresso delle sale, con una selezione di musiche barocche che accompagnano il visitatore fin dentro l’esposizione; oltre ad un calendario di concerti dal vivo che offrirà al pubblico un’occasione preziosa di ascolto senza alcun sovraprezzo sul biglietto di ingresso.

“Tono su tono” - proprio nella doppia valenza di tono cromatico e musicale - intende avvicinare il pubblico alla bellezza dell’arte barocca, partendo dalla percezione visiva del segno inciso e da quella sonora della musica del tempo; per assaporare ‘tono su tono’ le molte sfumature di una stagione artistica straordinaria e magnifica.


Tono su tono

2015-07-12

Museo di Roma - Palazzo Braschi

Concerto nell'ambito della mostra: Feste barocche "per inciso"

La selezione di stampe del Seicento esposte al Museo di Roma, come sezione distaccata  della mostra “Barocco a Roma. La meraviglia delle arti”  allestita a Palazzo Cipolla, offre al visitatore una doppia chiave di lettura.
Da un lato, il fascino discreto della tecnica incisoria, per lo più sconosciuta al grande pubblico e dunque quasi misteriosa in quel suo modo di trasformare le immagini cambiandone il verso e di giocare con la luce e l’ombra, lavorando di punte che incidono il rame con solchi più o meno profondi.
Dall’altro il suono, evocato nelle molte occasioni di festa rappresentate in mostra ma anche diffuso all’ingresso delle sale, con una selezione di musiche barocche che accompagnano il visitatore fin dentro l’esposizione; oltre ad un calendario di concerti dal vivo che offrirà al pubblico un’occasione preziosa di ascolto senza alcun sovraprezzo sul biglietto di ingresso.

“Tono su tono” - proprio nella doppia valenza di tono cromatico e musicale - intende avvicinare il pubblico alla bellezza dell’arte barocca, partendo dalla percezione visiva del segno inciso e da quella sonora della musica del tempo; per assaporare ‘tono su tono’ le molte sfumature di una stagione artistica straordinaria e magnifica.


Requiem di Mozart

2015-04-13

Auditorium Conciliazione


Messia di Haendel

2015-04-03

Auditorium Conciliazione


Concerto di Pasqua

2015-04-05

San Marcello al Corso


R-Esistenza Jazz | Neko

2015-04-08

Teatro Biblioteca Quarticciolo

Con F. Diodati (chitarra), C. Conti (sax tenore), F. Ponticelli (contrabbasso, basso elettrico), E. Baron (batteria), compagnia Voci e suoni di periferia.
Neko nasce nel 2007 dalla volontà di Francesco Diodati di riunire alcuni tra i musicisti (e amici) a lui più affini sotto il comune tetto di un progetto d'insieme condiviso e paritario. Il repertorio del gruppo si compone per lo più di composizioni originali del leader, e fonde sapientemente linee melodiche, riff aggressivi e improvvisazione, ma comprende anche rivisitazioni di brani di Thelonious Monk, Jeff Buckley, Kurt Cobain. Sono due i dischi all'attivo per l'Auand Records (Purple Bra nel 2010, Need Something Strong nel 2012), che hanno ottenuto riscontri entusiastici da pubblico e critica specializzata..

Satisfaction

2015-04-11

Teatro Biblioteca Quarticciolo

Regia di Messa in scena Raffaele Schettino, con con Alessandro Macrini, Emiliano Gardini, Enza Tomasello, Francesco ¿Kikko¿ Schettino, Raffaele Schettino, Riccardo Sucapane
, compagnia Groucho Teatro.
Concerto-spettacolo sulla storia e sulle musiche dei Rolling Stones, con la band dal vivo ¿Dead Flowers¿.

Jesus Christ Superstar Live

2015-04-04

Teatro Tor Bella Monaca

Con S. Sangermano, R. Fortuna, A. Rugger, M. Sangermano, G. Gori Giorgi, D. Moré Herod, D. Chirico, F. d'Andrea e G. Nicolosi (cori), F. Vitale (chitarra) D. Annecchiarico (tastiere), G. Sessa (basso), D. Miccinilli (batteria).

L’organo di Sant’Antonio dei Portoghesi in Roma (Luglio 2015)

from 2015-07-04 to 2015-07-05

S. Antonio dei Portoghesi


L’organo di Sant’Antonio dei Portoghesi in Roma (Giugno 2015)

from 2015-06-06 to 2015-06-28

S. Antonio dei Portoghesi


Fiorella Mannoia

2015-07-23

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Fiorella Mannoia torna a grande richiesta all’Auditorium Parco della Musica per fare un’altra tappa estiva del suo lungo tour di presentazione del nuovo disco “Fiorella”, un’antologia musicale cui hanno preso parte numerosi amici e colleghi dell’artista romana, che hanno voluto dare il loro contributo a un progetto che celebra in modo speciale i 60 anni di età e i 46 anni di carriera della cantante. Ancora una volta la Mannoia incanterà il pubblico con le mille sfumature della sua voce e con canzoni senza tempo, scritte per lei dai più grandi autori italiani. Fiorella Mannoia è una delle voci più amate della canzone d’autore italiana; camaleontica e appassionata, tra le pochissime artiste ad essere riuscite a combinare il fascino della discrezione e della misura con un’intensità interpretativa coraggiosa e policroma imponendosi come la voce e il controcanto femminile di una canzone d'autore storicamente declinata al maschile. Erede della grande tradizione delle interpreti, ha realizzato la sua carriera cambiando pelle a ogni nuovo disco, traendo sempre nuovi stimoli dalle collaborazioni più disparate, da quella storica con Ivano Fossati a quella più recente con Frankie Hi-NRG.

Nek

2015-11-25

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
A pochi mesi dalla pubblicazione del nuovo album “Prima di parlare”, Filippo Neviani in arte Nek ritorna a esibirsi dal vivo all’Auditorium Parco della Musica per presentare i nuovi brani del suo ultimo lavoro discografico, oltre alle grandi canzoni che hanno segnato la sua brillante carriera, dal debutto ad oggi. Nek si è piazzato al secondo posto nella categoria Big nell’ultimo Festival di Sanremo, dove ha vinto anche il premio “Miglior Esibizione Cover” con la sua incredibile interpretazione di “Se Telefonando” di Mina, e ha ottenuto il Premio per il Miglior Arrangiamento e il Premio Sala Stampa Lucio Dalla. Il suo singolo “Fatti Avanti Amore” ha raggiunto la certificazione oro per le vendite e lo streaming ed è il singolo più trasmesso dalle radio e che ha superato 7 milioni di visualizzazioni.

Alessandro Mannarino

2015-07-17

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Torna a Luglio Suona Bene Alessandro Mannarino, uno dei cantautori più amati di oggi. Nato a Roma nel 1979 inizia la sua attività artistica a partire dal 2001 quando, girando per l’antica suburra del rione Monti, si esibisce in session a cavallo tra il djing e il live acustico. Approda presto alla radio e poi in televisione nel programma “Parla con me” di Serena Dandini grazie al quale viene conosciuto dal grande pubblico. Ha all’attivo tre dischi: Bar della rabbia nel 2009 e Supersantos nel 2011 e Al Monte nel 2014.

Orchestra Popolare Italiana, Ambrogio Sparagna

2015-05-17

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Un progetto originale dell'Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica diretta da Ambrogio Sparagna in collaborazione con il Carpino Folk Festival

l'OPI Orchestra Popolare Italiana
diretta da
Ambrogio Sparagna

incontra
i Cantori e i Musicisti tradizionali del Gargano



Uno spettacolo originale che vedrà protagonista la grande tradizione del canto popolare del Gargano, proposta attraverso la partecipazione di tanti cantori e musicisti tradizionali, provenienti da Carpino, San Giovanni Rotondo, Monte Sant'Angelo, Mattinata, Sannicandro Garganico, Vico del Gargano, Ischitella, Rignano e quelli arbëreshë di Chieuti, in cui le liriche e le tarantelle garganiche, daranno vita ad una grande festa di tammorre e tamburelli, nacchere, chitarre battenti e mandole, organetti e zampogne.
Il Gargano, con la sua straordinaria tradizione ricca di interpreti di poeti e cantori popolari come Matteo Salvatore, I Cantori di Carpino come Andrea Sacco, Antonio Maccarone e Antonio Piccinini, che sarà fra i protagonisti della serata, è stato negli ultimi anni fonte di studio e di ispirazione per la rinascita del grande movimento di recupero della musica popolare pugliese.
I Cantori di Carpino, le affascinanti voci “antiche” delle donne di Ischitella, le tipiche tarantelle di Sannicandro e così come i canti dolenti della tradizione arbëreshë di Chieuti, saranno sostenuti e accompagnati dal vertiginoso ritmo dell’Orchestra Popolare Italiana che darà vita ad uno spettacolo originale. Un omaggio affettuoso verso un territorio affascinante e ancora tutto da scoprire. Un concerto solare di grande energia. Una serata speciale, con voci e suoni di una Puglia antica ma viva e varia.

Sun Kil Moon

2015-06-08

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Reduce dal successo dell’ultimo album a nome Sun Kil Moon Benji , acclamato dalla stampa di tutto il mondo, l'ex leader dei Red House Painters Mark Kozelek torna in Italia con la sua band al completo, i Sun Kil Moon, e per la prima volta si esibirà all’Auditorium Parco della Musica in un attesissimo live.
Mark Kozelek è stato uno dei più grandi musicisti degli anni 90: con i suoi Red House Painters ha dato voce a un folk-rock oscuro e minimale, intriso di rassegnata disperazione, rallentato fino quasi all'immobilità. Con il passare degli anni ha raggiunto la piena maturità artistica attraverso una nuova creatura, i Sun Kil Moon, coi quali ha potuto affinare la sue doti liriche rivelandosi tra i migliori poeti della musica contemporanea. Mark non si ferma un istante e negli ultimi anni ha dato alle stampe numerosi album solisti e lavori frutto di diverse collaborazioni. Solo nel 2013 è stata la volta di Perils from the Sea , realizzato con Jimmy Lavelle e dell’album realizzato con i Desertshore, la creatura formata da Phil Carney ex chitarrista dei RHP, Il batterista Mike Stevens ed il pianista Chris Connolly ed intitolato semplicemente Mark Kozelek&Desertshore . A soli due anni di distanza dal precedente lavoro a nome Sun Kil Moon Among the Leaves , a febbraio Kozelek ha dato alle stampe con i Sun Kil Moon l’album Benji , che vede la collaborazione di artisti del calibro di Will Oldham e Steve Shelley (Sonic Youth). Benji è un album cupo e intimo che affronta con disarmante lucidità e a tratti con cruda ironia la drammaticità della morte grazie a un racconto onesto e dettagliato della vita privata dell’autore. Moltissimi infatti i riferimenti biografici precisi che fanno da struttura all’album, dalla morte dello zio a quella della madre. Probabilmente l’album migliore della sua lunga carriera.

Maxxi Live Music - Rosario Giuliani e Santa Cecilia Jazz Lab

2015-04-03

MAXXI Museo nazionale delle Arti del XXI secolo

Con G. Figliola (chitarra elettrica), D. Piccioni (contrabbasso) e M. Bultrini (batteria).
Rosario Giuliani sassofonista noto a livello internazionale che ha collaborato con musicisti del calibro di Charlie Haden e Phil Woods, si esibisce insieme al Santa Cecilia Jazz Lab, un ensamble composto da tre dei migliori studenti del Dipartimento Jazz del conservatorio.

L’organo di Sant’Antonio dei Portoghesi in Roma (Maggio 2015)

from 2015-05-03 to 2015-05-31

S. Antonio dei Portoghesi


L’organo di Sant’Antonio dei Portoghesi in Roma (Aprile 2015)

from 2015-04-11 to 2015-04-26

S. Antonio dei Portoghesi


Fulvio Sigurtà

2015-05-08

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Fulvio Sigurtà tromba
Federico Casagrande chitarra
Kevin Glasgow basso elettrico
Reduce dall’intrigante esperimento di “SPL” (in trio con Andrea Lombardini al basso elettrico e Alessandro Paternesi alla batteria), disco moderno e a tratti spiazzante, Fulvio Sigurtà torna con un progetto più classicamente jazz.
Poggiandosi sul magnifico basso elettrico di Kevin Glasgow e sulla elegante chitarra acustica di Federico Casagrande, la tromba e il flicorno di Sigurtà ricamano melodie morbide e avvolgenti. In programma brani originali firmati da lui stesso ma anche da Casagrande. I due infatti si alternano regolarmente nel ruolo di autori e si spartiscono più o meno equamente anche le nove tracce originali del nuovo disco “The Oldest Living Thing” (dove al basso elettrico troviamo Steve Swallow) che verranno presentate nell’arco del concerto. Sigurtà e i suoi compagni di viaggio sono alla ricerca di splendide melodie, da uno spunto musicale nascono brillanti intrecci tra i tre strumenti, con i fiati e la chitarra che spesso si alternano nella conduzione delle danze e il basso a sorreggere il tutto con preziosa sapienza e gusto eccellente, osservando la scena dalle retrovie e affiorando qui e là con raffinati virtuosismi e con una voce sempre perfettamente riconoscibile. Sigurtà padroneggia una varietà di timbri che farebbero invidia a molti dei suoi colleghi (l’intro di “Sunday Snow Flakes” ne è un esempio perfetto), Casagrande inventa suoni e armonie che si sposano perfettamente con le idee del leader (“Travel Back”).

Steven Bernstein, Riccardo Fassi

2015-05-12

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Steven Bernstein tromba
Riccardo Fassi pianoforte e tastiere
La rassegna Dialogo presenta l’incontro tra uno dei più originali e creativi trombettisti della scena internazionale, Steven Bernstein e uno tra i più brillanti ed interessanti pianisti italiani, Riccardo Fassi, noto per la collaborazione col leggendario Roswell Rudd, con cui ha registrato il cd “Double Exposure“ e per il grande lavoro svolto come compositore – arrangiatore con la Tankio Band. Il duo suona composizioni di Steven Bernstein e Riccardo Fassi, più altri brani tratti dai più disparati ambiti musicali, che vengono interpretati in maniera del tutto originale ed unitaria.

Trio Contest

2015-05-16

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Enrico Zanisi pianoforte
Joe Rehmer contrabbasso
Alessandro Paternesi batteria


Claudio Filippini pianoforte
Luca Bulgarelli contrabbasso
Marcello Di Leonardo batteria
Se il trio è la forma con più declinazioni nella storia del jazz, questo concerto promette di celebrarne la centralità attraverso il confronto tra due delle formazioni italiane più interessanti del jazz contemporaneo.
Da un lato il pianista Enrico Zanisi, ex énfant prodige oggi apprezzato compositore e interprete, insieme a Joe Rehmer al contrabbasso e Alessandro Paternesi alla batteria; dall’altro Claudio Filippini, pianista raffinato dalla timbrica inconfondibile, con il suo trio composto da Luca Bulgarelli al contrabbasso e Marcello Di Leonardo alla batteria. Un dialogo in musica tra due sensibilità diverse, due artisti che si sono distinti per la costante tensione verso la ricerca di nuove soluzioni compositive e che hanno fatto del trio la propria forma espressiva d’elezione. Un concerto che è anche un’occasione unica di vedere, sullo stesso palco, due formazioni che negli ultimi anni hanno saputo trovare una voce riconoscibile, contribuendo significativamente alla ricerca di un linguaggio jazzistico legato a doppio filo alla tradizione ma, al contempo, aperto a nuove e più moderne suggestioni.

Dear Jack

2015-07-03

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Arrivano a Luglio Suona Bene i Dear Jack, reduci dal 65°esimo Festival di Sanremo, dove hanno partecipato nella categoria “Campioni” con il brano Il Mondo Esplode Tranne Noi . Nel 2014 i Dear Jack hanno pubblicato “Domani è un altro film (prima parte)” che è stato l’album più venduto in Italia nel primo semestre dell’anno, pur essendo pubblicato solo a maggio e hanno totalizzato oltre 18 milioni di visualizzazioni su YouTube con i video dei loro singoli. Nel concerto in cavea i Dear Jack presenteranno i brani del nuovo disco “Domani è un altro film (seconda parte)”
I Dear Jack si formano nel 2012 per condividere il progetto di 4 giovanissimi amici, poi diventati 5 (Il più grande è del 1988, i più giovani del 1992) ognuno con influenze e gusti musicali diversi che spaziano dalla classica, al metal, al R&B: Alessio (voce), Francesco (chitarra), Lorenzo (chitarra), Alessandro (basso) e Riccardo (batteria), l’unico a non essere di Viterbo e provincia (è di Pescara). La band prende il nome da Jack Skeletron, protagonista del film di animazione “Nightmare Before Christmas” di Tim Burton. I Dear Jack partecipano all’edizione 2014 di “Amici”, il talent show condotto da Maria De Filippi, dove riescono ad arrivare in finale e ad aggiudicarsi il “Premio della critica Fanta”. A luglio aprono i due concerti dei Modà negli stadi. I grandi traguardi per i Dear Jack arrivano anche dal punto di vista discografico e radiofonico con il loro album d’esordio “Domani è un altro film – prima parte”, che si è piazzato per ben sette settimane al primo posto delle classifiche italiane, raggiungendo il doppio disco di platino con quasi 150.000 copie vendute, e diventando l’album più venduto in Italia nei primi sei mesi del 2014, pur essendo uscito solo a maggio. I video dei primi quattro singoli, hanno raggiunto complessivamente circa 15 milioni di visualizzazioni.

Paul Weller

2015-07-09

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Paul Weller, uno dei protagonisti assoluti del rock inglese, songwriter intelligente e interprete autentico della sua generazione, ritorna a Luglio Suona Bene (l’ultimo concerto è stato nel 2006) per presentare il nuovo album "Saturns Pattern".
Paul Weller nasce il 25 maggio 1958 a Woking in Inghilterra. Come leader dei Jam si trova a capo di una delle più importanti band del punk inglese. I Jam pubblicano 6 album tra il 1977 e il 1982, “All Mod Cons” è riconosciuto come il punto più alto della loro produzione artistica. Il gruppo si scioglie nel 1974, anno in cui Weller decide di lasciare i compagni e quasi dieci anni dopo si dedica a un nuovo progetto: gli Style Council. Il gruppo pubblica 7 album debuttando nel 1983 con “Introducing the Style Council”. Il loro ottavo album “Modernism - a New Decade”, viene rifiutato dall’etichetta e, in seguito a questo rifiuto Weller e soci decidono di sciogliere il gruppo nel 1990. Nel 1991 nasce il Paul Weller Movement, una live band dedita ai classici del rhythm and blues. A questo punto ha inizio la carriera solista di Paul Weller. Nel 1992 debutta con l’eponimo “Paul Weller”. L’album successivo, “Wild Wood” del 1993 verrà presentato al pubblico con una lunga tournée che porterà al progetto “Live Wood”. Nel 1995 Weller pubblica “Stanley Road”, il suo più grande successo dai tempi dei Jam e best seller con quasi un milione di copie vendute in Inghilterra. Seguono numerosi album di grande successo: “Heavy Soul”(1997), “Heliocentric”(2000), “Illumination”(2002), "Modern Classics: Greatest Hits” (1998), il live "Days of Speed” (2001) il progetto di cover "Studio 150” (2004) “As Is Now”(2005), “Catch Flame” (2006), “22 Dreams” (2008), “Weller at the BBC” (2008), “Wake Up The Nation (2010), “Sonik Kicks” (2012).

Chiara

2015-05-06

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Reduce dal successo all’ultimo Festival di Sanremo con il brano “Straordinario”, arriva all’Auditorium Parco della Musica lo “Straordinario Tour 2015” di Chiara che presenterà dal vivo il suo ultimo lavoro discografico “Un giorno di sole straordinario” in uno spettacolo in cui si alterneranno le canzoni del nuovo disco e i suoi brani più amati, divenuti vere e proprie hit, e imperdibili cover della grande musica internazionale rivisitate con lo stile unico di Chiara. Talento naturale, voce cristallina e spontaneità, in breve tempo Chiara ha conquistato pubblico e critica, oltre alla stima di grandi autori italiani, e ha messo a segno un successo dopo l’altro. Dalla sua trionfale vittoria a X Factor 6, Chiara in pochi mesi ha partecipato al Festival di Sanremo, conquistato il primo multiplatino con il singolo “Due respiri”, seguito poi dal disco d’oro del primo album di inediti “Un posto nel mondo”, dal triplo platino di “Stardust” in duetto con Mika e da un lunghissimo tour in tutta Italia.

Moreno

2015-04-11

Atlantico Live

Sul palco dell'Atlantico Live Moreno il rapper che 2013 è salito alla ribalta per aver partecipato e vinto la dodicesima edizione del talent show Amici di Maria De Filippi. Ha vinto nel medesimo programma, il relativo Premio della critica giornalistica. È stato inoltre il primo rapper ad essere stato ammesso nel talent show di Canale 5..

#SopracèGente

2015-04-02

Cantieri Rubattino


Concerto di Primavera - Piano for life

2015-04-11

Chiesa Cristiana Evangelica Battista


Danzando tra due pianoforti

2015-04-19

Sala dell'Immacolata


La Sinfonia dei Giocattoli

2015-04-19


Mumford & Sons

2015-06-30

IPPODROMO CAPANNELLE


Noel Gallagher's High Flying Birds

2015-07-09

IPPODROMO CAPANNELLE


Robbie Williams "Let me entertain you tour 2015"

2015-07-07

IPPODROMO CAPANNELLE


Inspired by Italy - The Romantic Poets in Song

2015-05-28

SANTA MARIA DEL PRIORATO

A Concert for the Keats-Shelley House on  Santa Maria del Priorato.
A rare opportunity to experience a suite of songs which together attest to the influence of Italy on the minds and hearts of the Romantic poets.
Composers include Strauss, Mendelssohn, Wolf, Quilter, Ireland, Britten, Respighi, and Parry, whose songs celebrate the works of Keats, Shelley, Byron and others.
Chris Elliott: tenor, Ingrid Sawers: pianist.


Due modi di pensare il mandolino: la tradizione italiana e giapponese delle orchestre a plettro

2015-04-11

Teatro di Villa Torlonia


Francesco De Gregori

2015-07-15

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Francesco De Gregori

Guido Guglielminetti basso, contrabbasso
Paolo Giovenchi chitarre
Lucio Bardi chitarre
Alessandro Valle pedal steel guitar, mandolino
Alessandro Arianti hammond, piano
Stefano Parenti batteria
Elena Cirillo violino, cori
Giorgio Tebaldi trombone
Giancarlo Romani tromba
Stefano Ribeca sax



A Luglio Suona Bene tappa estiva del “ Vivavoce Tour” che Francesco De Gregori sta portando nei teatri di tutta Italia. “ Vivavoce ” è il doppio album certificato disco di platino in cui rivisita con arrangiamenti inediti ventotto tra i più importanti e significativi brani del suo repertorio. L'album contiene “ Il futuro ”, cover del brano “ The future ” di Leonard Cohen, che De Gregori ha riadattato in italiano e proposto spesso live nei suoi concerti e una versione de “ La ragazza e la miniera ”, arrangiata e realizzata da Ambrogio Sparagna con l’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica. Il quarto singolo estratto dall’album (dopo “ Alice ”, in una nuova versione cantata in duetto con Ligabue, “ La donna cannone ”, in una nuova versione che vede la collaborazione di Nicola Piovani e “ Generale ”) è “La leva calcistica della classe '68” , nella nuova versione. Nel tour Francesco De Gregori sarà accompagnato dalla sua band formata da Guido Guglielminetti (basso e contrabbasso), Paolo Giovenchi (chitarre), Lucio Bardi (chitarre), Alessandro Valle ( pedal steel guitar e mandolino), Alessandro Arianti ( hammond e piano), Stefano Parenti (batteria), Elena Cirillo (violino e cori), Giorgio Tebaldi (trombone), Giancarlo Romani (tromba) e Stefano Ribeca ( sax ).

Ghost

2015-04-24

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
I Ghost presentano all’Auditorium Parco della Musica il nuovo album “Guardare Lontano”, terzo progetto della band romana che racchiude sonorità nate dalla fusione di rock ed elettronica. Il disco arriva dopo il fortunato album “La vita è uno specchio” che nella prima settimana di vendita si è piazzato al settimo posto della classifica TOP OF THE MUSIC FIMI/GFK degli album più venduti. Il concerto, che aprirà il "Ghost Tour 2015", sarà un grande contenitore di musica live in linea con il “marchio di fabbrica” che da anni contraddistingue la band; Alex e Enrico Magistri, polistrumentisti, arrangiatori e autori dei propri brani, hanno da sempre voluto diffondere la propria musica attraverso l’esperienza diretta del live e anche in questo tour saranno accompagnati da una band di altissimo livello, che saprà sicuramente valorizzare le performance del leader Alex Magistri, un cantante-sassofonista che esprime contemporaneamente queste due anime "solistiche" con un'intensità equivalente e un particolare carisma.

Federico Casagrande

2015-05-09

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Federico Casagrande chitarra acustica
Michele Rabbia percussioni ed elettronica
Vincent Courtois violoncello
Vincent Peirani accordion
Federico Casagrande presenta all’Auditorium Parco della Musica il nuovo album intitolato At the End of a Day . Al suo secondo disco da solista, e con otto alle spalle come leader e co-leader, il chitarrista trevigiano, da anni residente a Parigi, racconta in questa sua ultima fatica il cambiamento e una nuova messa in discussione come uomo e come artista. Messa da parte la chitarra elettrica, una Fender Telecaster, che lo aveva sempre contraddistinto come suono e tecnica, Casagrande sceglie questa volta il suono acustico, segno emblematico di cambiamento. Con At the End of a Day , quindi, si chiude una fase della sua vita e si affronta, alla fine del giorno e all’alba di quello successivo, una nuova fase artistica che porterà sicuramente Federico a sperimentare un nuovo spazio sonoro.
" In quello che è divenuto a tutti gli effetti il mio porto, casa mia, Parigi, il disco è concepito in una dimensione che mi permette di prendere la distanza e di poter riflettere e misurare i passi da fare. Le scelte musicali riflettono appieno questa condizione; è un disco decisamente di cambiamento, molto differente da tutta la produzione discografica precedente. Una direzione che prima di tutto è stata per me una sorpresa; il cambiamento porta sempre in sè il seme della sorpresa; in musica come nella vita ogni volta che si decide di prendere un cammino diverso si va inevitabilmente in contro all'inaspettato e si scoprono parti di sé fino a prima sconosciute ." Federico Casagrande

Giovanni Allevi

2015-07-24

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Giovanni Allevi pianoforte



Giovanni Allevi torna a Luglio Suona Bene per presentare i brani del suo nuovo album “Love”, un diario musicale autentico, sincero e fortemente emotivo, che raccontano l’amore nelle sue molteplici forme. A quattro anni dal Disco di Platino “Alien” e dopo l’esperienza sinfonica dell’album “Sunrise”, contenente il Concerto per Violino e Orchestra in Fa minore, Giovanni Allevi torna al pianoforte solo con un nuovo progetto "Love", un viaggio nell’anima per tornare ad amare il mondo.

Radiodervish

2015-05-23

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Nabil Salameh voce, buzuki, percussioni
Michele Lobaccaro chitarra, basso, cori
Alessandro Pipino tastiere, fisarmonica, cori
Adolfo La Volpe oud, chitarra elettrica
Pippo Ark D'Ambrosio percussioni
“Cafè Jerusalem” è il titolo del nuovo progetto musicale dei Radiodervish. Un album dove viene data voce e suono ai ricordi di una società che ha vissuto una travolgente trasformazione intorno alla metà del secolo scorso nella città di Gerusalemme. Entrando nella dimensione del caffé mediorientale ci si rivela il carattere multiculturale di una città dove tradizione e modernità si confrontano e dove, grazie alla presenza dei racconti degli Hakawati, i cantastorie che animavano i caffè di Gerusalemme, si entra facilmente in dimensioni fiabesche e surreali parallele. L'eredità culturale palestinese custodita nei semplici oggetti, negli eventi e nella memoria dei personaggi viene mostrata a partire dalla scoperta dell’amore verso il diverso e dall’amara consapevolezza delle difficoltà implicite, in quanto inevitabili trasformazioni hanno mutato il percorso storico di quella terra. Gerusalemme, ancora oggi, continua ad essere al centro di un conflitto singolare, ricco di simboli che condizionano la storia e la coscienza del mondo. Canzoni e brani strumentali si alternano in un affresco impressionistico ispirato ad un testo ambientato nella città eterna concepito da Paola Caridi, scrittrice e giornalista che ha vissuto a Gerusalemme per più di dieci anni.

BandAdriatica

2015-04-17

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
BandAdriatica

feat.
Javier Girotto
Massimo Carrano


L’Adriatico è una “Babilonia” di lingue e culture e BandAdriatica ne ha percorso le rotte per trovare tradizioni che comunicano fra loro grazie a fonemi ancestrali. In una straordinaria avventura musicale: qualche tempo fa i componenti della banda si sono imbarcati sul veliero “Idea 2” che li ha condotti nei porti delle due sponde dell’Adriatico dove hanno incontrato numerosi altri artisti importanti con i quali sono state composte le musiche poi diventate il nuovo repertorio adriatico. Da Venezia a Capodistria, da Dubrovnik a Durazzo fino a Otranto, “Idea 2” continua idealmente a mettere in comunicazione tra loro dei musicisti-marinai che raccontano in musica le proprie esperienze di viaggio, come se fosse una continua Babilonia di melodie e ritmi. “Babilonia” è anche il titolo del nuovo CD di Bandadriatica, edito dalla Finisterre e presentato in prima nazionale, prodotto grazie al sostegno di Puglia Sounds Record.

Capobanda

2015-04-26

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Antonio Capobianco voce, chitarra acustica, cori
Salvatore Capobianco voce, chitarra acustica, cori
Davide Costantini basso elettrico
Daniele De Seta chitarra elettrica, dobro, chitarra acustica, cori
Adriano Dragotta violino
Domenico Labanca tastiere, pianoforte
Roberto Palladino batteria
Lorenzo Perracino sax
Si intitola “Ritratto Impersonale” il secondo progetto discografico dei Capobanda. Il gruppo canta la voglia di libertà dell’individuo, lontano dagli stereotipi di massa che condizionano lo stile di vita contemporanea. Un vero e proprio ritratto analizzato attraverso i vizi e le virtù dei personaggi descritti nelle canzoni. Un ritratto oggettivo, scevro da ogni giudizio di merito o condanna. Lo sguardo al passato stilistico e musicale, in modo particolare al cantautorato anni ’70, viene sviluppato in ambito moderno con forti e profonde riflessioni sull’attualità, portando alla luce le debolezze e le ipocrisie di maniera della nostra società. Canzoni di “discese ardite e di risalite” che ti segnano dentro, tra accordi e parole, di scrittura matura, capace di unire modi d’autore con gusto melodico di pregio, di inconfondibile matrice romana Folkstudio.

Daniele Tittarelli, New Talents Jazz Orchestra

2015-04-14

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Daniele Tittarelli
con la
New Talents Jazz Orchestra
di Mario Corvini

arrangiamenti di
Mario Corvini e Gianluigi Giannatempo
Per la serie Recording Studio, la rassegna che permette al pubblico di assistere alla registrazione in studio dei dischi della Parco della Musica Records, la New Talents Orchestra e il sassofonista Daniele Tittarelli, diretti da Mario Corvini presentano “Extempora”. Si tratta di una proposta musicale in due parti: nella prima si eseguono le sette partiture che compongono l'opera prima dell’orchestra, con ospite al sax soprano e contralto Daniele Tittarelli. Nella seconda parte s’intraprende il viaggio attraverso la creatività illogica e istintiva, tema da cui il progetto prende spunto, con solisti che propongono idee melodiche e con la direzione musicale che permea il tutto in un unico blocco, canovacci che prendono vita restituendo al pubblico la propria visione della musica. “Extempora” è l'espressione guidata dalle convenzioni gestuali del direttore Mario Corvini, come se a condurre l’orchestra fosse uno strumento musicale, una simbiosi tra la gestualità e il suono, che Tittarelli filtra e rende suo.

Ludovico Einaudi "In a timelapse tour"

2015-08-02

Terme di Caracalla


La Boheme

from 2015-07-25 to 2015-08-07

Terme di Caracalla


Turandot

from 2015-07-15 to 2015-08-08

Terme di Caracalla


Madama Butterfly

from 2015-07-06 to 2015-08-06

Terme di Caracalla


Bob Dylan and his Band

2015-06-29

Terme di Caracalla


Scorpions

2015-11-09

Palalottomatica


Nesli

2015-05-18

Atlantico Live


Moreno

2015-04-11

Atlantico Live


Blind Guardian + special guest

2015-05-06

Atlantico Live


Behemoth + Bolzer

2015-04-15

Atlantico Live


Verdena

2015-07-14

IPPODROMO CAPANNELLE


Sam Smith

2015-06-21

IPPODROMO CAPANNELLE


Ms Lauryn Hill

2015-07-13

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Lauryn Hill
Lauryn Hill tornerà in concerto nel nostro paese per un’unica data al festival Luglio Suona Bene. La cantautrice (pianista, chitarrista, attrice) che ha reinventato la musica nera integrando rap, reggae, soul, hip hop, blues e R&B, porterà nella Cavea tutta la sua rinnovata energia, 17 anni dopo il suo debutto da solista, a seguito dello scioglimento dei Fugees, con i quali ha ottenuto nel 1997 un clamoroso successo internazionale (“Killing me softly”).
Artista unica e fuori dagli schemi, dotata di straordinarie capacità vocali e di uno stile inconfondibile, è considerata la madre del genere neo-soul. Vincitrice per la prima volta nella storia della musica di cinque Grammy Awards in una sola serata nell’edizione del 1999, ritiratasi più volte dalla scena musicale (dichiarando di non amare l'ambiente dello show-business) ritorna più in forma che mai.

Rodriguez in concerto

2015-05-20

GranTeatro


Damien Rice

2015-07-25

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Damien Rice ritorna a distanza di 3 anni da un memorabile concerto sold out a Luglio Suona Bene per presentare il suo nuovo e attesissimo album My Favourite Faded Fantasy , il terzo dopo “O” e “9” e atteso da 8 anni. Con i primi due album Damien Rice si è conquistato, a giusto titolo, pubblico e critica, che l’ha definito, come «un mix perfetto di arte, personalità e presenza scenica» (Los Angeles Times) o «il più emozionante e incoerente cantautore al mondo» (Newsweek). Damien Rice debutta a livello internazionale nel 2002 con il disco “O”, una perla di straordinaria bellezza che rimane per ben 80 settimane nella UK Top Album Chart,10 settimane nei Billboard 200, vendendo oltre 2 milioni e mezzo di copie in tutto il mondo (1 milione solo in UK). Nell’album è contenuta anche la splendida The Blower’s Daughter, scelta come colonna sonora del film Closer, nominato agli Oscar nel 2004. Nello stesso anno conquista una nomination ai Brit Award e agli NME Awards ma, soprattutto, diventa il primo artista irlandese a vincere il prestigioso Shortlist Music Prize. Il suo secondo disco, “9”, esce nel 2006 ed è accompagnato da un altro successo di critica e pubblico. Dopo la pubblicazione del disco Damien ottiene una nomination ai Brit Awards come miglior artista internazionale. Il tour porta alla pubblicazione di un album dal vivo, “Live From the Union Chapel”. Damien Rice ha contribuito spesso a campagne sui diritti civili, compresa la pubblicazione del singolo Unplayed Piano a supporto della campagna Free Aung San Suu Kyi 60th Birthday Campaign, iniziativa globale per la liberazione del Premio Nobel per la Pace birmano.

Takadum Orchestra

2015-04-19

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Lavinia Mancusi voce, violino
Valeria Villeggia voce, arpa
Alessandro Floridia chitarra, voce
Gianpaolo Casella tromba, voce
Bruno Zoia contrabbasso
Simone Pulvano riqq, darbuka, daf, sajat
Gabriele Gagliarini darbuka, cajon, djembe, davul, daf
Fabrizio Mastromartino darbuka
Giovanni Squillacioti darbuka, riqq, daf
Emanuela Maccioni doholla
Michela La Perna doholla
Gaetano Schillaci doholla
Umberto Baruffaldi daf
Walid Cheikh daf
Antonella Milano davul

ospiti
Ziad Trabelsi ‘oud, voce
Alessandro D’Alessandro organetto
Saad Ismail voce
Paolo Modugno daf iraniano
Sciahina danza
La Takadum Orchestra torna dopo quasi due anni all’Auditorium Parco della Musica per presentare il suo terzo lavoro discografico prodotto dalla Helikonia. La formazione guidata dai percussionisti Simone Pulvano e Gabriele Gagliarini, continua la sua ricerca tra i canti e le melodie del Mediterraneo, questa volta concentrando la propria attenzione sul tema della migrazione. I popoli nel corso dei secoli si sono sempre “spostati”, per motivi politici, economici, religiosi, spesso costretti e spinti dall’idea di un posto migliore in cui vivere. Tra mito, storia e fantasia, i brani raccolti rappresentano diversi aspetti di un’unica idea, quella del viaggio, per fuggire, per raggiungere o semplicemente per sognare. Il massiccio impianto ritmico-percussivo, cifra stilistica dell’orchestra, si presenta al gran completo arricchito dalla presenza del contrabbassista Bruno Zoia. Sul tessuto melodico-armonico disegnato dal trombettista Gianpaolo Casella e dal chitarrista flamenco Alessandro Floridia, spiccano le voci di Lavinia Mancusi e Valeria Villeggia che da anni lavorano sul repertorio popolare delle diverse sponde del Mediterraneo. Il concerto è arricchito dalla presenza di Ziad Trabelsi, voce e ‘oud dell’Orchestra di Piazza Vittorio, di Alessandro D’Alessandro, direttore dell’Orchestra Bottoni, del produttore del disco e percussionista Paolo Modugno, del Maestro di danza orientale Saad Ismail e della danzatrice Sciahina.

Mario Biondi

2015-05-20

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
Dopo il grande successo del "Sun Tour", che ha toccato le principali città italiane, e dopo il trionfo sui palchi più prestigiosi d'Europa, a maggio Mario Biondi tornerà ad esibirsi dal vivo nella Sala Santa Cecilia per un nuovo live teatrale. Una voce calda, profonda, sensuale, eppure limpida e sicura: Mario Biondi, all'anagrafe Mario Ranno, ha coltivato con cura e pazienza la sua passione musicale, a partire dagli ascolti fatti già in tenerissima età accanto al padre cantante, Stefano Biondi, in ricordo del quale Mario ha assunto l'attuale nome d'arte. Tante diversissime esperienze sono valse a formare il grande artista d'oggi: dai cori in chiesa ai turni nelle sale di registrazione per etichette di nicchia, senza trascurare lo studio e il perfezionamento della lingua inglese, lui, catanese per nascita e per indole. Appassionato di musica soul, dal 1988 apre alcuni concerti di interpreti ed autori del panorama internazionale, primo tra tutti Ray Charles. Ma l'opportunità più grande gli si prospetta con la pubblicazione in Giappone del singolo “This is what you are”, che rimbalza sulla consolle di Norman Jay, celebre dj della BBC1, che, innamorato del pezzo lo rilancia per tutta Europa. Da quel momento in poi la carriera di Mario Biondi è una serie inarrestabile di successi discografici e di concerti sold out.

Fedeltà Pop&Mamavegas

2015-04-11

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
A tre anni di distanza dal disco di esordio, l’apprezzato “Hymn for the Bad Things”, tornano i Mamavegas con “Arvo”, album che prende il titolo dal nome di un lago artificiale. Un luogo reale ma che potrebbe essere anche solo immaginato, falso, costruito e che parte da un paradosso: quello della natura “imposta alla natura”, quasi una “violenza” nei confronti della natura stessa, per riflettere sulle incongruenze che caratterizzano la nostra vita. “Arvo” è quindi un rifugio reale (dai problemi, dalle ansie e dal cemento) ma anche illusorio. Una suggestione, una finzione di ciò che è naturale. In questo nuovo lavoro i Mamavegas sono ripartiti dalla loro essenza: quella di un gruppo formato da sei persone di gusti ed estrazioni musicali diverse (con esperienze passate e parallele che vanno dal jazz, alla musica elettronica e sperimentale, passando per ambiti più classicamente rock) che interagiscono alla perfezione dando vita a un sound mutevole e ricco.

POP-olare&Simone Avincola

2015-04-24

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Simone Avincola voce
Edoardo Petretti tastiere, fisarmonica
Stefano Ciuffi chitarre
Davide Vaccari chitarre
Matteo Alparone basso elettrico
Luca Monaldi batteria, percussioni
Considerato “uno dei nuovi ribelli della canzone d’autore”, Simone Avincola ha conquistato l’attenzione di artisti e addetti ai lavori. Tra questi Fiorello, che l’ha ospitato per un'intera stagione nella sua “Edicola Fiore” e ha prestato la sua voce in “#famoseNserfi”, brano ironico e surreale sull'omonima moda del momento; Freak Antoni, che ha duettato nel brano “Così canterò tra vent'anni” e recentemente Riccardo Sinigallia che ha registrato insieme a Simone una versione unplugged dell'inedita “Io Mi Fermo Qua”. “Scrivendo testi e musiche di valore universale affacciandosi su prospettive sociali con gran sensibilità e capacità” (Il Fatto Quotidiano), Simone Avincola, dopo il successo di “Così canterò tra vent’anni” (2014), "uno dei migliori 10 dischi dell'anno" (L'Espresso), rivelatore del talento del giovane cantautore romano, ha appena ultimato il suo nuovo disco “KM28” che presenterà ufficialmente all’Auditorium con un live “esclusivo, ricco di energia, ospiti e tante sorprese”.

Nina Zilli

2015-05-09

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Il vulcanico talento di Nina Zilli torna all’Auditorium Parco della Musica di Roma dopo il successo alla 65esima edizione del Festival di Sanremo con il brano “Sola”, primo singolo estratto dal nuovo disco “Frasi&Fumo”, prodotto da uno dei più grandi musicisti e produttori italiani, Mauro Pagani.
“ Sono una cantante, amo ogni posto dove si possa cantare! Che sia un teatro o un club, con quell’energia sudata e fumosa, con la ‘caldazza’ e l’umanità che ti avvolge a ogni nota ”.
Con la sua verve e raffinatezza indiscusse, Nina Zilli è pronta a conquistare il pubblico con le canzoni del nuovo disco e i suoi successi più amati, insieme a brani in cui si incontrano gli amori e i riferimenti musicali dell’artista: dal soul, al blues, al jazz, fino all’incanto di Nina Simone e di Etta James. Nina Zilli ha all’attivo tantissimi concerti sold out, due dischi di platino, tre d’oro, e tre partecipazioni a Sanremo: nel 2010 nella categoria Nuova Generazione con L’uomo che amava le donne - classificatosi al terzo posto e che vinse il Premio della critica “Mia Martini”, il Premio Sala Stampa Radio Tv e il Premio Assomusica per la Migliore esibizione live tra gli artisti in gara nella sezione giovani, nel 2012 con Per sempre, e nel 2015 “Sola”. Inoltre ha rappresentato l’Italia all’Eurovision Song Contest con il brano L’Amore è femmina (Out of Love), ha vinto due Wind Music Awards, ed è stata candidata agli MTV Europe Music Awards e ai TRL Awards. Vanta collaborazioni illustri con Mauro Pagani, Africa Unite, Franziska, Giuliano Palma, Fabrizio Bosso, J-Ax, fino alle canzoni prestate a film (il singolo “50mila” con Giuliano De Palma è stato scelto da Ferzan Ozpetek per il film “Mine Vaganti”), pubblicità e videogiochi culto come Pes (con i brani “50mila” e “L’inferno”).

Musiche di Robert Schumann e Ludwig van Beethoven

2015-06-12

Museo-Laboratorio della Mente


Musiche di Antonín Leopold Dvořák

2015-05-15

Museo-Laboratorio della Mente


Musiche di Antonio Vivaldi

2015-04-17

Museo-Laboratorio della Mente


MusicALmente

from 2015-02-27 to 2015-06-12

Museo-Laboratorio della Mente


I Vianella - Semo gente de borgata

from 2015-04-07 to 2015-04-26

Teatro Roma

Con E. Vianello, W. Goich, presentato da Teatro Roma.
I Vianella ripercorrono la loro storia artistica e sentimentale con racconti, aneddoti, curiosità e sketch cantando i loro grandi successi..
Per informazioni 06.7850626 www.ilteatroroma.it.

8° Festival Latinoamericano - 2015

2015-04-18

Chiesa S. Maria Addolorata a Piazza Buenos Aires


Negrita Tour 2015

2015-04-21

Palalottomatica


Marco Mengoni

2015-05-14

Palalottomatica


Eros Ramazzotti in concerto

from 2015-10-14 to 2015-10-16

Palalottomatica


Bob Sinclar + Quentin Mosimann

2015-04-24

Atlantico Live


A very special evening with Dave Matthews Band

2015-10-20

Palalottomatica


DUPLICATO DI [Stromae]

2015-09-06

IPPODROMO CAPANNELLE


Stefano Battaglia

2015-04-28

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Stefano Battaglia pianoforte
Una serata con il pianista Stefano Battaglia e il suo ultimo progetto “Musica Salva”. “Per Musica Salva si vuole intendere quel tradizionale gesto musicale la cui ispirazione, il cui significato e i cui contenuti sono di natura e origine extramusicale. Quel particolare spazio dell’agire in musica che nasce per celebrare, omaggiare qualcosa o qualcuno, un preciso raggio creativo che si prefigge di dare luce o semplicemente ricordare persone, luoghi e avvenimenti. O anche quella prassi della composizione e/o dell’improvvisazione ispirata, derivata e nutrita da riferimenti esterni ai linguaggi musicali ma da cui i linguaggi musicali da sempre si sono avvalsi come fonte d’ispirazione primaria: opere letterarie, coreografie, immagini (pittoriche o fotografiche). O, ancora, musica la cui ragione d’essere è rituale e propiziatoria, la cui sorgente e la cui destinazione non ha né radici né obiettivi esclusivamente e specificatamente musicali, per questo va a collegarsi direttamente con il significato stesso, dunque la filosofia, della musica. Musica che salva ciò da cui trae ispirazione e verso cui si offre; e al contempo è salvata perché la sua funzione celebrativa la sottrae da condizionamenti filologici e filtri musicologici”.

Joe Satriani

2015-10-07

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
Joe Satriani chitarra
Mike Keneally tastiere, chitarra
Marco Minnemann batteria
Bryan Beller basso

Joe Satriani torna in Italia con il suo “The Shockwave Tour” per la prima volta nei teatri. A maggio 2013, Joe Satriani ha pubblicato il suo ultimo album solista, “Unstoppable Momentum”. Registrato allo studio Skywalker Sound, vicino a San Francisco, il disco è stato prodotto da Satriani e Mike Fraser e contiene undici brani che vedono la partecipazione di musicisti di prim’ordine come Vinnie Colaiuta (Sting, Jeff Beck, Frank Zappa, Megadeth) alla batteria, Chris Chaney (Janes Addiction) al basso e Mike Keneally (Dethklok) alle tastiere. Dopo aver iniziato la sua carriera come insegnante di alcuni tra i principali chitarristi degli anni ’80 e ’90, come Kirk Hammet dei Metallica e Steve Vai, Joe Satriani è stato riconosciuto a livello mondiale come uno dei chitarristi rock più influenti fin dall’uscita nel 1987 del suo album di debutto “Surfing With The Alien”. Da allora Satriani, che cita Jimi Hendrix come sua principale influenza, ha consolidato la sua reputazione come fenomeno della sei corde: Mick Jagger lo ha scelto nel 1988 per accompagnarlo in tutto il mondo nel suo primo tour da solista, e i Deep Purple lo hanno chiamato a suonare con loro in Europa e Giappone nel ‘95. Dopo aver pubblicato numerosi e acclamati album solisti, nel 1996 Satriani dà vita al progetto G3, e intraprende una serie di tour sold out ai quattro angoli del globo al fianco di Steve Vai ed Eric Johnson. Nel 2009 si unisce a Sammy Hagar e Michael Anthony dei Van Halen e a Chad Smith dei Red Hot Chili Peppers per formare i Chickenfoot, con i quali pubblica l’omonimo album di debutto, a cui fa seguito “III” del 2011. Con il supergruppo Satriani ha intrapreso un tour europeo nel 2012; nello stesso anno ha pubblicato il DVD/Blu-Ray del film in 3D “Satchurated: Live In Montreal”.

Robben Ford

2015-05-14

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Robben Ford chitarra

in apertura
Simone Boffa Band
Il chitarrista americano, capace di fondere stili diversi come il rock - pop e folk, è senza dubbio uno dei pochi musicisti che può vantare collaborazioni discografiche con Miles Davis, i Kiss, Burt Bacharach e Muddy Waters, George Harrison, Michael McDonald, Joni Mitchell e innumerevoli altri nomi. Robben Ford, che la rivista Musician ha definito uno dei "100 più grandi chitarristi del 20 ° secolo", ha sviluppato la sua reputazione nel mondo jazz e pop degli anni ‘70 e '80, come solista, membro del rivoluzionario gruppo fusion LA Express e sideman con Joni Mitchell, Miles Davis e altri. Ma egli emerse dal nord della California negli anni '60 come membro della Charles Ford Blues Band . In quel gruppo - formato con suoi fratelli e che portava il nome del padre - ha accompagnato leggende del blues come Jimmy Witherspoon e Charlie Musselwhite, forgiando di fatto un suo personalissimo stile blues.

Crosby, Stills, Nash

2015-10-04

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
David Crosby
Stephen Stills
Graham Nash
Ritorna all’Auditorium Parco della Musica il più leggendario trio della storia del rock. David Crosby, Stephen Stills e Graham Nash faranno tappa a Roma nel corso del tour che è partito dagli Stati Uniti in primavera e toccherà in estate i luoghi più prestigiosi di diverse città d’Europa.
Dopo più di 4 decadi dalla prima volta in cui i CSN hanno armonizzato le loro voci a Laurel Canyon e hanno eseguito il loro primo concerto al leggendario Woodstock Festival, i suoi membri proseguono una delle più lunghe ed influenti partnership creative della scena musicale. Ha scritto David Crosby: “ Tutti e tre eravamo dei ragazzi di talento, ma solo noi sapevamo che quella combinazione era in qualche modo benedetta. Noi tre avevamo voci differenti. Avevamo accenti differenti. Avevamo attitudini differenti. La cosa, però, che successe quando mettemmo insieme le nostre voci fu sorprendente. Come cominciammo a cantare, sapevamo di essere in qualcosa di nuovo, in una splendida terra incognita. C’era qualcosa di magico lì ”.
David Crosby, Stephen Stills e Graham Nash sono stati tutti inseriti nella Rock and Roll Hall of Fame 2 volte, una con i CSN e una rispettivamente con The Byrds, Buffalo Springfield e The Hollies. Sono anche stati inseriti nella Songwriter's Hall of Fame sia come membri del gruppo che come artisti individuali. La musica dei CSN è divenuta una pietra angolare del Rock 'n roll a partire dall' omonimo album d'esordio del 1969, inserito da Rolling Stone nei 500 migliori album di tutti i tempi. Da allora attraversando cambi di epoca, diverse configurazioni e acclamate carriere soliste Crosby, Still&Nash hanno continuato ad andare in tour e in studio di registrazione come un trio. Nel 1970 uscì Deja-Vù, anch'esso nominato tra i top 500, che fu il primo album che prevedeva la presenza di Neil Young nel gruppo (CSN&Y). Da allora attraverso periodi diversi e diverse configurazioni Crosby, Stills e Nash continuano a registrare e ad andare in tour come "threetogether". Nell' ottobre del 2009 CSN hanno suonato ad un memorabile concerto al Madison Square Garden di New York in occasione del 25° anniversario della Rock and Roll Hall of Fame, di cui CSN sono entrati a far parte nel 1997.

Cinzia Tedesco

2015-04-25

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Cinzia Tedesco voce
Stefano Sabatini pianoforte, arrangiamenti
Giovanna Famulari violoncello
Luca Pirozzi contrabasso
Pietro Iodice batteria


“Verdi’s Mood” by Cinzia Tedesco è un progetto musicale originale e unico in Europa nel suo genere, di grande valenza artistica e culturale perché moderno mezzo di divulgazione della grande tradizione musicale Italiana che vede in Giuseppe Verdi un simbolo indiscusso e universale. Cinzia Tedesco è una vocalist poliedrica dalla forte personalità artistica. Con “Verdi’s Mood” propone arie verdiane celeberrime con una rilettura in cui la grandezza dell’originale melodia vive e risuona anche all’interno di armonie jazz. Tra le arie in scaletta “La donna è mobile” (dal Rigoletto), “Merce’ dilette amiche” (dai Vespri Siciliani), “Addio del passato” (da La Traviata), ”Tacea la notte” (da Il Trovatore), sino al “Va, Pensiero“ (dal Nabucco), un concerto coinvolgente ed emozionante e che rappresenta una vera novità nel panorama jazzistico italiano.

Gianluca Petrella Cosmic Reinassance

2015-05-26

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Gianluca Petrella direzione, trombone
Mirco Rubegni tromba
Francesco Ponticelli basso
Federico Scettri batteria
Simone Padovani percussioni
Dopo sette anni di vita, tre dischi e una serie nutrita di concerti in gran parte d’Europa, la Cosmic Band si presenta, per la nuova stagione, con una formazione completamente rielaborata. Il progetto originario nasce nel 2007 per celebrare la musica di Sun Ra e prende presto il passo e le sembianze del leader Gianluca Petrella, che disegna un repertorio totale e altrettanto visionario, nel quale convivono mondi sonori e artistici apparentemente lontani filtrati dalla sua personalità. Con il quintetto, l’idea musicale si fonda su una ricerca nuova, ancor più libera e personale, e su forme sonore in continua evoluzione, capaci di adattarsi con più facilità alle situazioni più svariate.

Stromae

2015-07-08

IPPODROMO CAPANNELLE


Damian "Jr.Gong" Marley

2015-07-01

IPPODROMO CAPANNELLE


Slipknot + At The Gates e King 810

2015-06-16

IPPODROMO CAPANNELLE


Alt - J

2015-06-14

IPPODROMO CAPANNELLE


Porta di Roma LIVE - Jarabe De Palo

2015-07-25

Centro Commerciale Porta di Roma


Pet Shop Boys

2015-06-25

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Neil Tennant voce, chitarra
Chris Lowe tastiere


Per la prima volta all’Auditorium Parco della Musica arrivano le icone del pop elettronico Pet Shop Boys, rappresentate dal cantante Neil Tennant e dal tastierista Chris Lowe. Con 12 album alle spalle, più di 50 milioni di dischi venduti in tutto il mondo e numerose vittorie ai Grammy Awards e ai Brit Awards, i Pet Shop Boys sono il duo inglese più famoso e di successo della storia del pop.
Lo show comprende straordinarie coreografie, numerosi costumi, filmati commissionati in esclusiva che interagiscono con i performer e i danzatori sul palcoscenico e un sorprendente gioco di luci e di effetti laser. In anni recenti i Pet Shop Boys, con i loro spettacolari show visuali, sono stati gli headliner dei più importanti festival, come il Sonar di Barcellona, Glastonbury in Gran Bretagna, Roskilde in Danimarca, il Vivid di Sydney, e molti altri ancora.
Lo show nella Cavea dell’Auditorium sarà uno degli ultimi dell’”Electric World Tour”, che finora ha collezionato 108 tappe in 47 Paesi diversi.
I Pet Shop Boys sono stati 22 volte nelle Top Ten europee, un riconoscimento che è stato considerato come la massima onorificenza per la musica inglese quando hanno ricevuto l’”Outstanding Contribution to Music Award” ai Brit Awards del 2009. Lo celebrarono con un medley di 12 minuti, con la partecipazione di Brandon Flowers dei Killers e di Lady Gaga.

Giovanni Caccamo

2015-05-29

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Giovanni Caccamo, reduce dalla vittoria al 65esimo Festival di Sanremo nella categoria Nuove Proposte con il brano “Ritornerò da te”, presenta all’Auditorium il suo album d’esordio “Qui per te”. L’artista sul palco dell’Ariston ha conquistato pubblico e critica, ottenendo il primo posto assoluto della sezione, il Premio della Critica Mia Martini ed il Premio della Sala Stampa Radio-tv-web Lucio Dalla. Alternando elettronica e pop, pianoforte e synth, “Qui per te” contiene undici tracce dal respiro internazionale tutte scritte e interpretate dallo stesso Caccamo che firma anche la grafica dell’album. Le storie di questa opera prima si snodano così tra tradizione e modernità, ora attraverso ritmiche serrate e suoni che richiamano i timbri ricercati degli anni '80, ora con arrangiamenti minimali costruiti su archi e voce. Una cura al dettaglio resa grazie alla produzione di Daniele Luppi, producer italiano con base a Los Angeles, già al lavoro con artisti del calibro di John Legend, Gnarls Barkley e Mike Patton. L’album cattura subito l'attenzione con l'iniziale “Qui per te” e il suo incedere piano e voce, mentre travolgenti note elettroniche condiscono “Oltre l'estasi”. Pop raffinato ed etereo di “Il mondo non mi basta” e “Nel fango”, anticipano le grandi aperture di “Ritornerò da te”, per poi catapultarsi nella Berlino elettro-pop attraverso le atmosfere elettroniche de “Il mondo che non tornerà”. E ancora, la dolce malinconia di “Fuori piove” e i ritmi dubstep e onirici di “Fuori da qui” e “Mezze verità”. A chiudere, l'estate dance di “Mare mare” e l'intenso duetto con Franco Battiato in “Satelliti nell'aria”. La precedente collaborazione proprio con Franco Battiato aveva portato a “L’indifferenza”,
il suo primo singolo prodotto dallo stesso Battiato e Pino Pinaxa Pischetola, con il successivo opening act nelle date di “Apriti Sesamo Tour” tra cui quelle speciali “Franco Battiato feat Antony&The Jonsons”. Giovanni Caccamo, a soli 24 anni, ha creato anche un suo format-tour, “Live at home”, che lo ha portato ad esibirsi ‘a domicilio’ in tutta Europa con oltre cinquanta concerti: una tournèe originale che lo ha visto suonare proprio nelle case della gente, creando dei concerti intimi e particolari.

Concerto del Primo Maggio 2015

2015-05-01


Enchanting Opera Arias - i Virtuosi dell'Opera di Roma

from 2015-05-12 to 2015-11-29

Teatro Salone Margherita


La Traviata - i Virtuosi dell'Opera di Roma

from 2015-05-13 to 2015-11-28

Teatro Salone Margherita

Opera in three acts by F.M. Piave with orchestra, singers, choir and scenography


Björk

2015-07-29

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Björk


In esclusiva per Luglio Suona Bene 2015 un evento speciale che vede il ritorno dopo sette anni a Roma della cantante islandese Björk Gudmundsdottir, in arte Björk per presentare il nuovo album Vulnicura , " un album più tradizionale rispetto al precedente Biophilia per quanto riguarda il songwriting. Parla di ciò che potrebbe accadere a una persona alla fine di una relazione. Si parla di dialoghi che possiamo avere in le nostre teste e nei nostri cuori e dei processi di guarigione ". Il titolo dell'album, infatti, amalgamando le parole latine "vulnus" ("ferita") e "cura", significa "guarigione delle ferite", in cui la ferita è rappresentata principalmente dalla fine della decennale relazione con l'artista Matthew Barney.
Dopo 40 milioni di dischi venduti, in Vulnicultura la star dell’avanguardia torna a parlare di sé in un disco psicologico, dotato di un sound più immediato e accessibile.

Lindsey Stirling

2015-07-02

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Lindsey Stirling
Lindsey Stirling è una violinista, compositrice e danzatrice statunitense rivelazione nel 2010 del talent show America’s Got Talent, divenuta famosa in tutto il mondo per la sua versatilità nel suonare ogni tipo di genere musicale, dal country, al rock al pop. Nelle sue performance Lindsey sperimenta in continuazione, affrontando con il suo violino anche generi come hip pop, dubstep e shuffling. Nel 2012 esce il suo primo album Lindsey Sterling che si aggiudica il primo posto nella classifica Classical Album della rivista statunitense Billboard. Il brano Crystallize raggiunge l'ottava posizione nella classifica dei video più visti di You Tube, con ben 42 milioni di visualizzazioni. Complessivamente i suoi video su YouTube sono stati visti quasi 700 milioni di volte e Lindsey Stirling ha quasi 6 milioni di utenti iscritti al suo canale.
In apertura, uno special guest che sarà rivelato quanto prima.

Burt Bacharach

2015-07-11

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Burt Bacharach pianoforte, voce


Torna a due anni di distanza nella Cavea dell’Auditorium una leggenda della musica americana, Burt Bacharach. Pianista e autore eccelso dallo straordinario talento compositivo, Bacharach inizia fin da giovane ad accompagnare al pianoforte celebri cantanti. Dal 1958 al 1961 è stato il pianista di Marlene Dietrich con la quale si è esibito in tutto il mondo. Nel 1957 inizia la collaborazione con Hal David: la loro canzone The Story of My Life diventa subito prima in classifica, come subito dopo Magic Moments registrata da Perry Como. Nei primi anni sessanta scrive insieme a David oltre cento canzoni e contemporaneamente inizia la collaborazione con Dionne Warwick, una delle più feconde della storia della musica, durata oltre venti anni. Molti cantanti famosi hanno interpretato le sue canzoni, tra questi i Beatles (Baby, It's You), i Carpenters (They Long to Be), Aretha Franklin, Tom Jones (What's New, Pussycat) e molti altri. Sono celebri anche le interpretazioni delle sue canzoni da parte di musicisti e cantanti jazz, da Stan Getz e Wes Montgomery a Mc Coy Tyner e Diana Krall.

Arie d’Opera nei luoghi della Tosca

from 2015-03-13 to 2015-05-29

Chiesa Metodista di Ponte Sant'Angelo


Porta di Roma LIVE - Natalie Imbruglia

2015-07-18

Centro Commerciale Porta di Roma


The romantic Cello

2015-05-30

Chiesa Metodista di Ponte Sant'Angelo

Kyung Mi Lee, cello
Michelangelo Carbonara, piano


J. Brahms: Sonata n. 2
S. Rachmaninoff: Cello Sonata


Trio Borromini plays Schubert

2015-05-23

Chiesa Metodista di Ponte Sant'Angelo

Trio Borromini plays Schubert

F. Schubert:  Piano Trio op. 99 n. 1
W. A. Mozart: Piano Trio K254
 


A tribute to Schubert

2015-05-16

Chiesa Metodista di Ponte Sant'Angelo

Sebastiano Brusco, piano

F. Schubert: Improvvisi op. 90 e op. 142


The magic flute of Paolo Fratini

2015-05-09

Chiesa Metodista di Ponte Sant'Angelo

Paolo Fratini, flute
Gloria Reimer, piano

W. A. Mozart: Sonata n. 5
F. Schubert: Introduzione, tema e variazioni
S. Prokofiev: Sonata n. 2


Fabiana Biasini, piano recital

2015-05-02

Chiesa Metodista di Ponte Sant'Angelo

Fabiana Biasini, piano recital
F. Liszt: Sonata in si Minore
L. van Beethoven: Sonata Appassionata


A tribute to Chopin

2015-04-25

Chiesa Metodista di Ponte Sant'Angelo

Letizia Michielon, piano

F. Chopin: Studies and Nocturnes


A tribute to Beethoven part II

2015-04-18

Chiesa Metodista di Ponte Sant'Angelo

Lisa Francese, piano
Marco Algenti, cello

Beethoven: Sonata Kruetzer
Beethoven: Sonata n. 3


Giochi d’Acqua

2015-04-04

Chiesa Metodista di Ponte Sant'Angelo

Akanè Makita - piano

Music by C. Debussy, M. Ravel, F. Liszt


A tribute to W. A. Mozart

2015-04-11

Chiesa Metodista di Ponte Sant'Angelo

Marco Marzocchi, piano recital

The most beautiful Mozart's piano Sonatas


I Concerti dell'Angelo

from 2015-03-07 to 2015-05-30

Chiesa Metodista di Ponte Sant'Angelo


Hailey Tuck

2015-04-12

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna

Debutta in Italia Hailey Tuck, sorprendente e originale cantante jazz. Nata e cresciuta ad Austin, Texas, la ventitreenne Hailey Tuck è un’artista dal background unico. Per il diciottesimo compleanno i suoi genitori le hanno fatto dote del suo fondo per il college e lei ha fatto quello che qualsiasi teenager con l’amore per il jazz anni Trenta, per i vestiti vintage e per Edith Piaf farebbe: prendere un biglietto di sola andata per Parigi. Passando le giornate tra le romantiche bancarelle di vestiti vintage e vecchi vinili e le notti a cantare nella miriade di jazz bar, Hailey si è presto costruita un nome tra le favorite della scena underground parigina, dove di recente ha aperto il concerto di Jamie Cullum a La Cigale. Il suo debutto a New York a gennaio è stato un successo di pubblico e critica. Subito sold-out la sua data all’iconico Joe’s Pub, Hailey è stata poi invitata negli uffici sulla 5th Avenue di People Magazine, una delle riviste più diffuse in US, per una session live.

Fluido Rosa in Pink Floyd "The Wall"

2015-05-26

Teatro Olimpico


Gianluca Grignani

2015-05-07

Auditorium Conciliazione


Marco Masini in concerto

2015-04-16

Auditorium Conciliazione


Pink Floyd Legend

2015-04-14

Auditorium Conciliazione


Renzo Arbore e l'Orchestra Italiana

2015-04-19

Auditorium Conciliazione


Valerio Scanu - Concerto di Cristallo

2015-04-02

Auditorium Conciliazione


Anna Oxa

2015-05-12

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Una nuova Anna Oxa, ancor più carismatica e intima, riparte in versione “unplugged” con il tour “Voce Acustica”, accompagnata da tre musicisti. La cantante dalla splendida vocalità ripropone dal vivo il meglio del suo repertorio: “Un'emozione da poco”, “È tutto un attimo”, “Donna con te”, “Quando nasce un amore”, “Senza pietà”, “Tutti i brividi del mondo”, “Ti lascerò” e tanti altri in una veste insolita e originale.

All’Opera - Fantasie e trascrizioni di celebri melodie liriche a cura dell’Accademia Santa Cecilia

from 2015-05-17 to 2015-05-31

Teatro di Villa Torlonia


Orquesta Buena Vista Social Club®

2015-07-12

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Orquesta Buena Vista Social Club®

feat.
Omara Portuondo
Eliades Ochoa
Guajiro Mirabal
Barbarito Torres
Jesus "Aguaje" Ramos
Ritorna come ogni anno l’attesissimo appuntamento con una delle compagini musicali più amate di sempre: l’Orquesta Buena Vista Social Club. La formazione realizzò il suo unico album in studio nel 1997, prodotto da Ry Cooder; il disco riscosse immediatamente un enorme e meritato successo di pubblico e critica. All’album, che vide la partecipazione di un suggestivo ensemble di veterani musicisti Cubani, fece seguito il celebre e fortunatissimo film di Wim Wenders, oltre a una serie di tour internazionali e a ulteriori album solisti dei componenti del gruppo, dando vita ad un vero e proprio “fenomeno Buena Vista”. Ora, dopo migliaia di performances di successo in tutto il mondo, i musicisti dell’Orquesta Buena Vista Social Club si esibiscono con due ospiti d'eccezione: Omara Portuondo ed Eliades Ochoa.

Ben Harper&The Innocent Criminals

2015-07-20

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Ben Harper voce, chitarra
Leon Mobley percussioni
Juan Nelson basso
Oliver Charles batteria
Jason Yates tastiere
Michael Ward chitarra

Ben Harper ha venduto milioni di album in tutto il mondo, ma è sul palco che lui e The Innocent Criminals hanno dimostrato di essere una delle band più versatili al mondo. Portando in tour album straordinari come ‘Fight For Your Mind’, ‘The Will To Live’, ‘Burn To Shine’, ‘Diamonds on the Inside’ e ‘Lifeline’ (nominato ai GRAMMY®), Ben Harper&TICs hanno collezionato schiere di fan in tutto il mondo grazie ad esibizioni dal vivo a dir poco esplosive. The Innocent Criminals hanno anche supportato Harper e The Blind Boys of Alabama per l’album due volte vincitore di GRAMMY® ‘There Will Be A Light’. Lo scorso anno Ben ha inoltre vinto un GRAMMY® per la categoria Miglior Album Blues, per il lavoro in collaborazione con Charlie Musselshite, Get Up!. Eccoli di nuovo insieme dopo 7 anni: “ La nuova musica che stiamo scrivendo fa onore al vecchio sound degli Innocent Criminals, ma è avanti anni luce rispetto a dove eravamo allora ”, ha spiegato Harper. “ Non vedo l’ora che i fan la ascoltino e ci diano quel timbro di approvazione che solo i fan degli Innocent Criminals sanno dare .”

Il Volo

2015-06-22

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Piero Barone
Ignazio Boschetto
Gianluca Ginoble
Il Volo, il trio formato da Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble che ha scalato le classifiche di tutto il mondo, ha stravinto il 65° Festival di Sanremo con “Grande Amore”, e rappresenterà l’Italia all’Eurovision Song Contest 2015 di Vienna, aprirà l’edizione 2015 di Luglio Suona Bene, una delle più importanti rassegne musicali live del panorama internazionale. Dopo aver conquistato le platee di tutto il mondo, Il Volo si esibirà per la prima volta all’Auditorium Parco della Musica per sorprendere il pubblico della cavea con le straordinarie doti canore dei suoi componenti.

Samuele Bersani

2015-05-30

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia

Samuele Bersani a sorpresa torna ad esibirsi live il 30 maggio all'Auditorium Parco della Musica di Roma, con 'Plurale Unico', una sola ed irripetibile serata che, nel suo stesso nome, racchiude il senso dell'unicità dell'evento. Sul palco, insieme alla sua band storica, Bersani ospiterà infatti amici e colleghi, che si mescoleranno con lui in uno spettacolo di forza corale. Dopo il tour di 'Nuvola Numero Nove', che aveva affascinato le platee di tutta Italia, Samuele si ripresenta a dal vivo con lo stesso incanto, questa volta per un concerto speciale, dove le canzoni avranno i suoi colori ma anche quelli di chi, lo affiancherà e lo verrà a trovare.

Petra Magoni, Ferruccio Spinetti

2015-04-02

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Petra Magoni voce
Ferruccio Spinetti contrabbasso

special guest
Peppe Servillo voce
Alessio Bonomo voce
Nicola Stilo chitarra



Petra Magoni e Ferruccio Spinetti tornano sulla scena internazionale con “Little Wonder”, il nuovo progetto che pone un sigillo su una carriera lunga dodici anni e costellata di successi. Il titolo è la sintesi di Musica Nuda, ovvero, ‘piccola meraviglia’. “Non è la presunzione che ci ha fatto scegliere questo titolo – dichiarano Petra e Ferruccio – bensì la riscoperta della nostra unicità con lo stesso entusiasmo che oggi, come all’inizio del nostro percorso artistico, contraddistingue quello che facciamo. Little Wonder è anche e soprattutto un regalo che abbiamo fatto a noi stessi”. Il progetto nasce, infatti, come risposta naturale al desiderio di riappropriarsi di quella dimensione intima che è l’essenza del loro duo: Petra e Ferruccio, voce e contrabbasso. Il concerto celebra il loro inossidabile connubio artistico, confermando all’ascolto la freschezza di sempre.

Diodato

2015-04-15

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Diodato voce
Alessandro Pizzonia batteria e percussioni
Danilo Bigioni basso
Duilio Galioto piano e tastiere
Daniele Fiaschi chitarre acustiche ed elettriche
Gnu Quartet flauto, violoncello, viola, violino
Rodrigo D'Erasmo violino
Velvet Brass basso tuba, trombone, corno francese
Roy Paci conduzione fiati, tromba, flicorno


Si terrà all’Auditorium Parco della Musica la tappa romana di A Ritrovar Bellezza, tour in cui Diodato ricanta i grandi della musica italiana: Modugno, Gaber, Tenco, Lauzi, Endrigo, Paoli ma non solo. Un evento unico, speciale. Oltre all’artista e alla sua band, sul palco ci saranno tutti coloro hanno collaborato a questo disco e quindi GnuQuartet e Rodrigo D’Erasmo, Roy Paci e Velvet Brass, Manuel Agnelli e alcuni ospiti tra cui Renzo Rubino e Daniele Silvestri. Oltre ai brani dell’ultimo disco ci sarà spazio per ascoltare alcuni brani di “E Forse Sono Pazzo”, primo lavoro di Diodato, rivisitati per l’occasione con orchestra.


"Questo è un piccolo viaggio fatto di canzoni, un viaggio attraverso un’ Italia lontana, un paese che profuma ancora di irresistibile vitalità, di sentimenti apparentemente semplici, ma che solo la grande poesia sa spiegare. In questi capolavori, con meraviglia, mi sono ritrovato, nota dopo nota, parola dopo parola, ho riscoperto le mie radici dalla terra del tempo. Queste canzoni ci appartengono, ancora ci raccontano e sono in grado di ricordarci di quanta forza e bellezza siamo ancora capaci."

Dream Theater

2015-07-01

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Dream Theater

special guest
Evergrey
Virtual Symmetry
Per la prima volta a Luglio Suona Bene arrivano i Dream Theater, storico gruppo metal progressive proveniente dagli Usa, fondato a Boston nel 1985 da John Petrucci, John Myung e Mike Portnoy, che ha venduto milioni di dischi in tutto il mondo. Dall’uscita del loro album più celebre “Images and Words” del 1992, disco d’oro con due milioni di copie vendute, sono diventati una delle band progressive più famose di sempre.

Stefano Bollani

2015-07-19

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Stefano Bollani piano
Jason Adasiewicz vibrafono
Paul Santner contrabbasso
Jim Black batteria
Il progetto mutua il nome da un grande disco del 1979, Sheik Yerbuti, nel quale - come suo solito - Zappa se la prendeva con buona parte del mercato pop di quegli anni. Zappa l'onnivoro, Zappa il dissacratore, Zappa il musicofilo-musicologo-musicante. Zappa che nel suo tritacarne ha fatto passare tutta la musica del secolo in cui è vissuto, dalla cosiddetta "classica" al jazz (di cui diceva "non è morto ma ha un odore ben strano") fino al rock dei suoi coetanei, con i loro divismi e le loro ambizioni messianiche. Bollani si rispecchia appieno nell’inventiva, nella curiosità, nell’ironia, nella creatività di quel modo (apparentemente) inimitabile di fare musica tipico del grande musicista, scomparso troppo presto e fino a oggi assai poco “frequentato” dai colleghi. Non c’è problema a fare confronti, semmai si tratta di gustare un progetto che non è imitazione, ma prosecuzione. Sorretto, oltre che dalla verve del pianista, da un piccolo, strepitoso manipolo di complici musicisti.

Serenate romane

from 2015-02-14 to 2015-04-03

Teatro Petrolini

Con P. Gatti.
Canzoni, serenate, usi e costumi del popolo romano per un San Valentino Speciale..

Catherine Jones, violoncello e William Carter, arciliuto

2015-04-19

Palazzo del Quirinale


Musiche di Piazzolla

2015-04-12

Palazzo del Quirinale


Of Monsters And Men

2015-07-08

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Nanna Bryndís Hilmarsdóttir voce, chitarra
Ragnar “Raggi” Þórhallsson voce, chitarra
Brynjar Leifsson chitarra
Arnar Rósenkranz Hilmarsson batteria
Árni Guðjónsson tastiere, fisarmonica
Kristján Páll Kristjánsson basso


Dopo il loro trionfale disco d’esordio “My Head is an Animal” e la hit “Little Talks” che ha scalato le più importanti single chart europee e americane, ritornano in Italia per presentare un nuovo progetto. Of Monsters and Men è il nome di un gruppo islandese di amabili sognatori, abili compositori di canzoni folk pop, formatosi nel 2010. Proprio nel 2010, hanno distrutto la concorrenza vincendo Músiktilraunir, una competizione musicale tra band che si svolge ogni anno in Islanda. Grazie ad un mix coinvolgente di indie, folk e alternative, gli Of Monsters and Men sono arrivati in cima alla classifica Top 200 di Billboard vendendo oltre 2 milioni di album in tutto il mondo. Il loro singolo “Dirty Paws” è stato utilizzato come trailer del film I Sogni Segreti di Walter Mitty e nel video di presentazione dell’iPhone 5, mentre “Silhouettes “è apparso nella colonna sonora di Hunger Games: La ragazza di fuoco.

Paolo Conte

2015-07-27

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Paolo Conte voce, pianoforte
Nunzio Barbieri chitarra, chitarra elettrica
Lucio Caliendo oboe, fagotto, percussioni, tastiere
Claudio Chiara sassofoni, flauto, fisarmonica, basso, tastiere
Daniele Dall’Omo chitarre
Daniele Di Gregorio batteria, percussioni, marimba, piano
Luca Enipeo chitarra
Massimo Pitzianti fisarmonica, bandoneon, clarinetto, sax baritono, piano, tastiere
Piergiorgio Rosso violino
Jino Touche contrabbasso, basso elettrico, chitarra elettrica
Luca Velotti sassofoni, clarinetto

Il 14 ottobre 2014 è uscito Snob, il nuovo album di studio di Paolo Conte.
Il disco contiene 15 canzoni inedite: un ritorno alle origini musicali e testuali che hanno reso Paolo Conte un artista apprezzato in tutto il mondo. Un ritorno che è anche, inevitabilmente, evoluzione e ricerca continua; esplorazione di panorami musicali e parole che, come antiche trouvailles, oltre a dischiudere significati inusuali, si trasformano in suoni e in immagini pittoriche.
In questo tempo di welter leggeri, arriva un album da peso massimo, che non contiene canzoni ambientali, ma solo universali, che non cerca l'ipotenusa, ma fa di tutto, Pitagora permettendo, per avvicinare i due cateti: parole e musica.
Paolo Conte è un instancabile esploratore di geografie esistenziali e sentimentali, è un rapinatore di suoni essenziali, gli unici che somigliano ai desideri vitali.
Poco importa che la vita sia immaginata o vissuta, quello che conta è se si sente scorrere il suono della sua imprevedibile musica.
Una canzone è veramente bella quando allontana da sé ogni spiegazione, non per presuntuosa perfezione, ma per elegante e misteriosa vocazione, quello che cerca è solo il sintomo di una vita che si nutra di emozione, che valga la pena di essere vissuta.
Ogni album di Paolo Conte è il proseguimento di quello precedente, ogni canzone è la continuazione del suo lungo romanzo musicale che ha cominciato a comporre quando ha capito che in un'aula di tribunale si tengono jam session interpretative molto simili alle variazioni musicali in un concerto jazz.
Per arrivare alla conclusione che l'incertezza della vita è più stabile della certezza del diritto.
Ed è proprio quella incertezza che il Maestro cerca e canta, quella vita sfusa che non si potrà mai racchiudere in un pacchetto.
Ecco perché nel romanzo poetico di Paolo Conte la fine non esiste.
Se mettessimo in fila tutte le sue canzoni, come se fossero pagine di un libro, tutto si farebbe più chiaro, tutto potrebbe essere: sinfonia, poema, film, affresco, mosaico, letteratura musicale, teatro, pittura animata.
In scena lui canta la verità di una vita senza inganno, ma ci fa anche intravedere l'unico modo in cui si può rammendare, senza danno.
Vincenzo Mollica

Luca Aquino

2015-05-31

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Luca Aquino tromba
Luca Aquino è tra i musicisti italiani più richiesti e apprezzati all’estero, in grado di proporre progetti sempre originali e differenti tra loro, collegati da un unico comune denominatore: un suono di tromba unico, angelico e immediatamente riconoscibile. Dopo un intenso tour mondiale col suo duo aQustico e al fianco del batterista francese Manu Katchè, Luca Aquino presenta il suo nuovo progetto discografico OverDoors.
Profondamente ispirato dal rock e in particolar modo dai Doors, il trombettista beneventano rivisita, a suo modo, i classici del repertorio della band californiana da Light my Fire a Waiting for the Sun, fino a struggenti e soffiate interpretazioni di brani come Indian Summer, Queen of the Hightway e The Crystal Ship. Al suo fianco un nuovissimo quartetto con Antonio Jasevoli alle chitarre, Dario Miranda al basso e Lele Tomasi alla batteria.

The Great Opera En Pointe - Opera in Roma

from 2015-04-05 to 2015-06-28

Palazzo Santa Chiara

Enjoy the great Opera Singers, Soprano, Tenor and Baritone, a classical dancers, and an excellent quartet performing beloved works of Opera and Ballet! Moving opera arias by Verdi, Puccini, and other famous composers like Rossini and Donizetti, will be performed by the refined and masterful voices of Soprano, Tenor, and Baritone, and enriched by a splendid choreography. The quartet composed by violin, oboe, double bass and grand piano, will delight the audience
with magical moments of Opera and Ballet.

Voices and soloists
Soprano - Mariangela Cafaro
Tenor - Delfo Paone
Baritone - Enrico Paoletti
Dancers
- Borana Qirjazi
- Tony Aglianò
Instrumental ensemble
Violin - Roberta Palmigiani
Oboe - Marco Corsini
Double bass - Antonio Lipari
Piano - Davide Dellisanti

Direction and choreography
Minea De Mattia

Program
1°  
Giuseppe Verdi LA TRAVIATA Preludio Atto I (Balletto) Follie!... follie!... Sempre libera degg'io (Soprano) Cabaletta Oh mio rimorso!... Oh infamia (Tenore)
Wolfgang Amadeus Mozart LE NOZZE DI FIGARO Non più andrai, farfallone amoroso (Baritono)
Giacomo Puccini LA BOHÈME O soave fanciulla (Soprano -Tenore) Che Penna Infame (Tenore - Baritono)
Amilcare Ponchielli LA GIOCONDA Danza delle Ore (Balletto)
Giacomo Puccini MADAMA BUTTERFLY Un bel dì vedremo (Soprano)
Gioacchino Rossini IL BARBIERE DI SIVIGLIA Largo al Factotum della città (Baritono)

2° 
Pëtr Il'ič Čajkovskij LO SCHIACCIANOCI Valzer dei fiori (Balletto)
Giuseppe Verdi RIGOLETTO La donna è mobile (Tenore) Sì, Vendetta, Tremenda Vendetta! (Soprano-Baritono)
Vincenzo Bellini NORMA Casta Diva (Soprano - Balletto)
Gaetano Donizetti L’ELISIR D’AMORE Una furtiva lagrima (Tenore)
George Bizet CARMEN Entract IV Atto (Orchestra- Balletto) L’amour est un oiseau rebelle…Habanera (Orchestra - Balletto) Votre toast, je peux vous-le rendre….Toreador (Baritono)


Sopranissima: Maria Callas’ Tribute and Ballet - Opera in Roma

from 2015-04-04 to 2015-06-27

Palazzo Santa Chiara

Three well-known Sopranos, accompanied by flute, French horn and grand piano, complete in arias, duets, trios and ensemble pieces ranging from Opera to the musical romances. A tribute to the Myth, the great Soprano Maria Callas.
A sensual and expressive dancer will accompany the romantic melodies with wonderful virtuosity and sinuous choreography. The interpretation of famous arias by Puccini, Verdi, Rossini, Donizetti and Mozart and beautiful pieces by Boito and Hoffenbach, enchant the audience in the charming and refined atmosphere of the sixteenth Teatro Palazzo Santa Chiara. The Viewer will be leaved enchanted for having attended this unique opportunity to magnificent art!
Teatro Palazzo Santa Chiara is situated in an historical building in the center of Rome, very close to the Pantheon and Largo Argentina, in Piazza di Santa Chiara. In this building, in 1380 died Santa Caterina da Siena. In 2008 the Theatre was built. It’s a wonderful location in the center of Rome.

Sopranos
Mariangela Cafaro
Laura Di Marzo
Flavia Palazzo
Instrumental ensemble
Flute - Manuela Roberti Vittori
French Horn - Rino Conte
Grand Piano - Davide Dellisanti
Dancer - Stefano Capitani
Direction and choreography
Minea De Mattia

Program

Jacques Offenbach - I racconti di Hoffman
- “L’aria della bambola” (Soprano leggero - Ballerino)
- “La Barcarola” (Soprano lirico - Soprano drammatico - Soprano leggero)
Giacomo Puccini - Tosca “Vissi d’Arte” (Soprano lirico - Ballerino)
George Bizet - Carmen “Habanera” (Soprano drammatico - Ballerino)
Gaetano Donizetti - La Lucia di Lammermoor “Regnava nel Silenzio” (Soprano leggero)
Giacomo Puccini - La Boheme “Quando men vò” (Soprano lirico - Ballerino)
Giuseppe Verdi - La Traviata “Sempre libera” (Soprano leggero)
Vincenzo Bellini - Norma “Casta Diva” (Soprano lirico - Ballerino)


Giacomo Puccini - La Madama Butterfly “Un bel di vedremo” (Soprano lirico - Ballerino)
Giuseppe Verdi - Il Trovatore “Tacea la notte placida” (Soprano drammatico)
Georg Friedrich Händel - Rinaldo “Lascia ch’io pianga” (Soprano leggero)
George Bizet - Carmen “Seguidilla” (Soprano drammatico - Ballerino)
Giacomo Puccini - Manon Lescaut “Sola perduta e abbandonata” (Soprano drammatico)
Giuseppe Verdi - Otello “Ave Maria” (Soprano lirico)
Arrigo Boito - Mefistofele (Soprano drammatico)
W. A. Mozart - Il Flauto Magico “Der Holle Rache” (Soprano leggero)

bis
Gioacchino Rossini - “Duetto buffo dei due gatti” (Soprano Lirico - Soprano Drammatico - Soprano Leggero - Ballerino)


The Best of Italy. Neapolitan, Roman Songs with Opera Arias and Ballet - Opera in Roma

from 2015-04-03 to 2015-06-26

Palazzo Santa Chiara

You will be overwhelmed by the energy of the Neapolitan and Roman music and fascinating melodies of Italian Opera.
Soprano, Tenor and Baritone will take you by the hand to the discovery of taste, elegance and tradition of our beautiful country.
The rhythm of the musical ensemble will accompanied you in a brilliant way danced by ballet soloists of the Academy of Opera and Dance of Rome.

Voices and soloists
Soprano - Mariangela Tozzi
Tenor - Claudio Minardi
Baritone - Donato Martini
Dancer - Massimiliano Bartucci

Instrumental ensemble
Grand Piano - Raffaele Balzano
Mandolino - Ciro De Gennaro
Cello - Adriana Malaga Sanchez
Clarinet - Valerio De Negri

Direction and choreography
Minea De Mattia

Program

Antonio Vian LUNA ROSSA
Eldo Di Lazzaro CHITARRA ROMANA
Giuseppe Verdi LA TRAVIATA Parigi o cara
Renato Carosone TU VO’ FA L’AMERICANO
Giacomo Puccini TOSCA E lucevan le stelle
Renato Carosone O’ SARRACINO
Nino Manfredi TANTO PE CANTA’
Giacomo Puccini GIANNI SCHICCHI O mio babbino caro
Harry Warren THAT’S AMORE

2° 
Domenico Modugno TU SI NA COSA GRANDE
Nino Bixio TANGO DELLE CAPINERE
Giuseppe Verdi IL TROVATORE Di quella pira
Gaetano Lama REGINELLA
Giacomo Puccini LA BOHE’ME Che gelida manina
Luigi Martelli COM’ E’ BELLO FA L’AMORE QUAND’ E’ SERA
Claudio Mattone SCUGNIZZI
Giuseppe Verdi L’AIDA Celeste Aida. Balletto dei piccoli schiavi mori
Teodoro Cottrau SANTA LUCIA
Lucio Quarantotto CON TE PARTIRO’


Annalisa

2015-04-03

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Annalisa, in gara al 65° Festival di Sanremo con il brano “Una finestra tra le stelle”, presenta il nuovo album di inediti “Splende”. “Una finestra tra le stelle è esemplificativo di un percorso, della mia crescita personale come artista e come donna, un’urgenza di comunicare ...un'esortazione all'amore - racconta Annalisa - l'amore universale che non ha confini né età e che tutti, se lo vorranno, potranno condividere.” Una finestra tra le stelle arriva dopo i successi di “Sento solo il presente” (disco d’oro) e “L’ultimo addio” (tra i brani più trasmessi dalle radio italiane) e segna un percorso che ha visto Annalisa protagonista di una crescita artistica e professionale. “Splende” è il risultato di un lavoro di équipe tra diversi autori e la stessa Annalisa che si presenta come autrice e non solo come interprete. Il progetto vanta l’intera produzione artistica di Kekko Silvestre, leader dei Modà, affiancato da Diego Calvetti.

Gabriele Coen

2015-05-02

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Gabriele Coen sax soprano, clarinetto basso
Lutte Berg chitarra elettrica
Pietro Lussu piano elettrico
Marco Loddo basso elettrico
Luca Caponi batteria
Arnaldo Vacca percussioni
Sassofonista, clarinettista, compositore, divulgatore dell’incontro tra jazz e musiche ebraiche Gabriele Coen con il suo progetto “Jewish Experience” raggiunge una nuova maturità espressiva nel proporre il materiale musicale ebraico in chiave jazzistica fino al folgorante incontro con John Zorn a New York nell’estate del 2010 e l’ingresso nella scuderia della “Tzadik” la prestigiosa etichetta indipendente di Zorn che produce l’album “Awakening” (2010) A gennaio 2013 il nuovo lavoro discografico per la “Tzadik” “Yiddish melodies in Jazz”. Per questa nuova occasione Gabriele Coen presenta alcuni classici del suo repertorio accanto ad alcuni brani inediti sempre ispirati al mondo musicale ebraico, per la prima volta in chiave elettrica, ispirandosi alle sonorità introdotte dal grande Miles Davis a partire dalla fine degli anni Sessanta, ma anche da altri mostri sacri del jazz-rock da Herbie Hancock a John McLaughlin, fino alle sonorità attuali dell’Electric Masada e di The Dreamers di John Zorn, formazioni chiave dell’incontro tra musica ebraica e jazz elettrico.
Sassofonista, clarinettista, compositore, Gabriele Coen si forma musicalmente prima alla Scuola di Musica Popolare di Testaccio, poi frequenta i seminari di Siena Jazz e viene in contatto in diverse occasioni con importanti interpreti del suo strumento d’elezione (Steve Lacy, Dave Liebman) per poi completare il percorso di studi con la Laurea in Scienze politiche e con il diploma in sassofono presso il Conservatorio Morlacchi di Perugia. Dalla metà degli anni Novanta è fondatore e leader dei “Klezroym”, ad oggi la più importante formazione italiana di musica klezmer con la quale è tra i massimi divulgatori in Europa della tradizione musicale popolare ebraica reinterpetata in chiave jazzistica. Nel 2005 fonda intanto il quintetto “Gabriele Coen Jewish Experience” (Lussu, Berg, Loddo, Caponi) con il quale pubblica nel 2009 l’album d’esordio “Golem”. Con il quintetto, Gabriele raggiunge una nuova maturità espressiva nel proporre il materiale musicale ebraico in chiave jazzistica fino al folgorante incontro con John Zorn a New York nell’estate del 2010 e l’ingresso nella scuderia della “Tzadik” la prestigiosa etichetta indipendente di Zorn che produce l’album “Awakening” (2010). Il suo è il primo ensemble italiano a produrre un disco per la “Tzadik”, che è diventata negli anni un punto di riferimento importante per il jazz contemporaneo. Del 2013 il nuovo lavoro discografico “Yiddish melodies in Jazz” nella collana “Radical Jewish Culture della “Tzadik”.

Si canta Maggio

2015-05-01

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
un progetto originale di
Ambrogio Sparagna

con
Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica
diretta da
Ambrogio Sparagna

Coro Popolare
diretto da
Anna Rita Colaianni

con la partecipazione straordinaria del
Coro Gabriel di Tempio Pausania

L’OPI Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica diretta da Ambrogio Sparagna, il Coro Popolare diretto da Anna Rita Colaianni e numerosi artisti ospiti dedicheranno l’ottava edizione di “Si canta Maggio” all’Auditorium alla celebrazione dei 70 anni della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo.
A partire dalla mattina, nei giardini pensili del Parco della Musica avrà luogo la mostra mercato di prodotti enogastronomici a cura della Coldiretti (Mercato di Campagna Amica), con annessa degustazione di fave, pecorino e vino bianco, perpetuando l’antica usanza romana delle uscite fuori Porta in occasione del Primo Maggio. La festa sarà animata dai solisti del Coro Gabriel di Tempio Pausania, straordinari interpreti dell’antico stile polifonico gallurese.
A settanta anni dalla Liberazione, lo spettacolo O bella ciao racconta i movimenti della mente e del cuore di quegli uomini semplici che cercarono conforto alla disumanità della guerra attraverso la voce e la forza della poesia cantata.
Lo spettacolo O bella ciao chiude il ciclo dedicato alla storia del canto sociale italiano che Ambrogio Sparagna ha realizzato in questi anni.

Fiorella Mannoia

2015-04-26

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
Fiorella Mannoia torna all’Auditorium Parco della Musica per un unico concerto a pochi mesi dall’uscita del disco “Fiorella”, un’antologia musicale cui hanno preso parte numerosi amici e colleghi dell’artista romana, che hanno voluto dare il loro contributo a un progetto che celebra in modo speciale i 60 anni di età e i 46 anni di carriera della cantante. Ancora una volta la Mannoia incanterà il pubblico con le mille sfumature della sua voce e con canzoni senza tempo, scritte per lei dai più grandi autori italiani. Fiorella Mannoia è una delle voci più amate della canzone d’autore italiana; camaleontica e appassionata, tra le pochissime artiste ad essere riuscite a combinare il fascino della discrezione e della misura con un’intensità interpretativa coraggiosa e policroma imponendosi come la voce e il controcanto femminile di una canzone d'autore storicamente declinata al maschile. Erede della grande tradizione delle interpreti, ha realizzato la sua carriera cambiando pelle a ogni nuovo disco, traendo sempre nuovi stimoli dalle collaborazioni più disparate, da quella storica con Ivano Fossati a quella più recente con Frankie Hi-NRG.

Milagro Acustico&Flamenco Tango Neapolis

2015-05-22

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Milagro Acustico
Bob Salmieri ney, sax soprano, sopranino, baglama, cigar box guitar
Marwan Samer voce, oud
Andrea Pullone chitarre, oud
Maurizio Perrone basso
Gianfranco Dezi tromba, flicorno
Ferruccio Prini trombone
Francesco Mattera batteria
Carlo Colombo congas, bongos, darbouka
Eda Ozbakay danza orientale

Flamenco Tango Neapolis
Salvo Russo pianoforte, voce, percussioni
Marco Pescosolido violoncello
Gianni Migliaccio chitarra flamenco, voce, percussioni
Agostino Oliviero violino, chitarra, oud arabo
Alessia Demofonti flamenco, palmas
Massimiliano De Pasquale “El Bicho” flamenco, percussioni, palmas
Natalia Cristofaro e Danilo Maddalena tango argentino
“Vento Moresco” è un progetto artistico che unisce musica e danze della cultura mediterranea: partendo da Oriente, dalla Turchia e passando per la Sicilia, l’isola giardino degli arabi, approda a Napoli, prosegue per la Spagna, si trasforma a passo di Flamenco e continua il suo viaggio a bordo dei piroscafi che portano i nostri migranti in terre lontane, in Argentina dove il vento prende una nuova forma, quella del Tango.
“Vento Moresco” è la brezza che segue le rotte delle navi mercantili che da Oriente, dagli Scali di Levante, portano mercanzie e uomini in Occidente e con loro, cultura, musica, strumenti, danze e nuove idee che nel tempo andranno a radicarsi, mischiandosi con la cultura locale, fondendosi con gli strumenti, confondendosi con i passi di danza. Musica, danza e poesia si susseguono in uno spettacolo fortemente evocativo, animato da circa venti artisti fra musicisti e danzatori, che accompagneranno lo spettatore attraverso il Mediterraneo, la sua cultura e le sue tradizioni. “Vento Moresco” nasce con il proposito di evidenziare l’aspetto positivo delle migrazioni e quanto di buono può scaturire dall’incontro fra le culture.

Vivaldi’s Four Seasons and oboe’s concert - Opera in Roma

from 2015-05-04 to 2015-06-22

Evangelica Valdese

Join us on a journey back to the 18th century…
The “Opera in Roma” Baroque Orchestra and internationally renowned soloists create a special atmosphere in the Waldensian Evangelical Church in Trevi of Rome. Principally the choice of works gives an impression of an authentic concert of the baroque era!
The audience enjoy single movements from solo concertos as well as famous suites from well-known works.
Enjoy the “Opera in Roma” Baroque Orchestra and “Barocco e Balletto”!

Instrumental ensemble
Oboe Soloist - Marco Corsini
Violin Soloist - Alessandro Pace
1° Violin - Roberta Palmigiani
2° Violin - Valentina Macioti
Cello - Adriana Malaga Sanchez
Viola - Orazio Vicari
Cymbal - Silvia Limosani

Program:
I
A. Vivaldi: Concerto in do maggiore per oboe, archi e continuo RV 450:
A. Marcello: Concerto in re minore per oboe, archi e continuo:

II
A. Vivaldi: Le Quattro Stagioni, violino solista, archi e continuo:
Concerto per violino, archi e basso continuo in Mi Maggiore 'Primavera', Opera 8 No. 1, RV 269
Concerto per violino, archi e basso continuo in Sol Minore 'Estate', Opera 8 No. 2, RV 315 Concerto per violino, archi e basso continuo in Fa Maggiore 'Autunno', Opera 8 No. 3, RV 293 Concerto per violino, archi e basso continuo in Fa Minore 'Inverno', Opera 8 No. 4, RV 297


Three Tenors: Napul’è arie d’opera e balletto - Opera in Roma

from 2015-05-02 to 2015-06-27

San Paolo entro le mura

The Three Tenors - Napul’è Opera arias and Ballet. Three renowned tenors of Opera in Roma and magnificent dancers in costume will perform beautiful opera arias and the most famous songs of the Neapolitan tradition.
The magic Torna a Surriento, O’ Sole mio, Funiculì funiculà but also enchanting opera arias will be played in the same concert in this unique occasion with the mandolin, cello, grand piano and dance company.

Tenors:
Giuseppe Macagno
Claudio Minardi
Delfo Paone

Dancers:
Micol Girasole
Jennifer Giurioli
Minea De Mattia
Beatrice De Santis

Strumental Ensemble:
Mandolin: Ciro De Gennaro
Cello: Adriana Malaga Sanchez
Piano: Arturo Pellini

 

1° TEMPO
Enrico Cannio - O’ SURDATO ‘NNAMURATO (con balletto)
Bixio Cherubini - MAMMA
Pietro Mascagni - MATTINATA Romanza (con balletto)
Giuseppe Verdi - IL RIGOLETTO La donna è mobile
Salvatore Cardillo - CORE 'NGRATO
Guido Maria Ferilli - UN AMORE COSÌ GRANDE
Domenico Modugno - NEL BLU DIPINTO DI BLU (con balletto)
Ernesto De Curtis - TU CA NUN CHIAGNE
Giuseppe Verdi - LA TRAVIATA Libiam, ne’ lieti calici (con balletto)

2° TEMPO

Luigi Denza - FUNICULÌ FUNICULÀ (con balletto)
Antonio De Curtis - MALAFEMMENA (con balletto)
Salvatore Gambardella - COMME FACETTE MAMMETA (con balletto)
Ernesto De Curtis - TORNA A SURRIENTO
Ruggiero Leoncavallo - I PAGLIACCI Vesti la giubba
Renato Rascel - ARRIVEDERCI ROMA (con balletto)
Giacomo Puccini - TURANDOT Nessun dorma
Eduardo Di Capua - 'O SOLE MIO (con balletto)


I tre tenori: Napul’è arie d’opera e balletto - Opera in Roma

from 2015-03-03 to 2015-04-28

Evangelica Valdese

The Three Tenors - Napul’è Opera arias and Ballet. Three renowned tenors of Opera in Roma and magnificent dancers in costume will perform beautiful opera arias and the most famous songs of the Neapolitan tradition.
The magic Torna a Surriento, O’ Sole mio, Funiculì funiculà but also enchanting opera arias will be played in the same concert in this unique occasion with the mandolin, cello, grand piano and dance company.

Tenors:
Giuseppe Macagno
Claudio Minardi
Delfo Paone

Dancers:
Micol Girasole
Jennifer Giurioli
Minea De Mattia
Beatrice De Santis

Strumental Ensemble:
Mandolin: Ciro De Gennaro
Cello: Adriana Malaga Sanchez
Piano: Arturo Pellini

Programma:
1° TEMPO
Enrico Cannio O’ SURDATO ‘NNAMURATO (con balletto)
Bixio Cherubini MAMMA
Luigi Denza FUNICULÌ FUNICULÀ (con balletto)
Salvatore Cardillo CORE 'NGRATO
Salvatore Gambardella COMME FACETTE MAMMETA (con balletto)
Ernesto De Curtis TU CA NUN CHIAGNE
Giuseppe Verdi LA TRAVIATA Dei miei bollenti spiriti
Antonio De Curtis MALAFEMMENA (con balletto)
Guido Maria Ferilli UN AMORE COSÌ GRANDE
Giuseppe Verdi LA TRAVIATA Libiam, ne’ lieti calici (con balletto)

2° TEMPO
Pietro Mascagni MATTINATA Romanza (con balletto)
Giuseppe Verdi IL TROVATORE Di Quella Pira
Ernesto De Curtis TORNA A SURRIENTO (con balletto)
Giuseppe Verdi IL RIGOLETTO La donna è mobile
Domenico Modugno NEL BLU DIPINTO DI BLU
Ruggiero Leoncavallo I PAGLIACCI Vesti la giubba
Renato Rascel ARRIVEDERCI ROMA (con balletto)
Giacomo Puccini TURANDOT Nessun dorma
Eduardo Di Capua ‘O SOLE MIO (con balletto)


2Cellos

2015-07-31

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica
Luka Sulic&Stjepan Hauser



I 2 Cellos, le rockstar del violoncello che stanno collezionando concerti sold out in tutto il mondo dagli Stati Uniti all’Australia, ritornano dal vivo in Italia e per la prima volta si esibiranno nella Cavea dell’Auditorium Parco. dove presentaranno il loro terzo album, dopo “2Cellos” del 2011 e In2ition” del 2013, dal titolo “Celloverse”.
Completamente autoprodotto, “Celloverse” è definito dal duo come l’album più sperimentale e innovativo in termini di produzione. In effetti il talento di Luka Sulic e Stjepan Hauser nel superare con naturalezza e disinvoltura le barriere tra i vari generi musicali (rock, pop, classica, dance, folk, etc.), si conferma in questo progetto nella sua massima espressione: non solo riletture ma vere e proprie fusioni – come il mash up tra Iron Maiden e l’Ouverture del Gugliemo Tell di Rossini in “The Trooper Overture” e il passaggio dalle Quattro Stagioni di Vivaldi all’hard rock degli AC/DC in “Thunderstruck” – in cui la sperimentazione raggiunge una straniante credibilità su entrambi i fronti in gioco, quello classico prima e quello rock in perfetta sequenza. E le incursioni in ogni campo musicale proseguono per tutto l’album, dal folk dei Mumford&Sons in “I Will Wait” alla dance di “Wake Me Up” di Avicii, passando per Michael Jackson (They Don’t Care About Us), i Muse (Hysteria), i Radiohead (Street Spirit), per arrivare alla composizione originale che dà il titolo all’album “Celloverse” e inaugura una nuova carriera di compositori, solo abbozzata nei precedenti lavori. Non poteva mancare, infine, un duetto con un ospite d’eccezione: l’amico di sempre Lang Lang. Assieme alla superstar cinese del pianismo internazionale, i 2Cellos nel loro inconfondibile stile che mixa rock e classica rivisitano la celebre hit “Live and Let Die” del grande Paul McCartney.
Il progetto dei due geniali violoncellisti, partito nel 2011, ha immediatamente conquistato il web, dove le cifre hanno un significato inequivocabile, 132 milioni di visualizzazioni solo per il canale Youtube ufficiale dei 2Cellos danno un’idea precisa di un percorso che dal web si è rapidamente diffuso nel mondo reale non appena i 2Cellos hanno portato la loro dirompente vitalità sul palco, dove la perfetta fusione di materiale classico, rock, pop, dance diventa semplicemente Musica. Ma il web continua ad essere la loro cassa di risonanza, come una radio: la hit dance “Wake Me Up” di Avicii in 3 settimane già vola verso i 2 milioni di visualizzazioni, sebbene ancora lontana dai 6 milioni in 3 mesi di “The Trooper Overture” o dai 32 milioni totalizzati fino a oggi dall’inarrivabile Thunderstruck.
Tanti grandissimi artisti a più riprese hanno speso parole ammirate per i 2Cellos. Elton John li ha definiti “la cosa più emozionante vista dal vivo dai tempi del concerto londinese di Jimi Hendrix al Marquee Club negli anni Sessanta”, Dello stesso avviso anche Zucchero Fornaciari, che colpito dal talento ha realizzato con loro “Il Libro dell’amore – The Book of Love” dei Magnetic Fields, diventata famosa grazie a Peter Gabriel e inserita nel secondo album “In2ition” che raccoglieva altre collaborazioni eccellenti: l’eroe delle sei corde Steve Vai nella rivisitazione di “Highway to Hell” degli AC/DC e la star cinese del pianoforte Lang Lang in una versione innovativa di “Clocks” dei Coldplay.
I due musicisti che, forti di studi classici nell’irreprensibile Conservatorio slavo, hanno affinato la loro tecnica diplomandosi alla Royal Academy of Music londinese, decidendo subito dopo di utilizzare quanto magistralmente appreso per sparigliare le carte e abbattere le barriere fra i linguaggi musicali, continuano la scalata al successo fra decine di concerti sold out.

Toto

2015-07-05

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica
Steve Lukather chitarre, voce
David Paich tastiere, voce
Steve Porcaro tastiere
Jospeh Williams voce
David Hungate basso
Keith Carlock batteria
Lenny Castro percussioni


I Toto, gruppo musicale statunitense, membro della Hall of Fame, ha vissuto una leggendaria carriera che include 17 album, ha venduto più di 35 milioni di copie in tutto il mondo e molti dei loro brani sono stati in testa alle classifiche, tra questi "Africa”, "Hold The Line", "Rosanna", "I Won't Hold You Back" e "I'll Be Over You", oltre al loro "Toto IV" che li ha fatti entrare nella storia rendendoli i primi artisti a vincere 6 Grammy Awards per un unico album.
I Toto saranno a Luglio suona bene 2015 per una delle due date italiane, a supporto del nuovo album previsto nella primavera del 2015. Alcune le novità all’interno del gruppo come il ritorno di David Hungate, bassista storico che ha partecipato ai primi quattro album - tra i quali “Toto IV” - ed i nuovi membri Keith Carlock alla batteria e Lenny Castro alle percussioni.

Michele Rabbia, Andy Sheppard

2015-05-20

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Michele Rabbia batteria
Andy Sheppard sassofoni
Funambolo della batteria e di tutto ciò che si può percuotere, Michele Rabbia crea, attraverso il ritmo, un mondo personale di suoni come i migliori batteristi che amano esibirsi in solo dimostrando di essere non solo eccellenti musicisti in ensemble di vario genere ma anche capaci di costruire narrazioni musicali e suscitare emozioni con la sola batteria. Nato a Torino nel '65, dopo aver compiuto i primi studi presso la Scuola Civica di Savigliano, sotto la guida del Maestro Giorgio Artoni, Rabbia segue i corsi di batteria con il Maestro Enrico Lucchini. Nel 1989 si reca negli Stati Uniti dove ha la possibilità di frequentare le lezioni di Alan Dawson e Joe Hunt. Rientrato in Italia si trasferisce a Roma e nel '94 entra a far parte del gruppo Aires Tango guidato dal sassofonista argentino Javier Girotto; con questa formazione registra sette dischi e compie oltre 300 concerti che vedono, in alcuni casi, la collaborazione di musicisti come Enrico Rava, Paolo Fresu, Peppe Servillo e Gianni Coscia. Il suo interesse per la musica improvvisata lo porta a collaborare in studio e dal vivo con diversi musicisti come: Michel Godard, Rita Marcotulli, Charlie Mariano, Antonello Salis, Stefano Bollani, e tanti altri. Le sue collaborazioni si estendono: al teatro, dove lavora con Fausto Paravidino, David Riondino e Mara Baronti; nella danza con Tery J. Weikel, Magda Borould Pascal, Rossella Fiumi e con la compagnia di teatro-danza di Pisa; nella letteratura con la scrittrice Dacia Maraini e nella pittura con Gabriele Amadori.

Jack Savoretti

2015-04-28

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Jack Savoretti chitarra e voce
Pedro Vita Vieira De Souza chitarra elettrica
Jesper Lind Mortensen batteria e percussioni
Jean Berthon basso elettrico
Henry William Bower-Broadbent tastiere


“Written in Scars”, l’ultimo progetto di Jack Savoretti, segna sicuramente uno dei punti più alti della carriera del cantautore anglo-italiano che ha registrato questo disco dopo aver lavorato con alcuni degli autori più promettenti in circolazione. I presupposti del progetto sono chiari: ritmiche contagiose e arrangiamenti curati nel minimo dettaglio. Nato a Londra nel 1983 da padre italiano e madre tedescopolacca, Savoretti trascorre la sua infanzia in Inghilterra per poi trasferirsi adolescente in Svizzera. Sarà la madre a suggerirgli di prendere in mano una chitarra e di trasferire in musica le sue parole. Nel 2007 pubblica il suo primo album in studio, “Between the minds”, molto apprezzato dalla critica inglese che non tarda a descrivere Jack come il nuovo Bob Dylan. Il disco successivo, “Harder than easy” esce nel 2009. Segue nel 2012 esce “Before the storm” registrato con i musicisti della sua nuova band: The Dirty Romantics. Il 20 ottobre 2014 esce il suo nuovo EP “Tie me down”: quattro pezzi che anticipano il nuovo album, “Written in scars”, uscito all’inizio del
2015, anticipato dal singolo “Home”. L'album ha visto la collaborazione dell'autore Samuel Dixon (coautore di Sia e produttore di Adele) e del cantautore genovese Zibba. Sul palco sarà affiancato dai The Dirty Romantics, ovvero Pedro Vita Vieira De Souza, chitarra elettrica, Jesper Lind Mortensen, batteria e percussioni, Jean Berthon, basso elettrico, e Henry William Bower-Broadbent, tastiere.

Francesco Renga

2015-06-27

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Francesco Renga




Dopo due concerti sold out all’Auditorium a maggio e ottobre scorso e dopo aver conquistato oltre quaranta teatri italiani (ovunque tutto esaurito) torna live Francesco Renga per la rassegna Luglio Suona Bene con un nuovo spettacolo pensato appositamente per il prestigioso spazio aperto della Cavea. Il disco “Tempo reale” è stato certificato Disco di Platino e per oltre quaranta settimane ha dominato la top ten degli album più venduti. Il singolo “Il mio giorno più bello del mondo”, che ha conquistato il Doppio Platino, è nella Top 10 della classifica generale dei video più visti su Vevo Italia nel 2014 e in terza posizione in quella dei video italiani.

Anastacia

2015-07-22

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Anastacia


Dopo il grande successo di questo inverno, Anastacia torna per un concerto sotto le stelle della Cavea dell’Auditorium Parco della Musica. Il mondo è pieno di cantanti che sanno farsi ascoltare, scrivere una canzone godibile e proporre un sound accattivante. Ma sono davvero pochissimi gli artisti che possiedono un timbro assolutamente inconfondibile, una voce che ti cattura, che ti fa venire i brividi: piena di anima, vibrante, la voce che solo le vere star possiedono. Questa è Anastacia: una superstar che non si è mai arresa alla malattia e che ha saputo reagire con forza e determinazione. Resurrection è un titolo perfetto per questo album semplicemente spettacolare. Un viaggio pieno di melodia e cuore, emozionante ma anche denso di energia positiva. E’ la dichiarazione di una vera guerriera, che lotta per mandare un messaggio di coraggio a tutto il mondo. Questo nuovo disco sa muoversi su territori molto diversi fra loro. Da brani più allegri, contagiosi, divertenti e pop che fanno saltare in piedi per ballare a quelli che ti stringono il cuore e creano un nodo in gola fino alle lacrime. A partire da “Lifeline”, una storia di sopravvivenza che parla dell’uccidere un “amico” (ovvero il cancro) fino all’incantevole “Evolution” che testimonia come ognuno di noi cresca e si trasformi, “Resurrection” è un album che ci insegna quanto preziosa sia la capacità di prendere la negatività e trasformarla in qualcosa di buono.

Rosario Giuliani, Roberto Gatto

2015-04-15

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Rosario Giuliani sassofoni
Roberto Gatto batteria
La batteria di Roberto Gatto incontra i sassofoni di Rosario Giuliani. Il duo ha mosso i primi passi nel 2014 al Fringe Jazz Festival di Torino, per celebrare lo spirito dell’improvvisazione. Il loro interplay è perfetto, una corrispondenza totale; i due sono in grado di improvvisare liberamente, traendo ispirazione da differenti repertori, dai brani originali ai classici del jazz. La loro musica riflette conoscenza e passione, e raccoglie due approcci personali e “italiani” alla tradizione jazz.

Irene Grandi

2015-05-13

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Una canzone scritta da lei per Sanremo, un tour teatrale che la vede protagonista assoluta e un nuovo contratto discografico: tante le novità che riguardano Irene Grandi in questo 2015 ancora sulla soglia, ma soprattutto tanti i suoi progetti che svelano una donna nuova, più ricca e complessa artisticamente, più consapevole.
Per la prima volta Irene Grandi è stata invitata a partecipare al Festival della Canzone Italiana di Sanremo con una canzone di cui è anche autrice, Un vento senza nome, una ballad molto intensa, un testo che tocca con leggerezza un argomento di grande attualità, raccontando di una donna che volta pagina lasciandosi alle spalle una situazione che non le appartiene più. La canzone è evocativa e raffinata, si sviluppa in un crescendo lieve e costante di emozioni sempre più intense e coinvolgenti. Un vento senza nome anticipa l'uscita del nuovo album che Irene Grandi presenterà in concerto all’Auditorium. Un progetto sviluppato in modo armonioso ed accurato caratterizzato da sonorità eleganti e calde, che Irene Grandi porterà torna in tour nei teatri di tutta Italia.

Elton John in concerto

2015-07-12

Terme di Caracalla


I maestri dell'organo - Serie concertistica internazionale 2015

from 2015-01-18 to 2015-12-07

S. Antonio dei Portoghesi


Slash + special guests

2015-06-23

IPPODROMO CAPANNELLE


Integrale dell’opera organistica di Johann Sebastian Bach

from 2015-01-10 to 2015-12-13

S. Antonio dei Portoghesi


Rafal Blechacz in recital

2015-04-22

Auditorium Parco della Musica


The King's Singers

2015-04-17

Auditorium Parco della Musica


Schubertiade

2015-04-10

Auditorium Parco della Musica


La Traviata - i Virtuosi dell'Opera di Roma

from 2015-01-31 to 2015-04-25

San Paolo entro le mura

Opera in three acts by F.M. Piave with orchestra, singers, choir and scenography


Gershwin Gala

from 2015-06-20 to 2015-06-23

Auditorium Parco della Musica


Zimerman interpreta Brahms

from 2015-06-13 to 2015-06-16

Auditorium Parco della Musica


Concierto de Aranjuez

from 2015-06-06 to 2015-06-09

Auditorium Parco della Musica


Antonio Pappano: Bruckner 8

from 2015-05-23 to 2015-05-26

Auditorium Parco della Musica


Shostakovich: Sinfonia n. 5

from 2015-05-16 to 2015-05-19

Auditorium Parco della Musica


Myung-Whun Chung: Mahler 4

from 2015-05-09 to 2015-05-12

Auditorium Parco della Musica


Mahler: Sinfonia n. 1 "Titano"

from 2015-05-03 to 2015-05-05

Auditorium Parco della Musica


Mozart: Requiem

from 2015-04-25 to 2015-04-28

Auditorium Parco della Musica


Daphnis et Chloé

from 2015-04-18 to 2015-04-21

Auditorium Parco della Musica


Yuri Temirkanov / Martha Argerich

from 2015-04-11 to 2015-04-14

Auditorium Parco della Musica


Lenny Kravitz in concerto

2015-07-27

IPPODROMO CAPANNELLE


The Chemical Brothers

2015-07-02

IPPODROMO CAPANNELLE


Gianna Nannini in concerto

2015-05-07

Palalottomatica


Caparezza in concerto

2015-04-02

Palalottomatica


I Concerti al Quirinale nella Cappella Paolina 2015

from 2015-01-11 to 2015-12-06

Palazzo del Quirinale


Opera & Balletto. The Great Opera en Pointe - Opera in Roma

from 2015-04-10 to 2015-06-30

Evangelica Valdese

Great opera singers, ballet dancers and a prestigious quartet perform the most suggestive Opera arias by Verdi, Puccini and other renowned composers. Masterful soprano, tenor and baritone voices are enriched by charming choreographies featuring dancers from Rome’s Opera and Ballet Academy. The melodies of a Chamber Ensemble, consisting of oboe, strings and grand piano, will delight the public with the magic of Opera and Ballet.

Voices and soloist
Soprano- Flavia Palazzo
Tenor- Giuseppe Macagno
Baritone- Mauro Pili
Dancers- Borana Qirjazi
- Massimo Bartucci

Instrumental ensemble
Grand piano- Arturo Pellini
Violin- Roberta Palmigiani
Oboe- Marco Corsini
Double bass- Antonio Lipari

Direction and choreography: Minea De Mattia

Programma B

I TEMPO
Pëtr Il'ičČajkovskij - LA BELLA ADDORMENTATA Waltzer (Balletto)
Gaetano Donizetti - L’ELISIR D’AMORE Quanto amore ed io spietata (Soprano-Baritono)
Giuseppe Verdi - IL TROVATORE Di quella pira (Tenore)
Adolphe-Charles Adam - GISELLE Variazione I Atto I Contadini (Balletto)
Wolfgang Amadeus Mozart - DON GIOVANNI Madamina il catalogo è questo (Baritono)
Giacomo Puccini - TOSCA Vissi d’arte (Soprano-Balletto) E lucean le stelle (Tenore)
(Giuseppe Verdi - RIGOLETTO Figlia! Mio padre! (Soprano-Baritono)

II TEMPO
Pëtr Il'ičČajkovskij - IL LAGO DEI CIGNI La morte del cigno (Balletto)
Giuseppe Verdi - LA TRAVIATA Dei miei bollenti spiriti (Tenore)
Giacomo Puccini LA BOHÈME Quando men vò (Soprano)
LèonMinkus - DON QUIXOTE Finale III Atto Il Matrimonio (Balletto)
Gaetano Donizetti - DON PASQUALE Bella siccome un angelo (Baritono)
Giuseppe Verdi - AIDA Celeste Aida (Tenore) Balletto dei piccoli schiavi mori (Balletto)
Gioacchino Rossini - IL BARBIERE DI SIVIGLIA Ah, qual colpo inaspettato…zitti zitti…(Soprano-Tenore-Baritono)


La Traviata: complete opera with orchestra, chorus and ballet - Opera in Roma

from 2015-04-23 to 2015-06-25

Evangelica Valdese

The Traviata history is about Violetta, a courtesan of Parisian houses well renowed between the men of the city because of her life style. At one of her brilliant parties, the beautiful but frail demi-mondaine Violetta meets the wellborn Alfredo Germont, and for love of him abandons her feverish life of pleasure. Alfredo’s father intrudes on their idyllic existence in the country and aks Violetta to renounce to Alfredo because of their family’s reputation. She decides to move, leaving only a note for Alfredo. She appears at a ball in Flora’s house on the arm of an old admirer, Baron Douphol, to the fury of Alfredo. Unable to persuade Violetta to go with him, Alfredo insults her and is challenged by the Baron. At last, his father has told him of Violetta’s noble renunciation. Overjoyed
at the sight of him, Violetta attempts to rise. But it is too late. Violetta dies in Alfredo’s arms.

The themes of the melodrama are two: love and death. The inspiration of the composer is around this elements, that he never expressed in a such strong way before this opera.
The death already is at the beginning of the first act, in the preludio, that seems to announce the tragedy that will happen.

Characters and performers:
Violetta - Soprano - Flavia Palazzo
Alfredo Germont - Tenore - Claudio Minardi
Giorgio Germont - Baritono - Enrico Paoletti
Annina / Flora Bervoix - Soprano - Maria Ratkova
Gastone, Visconte de Létorières - Tenore - Domenico Venturini
Il barone Douphol - Baritono - Francesco Luccioni
Il dottor Grenvil / Il marchese d’Obigny - basso - Silvano Arcadi
Un commissionario - basso - Luca Renzetti
Giuseppe, servo di Violetta - Tenore - Antonio Ascani
Matador ballerino - Massimo Bartucci
Zingarella ballerina - Borana Quirjazi
Coro matadori, picadori, zingarelle, gente del popolo
Maestro concertatore e direttore - Americo Caretti
Regia e coreografie - Minea De Mattia
Maestro del coro - Antonio Ascani
Scene e costumi - Opera in Roma


Requiem di Mozart - Opera in Roma

2015-04-03

Evangelica Valdese

W. A. MOZART
“Requiem in Re minore K 626”
The opera composed by Mozart in 1791, represent with great skill the comparison of man with his greatest fear: the Bodily Death.
Are well blend together in a sweet song that rises to the sky, the image of death with the image of the saving power and magnanimous of God.
According to tradition, the writing of this Mass was required to Mozart by a mysterious client, with the only clause to be finished in no time. Unfortunately, this desire will never be fulfilled because of unexpected death of the same author. Will in fact some of his students more intimate, among which the figure of Franz Xaver Süssmayr, to conclude the composition.
Orchestra chorus and soloists, soprano, alto, tenor and bass Academy of Opera and Dance in Rome.


Gianluca Campo

2015-06-11

Teatro Palladium


I Solisti Aquilani

2015-05-04

Teatro Palladium


Roberto Prosseda

2015-04-23

Teatro Palladium


Counting Crows

2015-07-04

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Adam Duritz voce
Jim Bogios batteria
David Bryson chitarra
Charlie Gillingham piano
David Immergluck chitarra
Millard Powers basso
Dan Vickrey chitarra

Arriva a Luglio Suona Bene 2015 il “Somewhere Under Wonderland Tour” della band fondata da Adam Duritz e David Bryson. Il gruppo di San Francisco presenterà a Luglio Suona Bene 2015, in un trascinante live, non solo i brani dell’ultimo disco “Somewhere Under Wonderland” ma anche i più grandi successi, da “Mr. Jones” a “Round here”, hits che li ha resi uno dei gruppi simbolo degli Anni ’90 per la rilettura in chiave moderna della tradizione condita dal gusto dell’improvvisazione. “Somewhere Under Wonderland”, settimo album dei Counting Crows, ha debuttato alla posizione n.6 della classifica americana, ricevendo commenti entusiastici dalla critica. Il disco, composto da 9 tracce inedite, è stato anticipato dai brani “Scarecrow” e “Palisades Park”.

Counting Crows

2015-07-04

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica
Adam Duritz voce
Jim Bogios batteria
David Bryson chitarra
Charlie Gillingham piano
David Immergluck chitarra
Millard Powers basso
Dan Vickrey chitarra

Il “Somewhere Under Wonderland Tour” dei Counting Crows arriva nella Cavea del Parco della Musica. La band di San Francisco presenterà a Luglio Suona Bene 2015, in un trascinante live non solo i brani dell’ultimo disco “Somewhere Under Wonderland” ma anche i loro più grandi successi, da “Mr. Jones” a “Round here”, hit che li hanno resi uno dei gruppi simbolo degli Anni ‘90. “Somewhere Under Wonderland”, settimo album dei Counting Crows, ha debuttato alla posizione n. 6 della classifica americana, ricevendo commenti entusiastici dalla critica. Il disco, composto da 9 tracce inedite (11 nella versione deluxe), è stato anticipato dai brani “Scarecrow” e “Palisades Park”
I Counting Crows sono Adam Duritz (voce), Jim Bogios (batteria), David Bryson (chitarra), Charlie Gillingham (piano), David Immergluck (chitarra), Millard Powers (basso) e Dan Vickrey (chitarra). La band nasce nel 1991 a San Francisco, facendosi subito notare con la pubblicazione dell’album “August and Everything After”, considerato uno dei migliori dischi alternative rock degli Anni Novanta.

Concerto annullato Sinéad O'Connor

2015-05-10

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
Annullato il concerto, data unica italiana, di Sinéad O’Connoro. A causa di sopraggiunti impegni promozionali improrogabili, l’artista irlandese si vede costretta a rimandare il live a data da definirsi.
E' possibile chiedere il rimborso dei biglietti fino al 10 giugno presso il punto vendita di acquisto. I biglietti acquistati tramite internet e call center saranno rimborsati automaticamente.


Sinéad O’Connor, la stella del pop anni ’80 e ’90 sarà all’Auditorium Parco della Musica per l’unica data italiana dove presenterà il suo ultimo disco “I’m Not Bossy, I’m The Boss”.
Il 2014 è stato l’anno del ritorno in piena forma della voce pop tra le più particolari e caratteristiche della scena musicale contemporanea; “I’m Not Bossy, I’m The Boss”, a fine agosto ha ripresentato la cantante irlandese ai suoi tantissimi fan e ammiratori. Questo nuovo lavoro rappresenta uno dei migliori capitoli della lunga carriera della stravagante artista Irlandese. Il primo singolo è stato “Take Me To Church”, brano pop rock acceso e immediato, seguito poi da “8 Good Reasons”, ipnotico e magico con un testo di denuncia riguardo il mondo che circonda e circondava Sinead.
Dal suo debutto nel 1987 con la hit “Mandinka” al successo planetario ed incredibile del 1990 con l’album “I Do Not Want What I Haven’t Got”, disco che conteneva il worldwide #1 hit single “Nothing Compares 2 U”, alle collaborazioni con Peter Gabriel, Massive Attack, fino al Brit Award Nominate John Grant, Sinéad O’Connor ha dimostrato quanto la sua voce sia potente, unica, toccante e magica, ne è conferma anche il precedente splendido album “How About I Be Me (And You Be You)?” uscito nel 2012.
Sinéad O’Connor è una vera icona pop, uno tra i pochi nomi importanti quanto influenti degli ultimi 30 anni di storia musicale, capace di passare attraverso i generi; dal pop al reggae, dal folk irlandese al rock all’elettronica. Intensa e magica… There is no one like Sinéad O’Connor!

Wayne Horvitz

2015-05-18

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Wayne Horvitz pianoforte


Wayne Horvitz è un pianista, compositore e musicista elettronico. È stato uno dei protagonisti principali della scena downtown di New York degli anni ‘80, eccellendo nella capacità di attraversare generi musicali con il suo atteggiamento unico e sorprendente. Anche se la sua notorietà è dovuta essenzialmente all’appartenenza alla celeberrima formazione Naked City di John Zorn, Horvitz deve essere valorizzato per la sua notevole e variegata attività di compositore. Fin dagli inizi della sua carriera è stato chiaro che il suo interesse primario fosse l’organizzazione del suono e la direzione, anche per formazioni di grandi dimensioni. Ha caparbiamente perseguito un percorso altamente individuale, pensando la musica in termini di composizione e ascolto, dall’alto di una conoscenza profonda e mai banale di ogni contesto musicale con cui si è confrontato. Il suo stile è immediatamente riconoscibile in ogni singolo lavoro da lui prodotto, tale da essere ragionevolmente considerato uno dei maggiori compositori contemporanei americani. Dalle prime opere in perfetto stile della scena downtown con William Parker, John Zorn, Lawrence "Butch" Morris, Elliott Sharp, Bobby Previte, Bill Frisell, Jon Rose (per citare solo i più famosi), alla vibrante esperienza della New York Composers Orchestra, alle inclassificabili meta-rock band The President e Pigpen, agli extra groovy Zony Mash, al freejazz punk che incontra l’elettronica di Ponga, le formazioni cameristiche 4 + 1 Ensemble&Gravitas Quartet, al magnifico quartetto acustico Sweeter Than The Day, senza dimenticare le sue opere classiche, l’oratorio dedicato alla figura di Joe Hill, The Heartsong Charging Elk e la sua musica per film, teatro e danza, la tavolozza sonora di Horvitz offre un viaggio unico e altamente personale attraverso i piaceri della musica dei nostri tempi.

The Three Tenors: Opera arias, Naples and songs

from 2015-01-09 to 2015-07-31

San Paolo entro le mura

The Three Tenors: Opera arias, Naples and songs

Inspired by the popular Three Tenors concert of L. Pavarotti, P. Domingo e J. Carreras, in this event the most famous Italian opera arias from Tosca, La Traviata and L’Elisir d’amore and the most popular Neapolitan songs like “O’sole mio” and “Torna a Surriento” will be performed by the wonderful voices of three tenors accompanied by strings quartet and grand piano.

Opera, Naples and Italian songs give rise to an incredible musical experience if they are mixed together.


The Great Italian Opera

from 2015-01-08 to 2015-07-30

San Paolo entro le mura

The Great Italian Opera: The most beautiful opera arias of the famous Verdi, Rossini, Puccini and Donizetti melodrama are the protagonists of this incredible concert.
The arias, performed by Soprano, Tenor and Baritone accompanied by string quartet and grand piano, belong to the great  masterpieces of the Italian Opera tradition: La Traviata (G. Verdi), Il Barbiere di Siviglia (G. Rossini), Nabucco (G. Verdi), Madama Butterfly (G. Puccini), Norma (V. Bellini), L’elisir d’amore (G. Donizetti).
All the most incredible opera arias of the Italian Bel Canto presented in an attractive pot-puorri so to offer to the spectator a voyage in the Italian Opera history.


The Great Opera Arias: Mozart, Verdi, Rossini

from 2015-01-13 to 2015-07-28

San Paolo entro le mura

The Great Opera Arias.

CELEBRI ARIE D’OPERA: Mozart, Verdi, Rossini

PROGRAM

I tempo 

W. A. MOZART
Eine Kleine Nachtmusik KV525
I. Allegro
Strumenti

Don Giovanni
Madamina, il catalogo è questo
Baritono

FRIEDRICH HAENDEL
Serse
Ombra mai fu
Tenore

W. A. MOZART
Don Giovanni
La’ ci darem la mano
Baritono e Soprano

J. S. BACH
Aria sulla quarta corda
Strumenti

FRIEDRICH HAENDEL
Lascia ch’io pianga
Soprano

W. A. MOZART
Don Giovanni
Dalla sua pace 
Tenore

W. A. MOZART
Il flauto magico
Der Hölle Rache
Soprano 

W.A. MOZART
Il flauto magico
Papagena! Weibchen, Täubchen
Baritono e Soprano 

 


II tempo 

GIOACCHINO ROSSINI
Il Barbiere di Siviglia
Ouverture
Strumenti
Largo al factotum della città
Baritono

GAETANO DONIZETTI
L’elisir d’amore
Una furtiva lagrima
Tenore

Gianni Schicchi
O mio babbino caro
Soprano
Era uguale la voce?
Baritono

AMILCARE PONCHIELLI
La danza delle ore
Strumenti

GIUSEPPE VERDI
Rigoletto
La donna è mobile
Tenore

VINCENZO BELLINI
Norma
Casta Diva
Soprano

GIUSEPPE VERDI
Nabucco
Va Pensiero
Soprano-Tenore-Baritono

GIUSEPPE VERDI
La Traviata
Libiam nei lieti calici
Soprano Tenore e Baritono


Mondovisione Tour - Palazzetti 2015: Ligabue in concerto

from 2015-04-16 to 2015-04-18

Palalottomatica


Angelo Branduardi

2015-04-15

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
Angelo Branduardi voce
Michele Ascolese chitarra elettrica e acustica
Stefano Olivato contrabbasso, basso, armonica a bocca
Leonardo Pieri tastiere, fisarmonica
Davide Ragazzoni batteria e percussioni

“Camminando Camminando Tre”, protagonistrta Angelo Branduardi. Un concerto di grande coinvolgimento e trasporto nel quale il suono diventa magia e irrompe nella vita di ogni giorno. Dopo il suo ultimo lavoro, “Il Rovo e la Rosa – Ballate d’amore e di morte”, in cui ha attinto a piene mani dalla tradizione del periodo elisabettiano, coniugando produzione pop e lavoro di ricerca, il menestrello d’oltre Po riapre il grande libro delle “Child Ballads”, la monumentale antologia che il musicologo Francis J. Child raccolse nell’800 compendiando il patrimonio culturale del folk inglese, scozzese e irlandese poi trasmigrato anche in America e si sofferma sulle arie dell’età elisabettiana in voga tra ‘500 e ‘600. “Il Rovo e la Rosa” costituirà filo rosso di un’antologia che proporrà, tra gli altri, i sempreverdi La Luna, Confessioni di un malandrino, Il dono del cervo. In questo concerto Branduardi lavora per sottrazione, cercando essenzialità e pulizia; punta a lasciare i giusti silenzi, con l’obiettivo di permettere alle frasi musicali di respirare e di manifestarsi pienamente. L’artista invita così il pubblico a entrare in una sorta di “giardino segreto” da frequentare all’alba, in punta di piedi, costruito su suoni che sono allo stesso tempo antichi e moderni, cogliendone le suggestioni e gli umori, ascoltando l’eco senza tempo di antichi racconti popolari di amore e di morte, di incanti e avventure, tramandati per secoli e tutt’ora presenti nella memoria collettiva delle genti al di qua e al di là dell’Atlantico.

Paolo Fresu, Daniele Di Bonaventura

2015-04-11

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Paolo Fresu tromba, flicorno, effetti
Daniele Di Bonaventura bandoneon
Un dialogo in musica nel segno degli strumenti ad aria e di un lirismo dagli aromi mediterranei. Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura si ritrovano nella dimensione più ristretta del duo. Un incontro, quello fra il trombettista sardo e il bandoneonista marchigiano, rodato attraverso una decina di concerti, compreso quello in versione speciale dedicato a Corto Maltese, il famoso personaggio dei fumetti creato dal grande Hugo Pratt. Un concerto di grande effetto che vive di intimismo e di piccole cose che raccontano i grandi colori dell'universo musicale contemporaneo. Ecumenicamente attratti dalla musica etnica, classica ed elettronica, i due jazzisti si sono resi protagonisti, nel 2011, di un interessante progetto di contaminazione, affiancati dal celebre ensemble vocale corso A Filetta. Il risultato di questo riuscito e affascinante viaggio musicale, che tocca corde ancestrali, è il disco «Mistico Mediterraneo». Questo duo è una sorta di estrazione poetica del magico interplay di quel progetto madre e che caratterizza ormai da tempo i loro sempre più frequenti incontri. Ciò li ha portati a registrare - proprio in duo - nuovo materiale musicale, che uscirà presto.

Carmen Consoli in concerto

2015-04-11

Palalottomatica


Joshua Redman Trio

2015-04-20

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Joshua Redman sax
Reuben Rogers contrabbasso
Greg Hutchinson batteria


"Redman ha ottenuto il fuoco che brucia caldo come carbone ardente: Trios live cattura l'essenza delle sue incredibili capacità come musicista e performer".

Joshua Redman presenta i brani del suo ultimo album “Trios Live” con i suoi collaboratori di lunga data, il batterista Gregory Hutchinson e il contrabbassista Reuben Rogers. In scaletta brani originali di Redman e interpretazioni di standard. Figlio del celeberrimo sassofonista Dewey Redman, Joshua iniziò a farsi notare nel mondo del jazz nei primi anni Novanta con uno stile tutto suo, fortemente legato alla tradizione e orientato a una raffinata costruzione melodica. In seguito, un'inarrestabile ascesa artistica lo ha visto a capo di gruppi propri formati da musicisti destinati al successo: la sua prima band stabile, infatti, annoverava Brad Mehldau, Christian McBride e Brian Blade. Dopo numerosi album in studio e collaborazioni con artisti di grande calibro, oggi Redman è tra i tenorsassofonisti più ammirati del panorama internazionale ed è considerato uno dei musicisti afroamericani più influenti tra quelli emersi alla fine del Novecento.

Brad Mehldau Trio

2015-04-21

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Brad Mehldau pianoforte
Larry Grenadier contrabbasso
Jeff Ballard batteria

Torna all’Auditorium Parco della Musica Brad Mehldau accompagnato da una delle migliori sezioni ritmiche della storia: Larry Grenadier al contrabbasso e Jeff Ballard alla batteria. Il trio di Mehldau è una delle formazioni jazz più sorprendenti degli ultimi anni, capeggiata del pianista celebre per le sue interpretazioni di standard e di musiche di Radiohead, Beatles, Nick Drake. Brad Mehldau, una delle più poetiche e profonde personalità del pianismo jazz contemporaneo, ha forgiato uno stile unico che incarna l’essenza dell’esplorazione jazz, del romanticismo classico e del fascino del pop. Dall’acclamazione della critica alla consacrazione come band leader, fino alla fama internazionale grazie alle collaborazioni straordinarie con Pat Metheny, Renee Fleming e Joshua Redman, Mehldau continua a raccogliere numerosi premi e l’ammirazione sia dei puristi del jazz sia degli appassionati di musica..Con la sua passione per la musica popolare e la formazione classica, Mehldau è “ammirato universalmente come uno dei più avventurosi pianisti che si sono imposti sulla scena del jazz in questi anni” (Los Angeles Times).

Tetralogia degli Elementi - Litfiba in concerto

from 2015-04-12 to 2015-04-13

Atlantico Live


Antonello Venditti

2015-09-05

Stadio Olimpico


Mario Biondi

2015-05-20

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
Mario Biondi


Dopo il grande successo del "Sun Tour", che ha toccato le principali città italiane, e dopo il trionfo della sua parte europea, che l'ha visto calcare i palchi più prestigiosi d'Europa, nel 2015 Mario Biondi è pronto a tornare ad esibirsi dal vivo anche in Italia con un nuovo straordinario tour teatrale.

Mark Knopfler and Band

2015-07-21

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Mark Knopfler chitarra
Guy Fletcher tastiere
Richard Bennett chitarra
Jim Cox piano
Mick McGoldrick fiati, flauto
John McCusker violino, mandolino
Glenn Worf basso
Ian Thomas batteria


Plurivincitore di Grammy Awards, Mark Knopfler continua a combinare i suoi testi ironici con la sua abilità chitarristica e ha dato vita a grandi hits come Money For Nothing, Sultans of Swing, Romeo and Juliet, Walk of Life, What It Is e Sailing To Philadelphia. Ha collaborato con molti altri artisti tra cui Bob Dylan, Eric Clapton, Randy Newman, Van Morrison e Emmylou Harris, e ha composto diverse colonne sonore, tra le quali Cal, Local Hero e Princess Bride. Il suo nono album solista è “Tracker”, registrato nel suo studio British Grove a West London e prodotto in collaborazione con Guy Fletcher. Il disco, contiene anche interventi di special guest come Ruth Moody, Bruce Molski, Nigel Hitchcock e Phil Cunningham.

Zurria, Bagnoli, Ravaglia, Tanzi

2015-05-14

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Studio 2
Programma

Salvatore Sciarrino Muro d’orizzonte
Morton Feldman Instruments 3
Doina Rotaru Dincolo prima esecuzione italiana
Emanuele Casale 5
Iannis Xenakis Dmaathen
Goffredo Petrassi Tre per sette



Manuel Zurria flauto
Fabio Bagnoli oboe
Paolo Ravaglia clarinetto
Flavio Tanzi percussioni






Non c'è niente di cui abbiamo bisogno che non sia pericoloso.
John Cage

Rullo, Burgarella, Peverini, Fattorini, Toro, Armatys

2015-04-23

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Studio 2
Adriano Rullo chitarra
Giuseppe Burgarella pianoforte
Francesco Peverini violino
Filippo Fattorini violino
Alessio Toro viola
Anna Armatys violoncello

Programma

Franco Donatoni About
Roberto De Simone I racconti di mamma orca
Fausto Sebastiani Astrapen
Alfred Schnittke Klavierquartett
Marcello Panni Tre Danze

Ogni cosa è un’eco del niente.
John Cage

Il ciclo .IN MY LIFE. contempla una mezza dozzina di incontri per formazioni da camera e tre concerti monografici con formazioni più articolate. I concerti del ciclo sono l’espressione dell’empatia che i membri del PMCE Parco della Musica Contemporanea Ensemble hanno maturato in questi sei anni di collaborazione. La frequentazione del repertorio per piccoli gruppi enfatizza le affinità tra gli interpreti, dalla scelta dei brani alla gestione della concertazione condivisa e si riverbera positivamente nella pratica più complessa di lavoro d’insieme con organici più ampi. Corollario della stagione CONTEMPORANEA concepita da Oscar Pizzo, il ciclo .IN MY LIFE. acquisisce sempre più i connotati dell’espressione più intima e autentica del PMCE Parco della Musica Contemporanea Ensemble diretto da Tonino Battista.

Muse

2015-07-18

IPPODROMO CAPANNELLE


Rock in Roma 2015

from 2015-06-01 to 2015-09-06

IPPODROMO CAPANNELLE


ANNULLATO Kaija Saariaho

2015-04-10

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Kaija Saariaho

Programma
Kaija Saariaho
Lichtbogen
Aer
New Gates

interpreti
PMCE Parco della Musica Contemporanea Ensemble
Manuel Zurria flauto
Francesco Peverini, Davide Simonacci violini
Luca Sanzò viola
Michele Marco Rossi violoncello
Massimo Ceccarelli contrabbasso
Lucia Bova arpa
Lucio Perotti pianoforte
Antonio Caggiano percussioni
Tommaso Cancellieri regia del suono
Tonino Battista direttore


Tutti i compositori sono dei sognatori. Ma ben pochi sono quelli che hanno creato immagini sonore di tale potenza magnetica come la finlandese Kaija Saariaho, basti pensare ad opere come Lichtbogen... un viaggio nell'universo della Saariaho richiede un continuo confronto con le più profonde e oscure dimensioni del vostro subconscio.
Tom Service, The Guardian

Kaija Saariaho, finlandese di origine e parigina di adozione è semplicemente la compositrice donna più rappresentata al mondo (dati Operabase). Un concerto-incontro che ripercorre attraverso le sue opere da camera più rappresentative la produzione artistica della compositrice scandinava.

Premio Valentino Bucchi - Parco della Musica

2015-06-12

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
membri della Giuria
Bruno Canino
Marcello Panni
Gart Knox
Gianluca Ruggeri



Fondazione Musica per Roma in collaborazione con la Fondazione Bucchi indice il primo Premio di Interpretazione musicale al Parco della Musica dedicato alla musica moderna e contemporanea. Per questa prima edizione il Premio avrà come testi di concorso la musica per strumento solo di Luciano Berio.

Satyricon

2015-05-07

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Satyricon
opera da camera di Bruno Maderna
su testi liberamente adattati dall'autore dal “Satyricon” di Petronio

interpreti
Solisti dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
PMCE Parco della Musica Contemporanea Ensemble
Manuel Zurria flauto
Fabio Bagnoli oboe
Paolo Ravaglia, Luca Cipriano clarinetti
Giancarlo Ciminelli tromba
Francesco Paolo Balestrieri fagotto
Francesco Peverini, Filippo Fattorini violini
Luca Sanzò viola
Anna Armatys violoncello
Massimo Ceccarelli contrabbasso
Lucia Bova arpa
Lucio Perotti pianoforte
Fulvia Ricevuto, Ganluca Ruggeri percussioni
Tommaso Cancellieri regia del suono

Tonino Battista direttore



Che succede a una società che come unico pensiero ruota intorno al proprio benessere materiale? Petronio descrive il declino della moralità dell'Impero Romano nella sua opera Satyricon, opera che si è conservata solo in parte (consumata anch'essa dalla bellezza dell'attimo?). Il compositore veneziano Bruno Maderna, artista di riferimento delle poetiche culturali degli anni settanta riprende, pochi mesi prima dalla sua prematura scomparsa, il testo (così come ha fatto Federico Fellini qualche anno prima) per mostrare un nascosto parallelismo tra la situazione antica e quella dei nostri giorni.

" Un compositore che continua a credere nella possibilità e nella necessità di un teatro Musicale in grado di appassionare e divertire gli spettatori ma al tempo stesso di risvegliare la loro coscienza critica sollecitandoli a pensare, giudicare e a guardare il mondo con disincanto ." Susanna Pasticci

Premio Valentino Bucchi - Parco della Musica

2015-05-05

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
membri della Giuria
Tristan Murail
Ivan Fedele
Manuel Zurria

interpreti
PMCE Parco della Musica Contemporanea Ensemble
Paolo Fratini flauto
Fabio Bagnoli oboe
Alessio Toro viola
Francesco Sorrentino violoncello
Lucia Bova arpa
Adriano Rullo chitarra

Tonino Battista direttore

È uno dei premi di composizione più prestigiosi in Italia riservato a compositori di ogni paese nati dal 1° gennaio 1973. Quest’anno, giunto alla sua 37ª edizione, il Premio si presenta con un meccanismo di selezione delle opere completamente rinnovato. Dopo la chiusura dei termini di partecipazione - il 7 febbraio 2014 - una prima selezione delle opere pervenute sarà svolta da una platea di circa 100 lettori individuati nell’ambito di figure di rilievo della vita musicale italiana: compositori, interpreti di musica contemporanea, musicologi, critici musicali, esponenti dell’organizzazione e della produzione musicale e artistica. Ognuno dei lettori esprimerà in voti - da uno a dieci - il proprio giudizio. In questo modo si vogliono mettere in relazione le voci più nuove della creatività e della ricerca musicale contemporanea con le effettive realtà produttive, agevolando il più possibile la circolazione di idee e i contatti tra artisti e operatori culturali, fine primario di ogni concorso di composizione che voglia incidere sulla musica del suo tempo. Le opere che entreranno nella semifinale saranno quindi giudicate da una grande giuria internazionale. Le opere ammesse alla finale, da un minimo di quattro a un massimo di sei composizioni, saranno eseguite in pubblico concerto presso il Parco della Musica di Roma il giorno 5 maggio 2015 dal PMCE Parco della Musica Contemporanea Ensemble diretto da Tonino Battista, alla presenza della Giuria Internazionale. Al termine del concerto la Giuria procederà alla determinazione delle opere premiate e il concerto sarà registrato da Radio3 Rai. L’autore dell’opera vincitrice del Premio Valentino Bucchi – Parco della Musica otterrà un premio e la pubblicazione dell’opera stessa a cura della Universal Edition.

La Passione secondo Simone Weil

2015-04-11

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi



Programma
Kaija Saariaho
La Passion de Simone , 2006
oratorio per soprano, coro e orchestra

interpreti
Solisti dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

PMCE Parco della Musica Contemporanea Ensemble
Manuel Zurria, Paolo Fratini flauti
Fabio Bagnoli oboe
Luca Cipriano clarinetto
Marco Dionette fagotto
Andrea Di Mario tromba
Luigino Leonardi trombone
Filippo Fattorini, Giuliano Cavaliere violini
Alessio Toro viola
Francesco Sorrentino violoncello
Massimo Ceccarelli contrabbasso
Lucia Bova arpa
Giuseppe Burgarella celesta
Fulvia Ricevuto, Antonino Errera percussioni
Tommaso Cancellieri regia del suono

Clement Mao Tacasc direttore


" È una lunga meditazione sul mistero della vita e della morte l'oratorio La Passion de Simone che la compositrice finlandese Kaija Saariaho (classe 1952) ha dedicato alla figura di Simone Weil (1909 - 1943), filosofa, scrittrice e mistica francese (di origine ebraica) che a soli 34 anni si è lasciata morire di stenti in un ospedale di Londra, come estremo gesto di rifiuto e come atto di condivisione verso tutti i bambini malnutriti e i prigionieri reclusi nei campi di concentramento, vittime innocenti degli orrori perpetrati dalla Seconda guerra mondiale. Si tratta di una partitura estremamente densa e complessa, sintesi artistica in cui denuncia sociale, pensiero assoluto e riflessioni spirituali confluiscono in un linguaggio che presenta connotazioni di intensa drammaticità e lontane reminiscenze con l'universo musicale del sommo Messiaen. L'organico prevede una voce solista, coro, orchestra e inserti di "live electronics" (con le registrazioni audio di alcune citazioni tratte dai testi della Weil), mentre la struttura si articola in quindici stazioni fortemente ancorate alla tradizionale impronta formale della Passione, che intendono ripercorrere idealmente le tappe compiute da Gesù lungo la via del Calvario ." Andrea Milanesi "L'Avvenire"

Tristan Murail

2015-05-06

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Tristan Murail

Programma
Tristan Murail
La chambre des cartes
Winter fragments
Allégories

interpreti
PMCE Parco della Musica Contemporanea Ensemble
Manuel Zurria flauto
Paolo Ravaglia clarinetto
Francesco Peverini violino
Luca Sanzò viola
Anna Armatys violoncello
Lucio Perotti pianoforte
Flavio Tanzi percussioni
Tommaso Cancellieri regia del suono
Tonino Battista direttore



La musica di Tristan Murail è forse uno degli ultimi “grandi discorsi” (l’espressione è di Jean François Lyotard) sulla musica e sul suo ruolo sia estetico che culturale. L'opera di Murail può corrispondere bene a una sorta di “ideale” estetico: anziché dover scegliere tra l’universo acustico e quello elettronico, Murail ha insistito sulle zone intermedie tra la sintesi e la produzione strumentale dove proliferano suoni “diversi”, una volta si sarebbe detto “spettrali”, derivati spesso dall’uso dei microintervalli e/o dalla modulazione di frequenza.

A Porte Aperte - M° Stefano Pagliani. Musica d’insieme per archi. I giovani talenti incontrano i grandi Maestri.

2015-04-26

Museo di Roma - Palazzo Braschi

Da ottobre 2014 a maggio 2015, ogni quarta domenica del mese, il Museo di Roma ospita una rassegna di incontri musicali a cura dell'orchestra di giovani talenti Archi Accademia Nova. L’orchestra, guidata da personalità del mondo musicale, terrà prove pubbliche per i visitatori del Museo e al termine eseguirà in un concerto i brani provati.

M°Stefano Pagliani
Orchestra Archi Accademia Nova

Musiche di Schubert-Mahler


A Porte Aperte - Evento conclusivo. Musica d’insieme per archi. I giovani talenti incontrano i grandi Maestri.

2015-05-24

Museo di Roma - Palazzo Braschi

Da ottobre 2014 a maggio 2015, ogni quarta domenica del mese, il Museo di Roma ospita una rassegna di incontri musicali a cura dell'orchestra di giovani talenti Archi Accademia Nova. L’orchestra, guidata da personalità del mondo musicale, terrà prove pubbliche per i visitatori del Museo e al termine eseguirà in un concerto i brani provati.

Orchestra Archi Accademia Nova

Evento conclusivo da definire


Jackson Browne

2015-05-24

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
Jackson Browne





Attesissimo concerto quello di Jackson Browne che fa tappa con il suo lungo tour all'Auditorium Parco della Musica.
Jackson Browne è stato uno dei musicisti più influenti della musica statunitense degli anni settanta, famoso anche per il suo impegno politico e ambientalista. Chitarrista, pianista e cantautore, il suo stile e la sua poetica possono essere accostati a quelli di artisti come Nick Drake, Neil Young e Bruce Springsteen.
Nella Sala Santa Cecilia il cantautore statunitense presenterà per la prima volta dal vivo a Roma i brani di “Standing In The Breach”, il suo quattordicesimo ultimo album registrato a Los Angeles 2014 uscito a novembre 2014, dopo essere stato anticipato dal singolo “The Birds Of St. Marks”. Attraverso 10 canzoni “Standing In The Breach” esplora amore, speranza e incertezze della vita moderna, in un profondo viaggio personale.

La Traviata - i Virtuosi dell'Opera di Roma

from 2015-01-11 to 2015-04-28

Teatro Salone Margherita

Opera in three acts by F.M. Piave with orchestra, singers, choir and scenography


Fabrizio Moro in concerto

from 2015-04-17 to 2015-04-18

Auditorium Conciliazione


Stacey Kent Quintet

2015-05-08

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Stacey Kent voce
Jim Tomlinson sax, flauti
Graham Harvey pianoforte, fender
Jeremy Brown basso
Josh Morrison batteria



Una voce solare, lieve, leggera e mai banale, un canto che esprime una serenità di rara bellezza. Newyorkese trapiantata in Gran Bretagna, Stacey Kent è uno degli astri nascenti del panorama jazz mondiale. Nella sua musica unisce lo swing delle proprie origini americane alle influenze stilistiche e linguistiche europee. Dopo “Raconte – moi”, album cantato in francese, e il recentissimo “Dreamer in concert”, un live registrato a La Cigale di Parigi, esce “The Changing light”, con vari ospiti tra cui il leggendario chitarrista brasiliano Roberto Menescal, una piacevole miscela di Jazz, Samba e bossa nova, nata dall’amore di Stacey per la musica brasiliana.
Con una decina di album al suo attivo, una nomination nel 2009 ai Grammy Award e una media di oltre 250 concerti l’anno, Stacey Kent è una delle cantanti jazz del momento. Trasferitasi in Inghilterra, dopo la laurea in letteratura comparata, la vita di Stacey Kent ha preso una svolta imprevista che l’ha portata a diventare in breve tempo una delle cantanti jazz più apprezzate. I primi passi in musica a Oxford nella cerchia degli studenti universitari, la portano ad approdare alla mitica CBS che la invita allo show televisivo Sunday Morning. La sua fama si amplia sempre più a livello internazionale con inviti in Giappone e Cina. Stacey Kent vanta numerosi dischi di platino e d’oro, nonché premi discografici e della critica internazionale. E’ passata dal Jazz Cat Club, con la sua vena raffinata e romantica, all’Olympia di Parigi e al Birdland di New York.

Tiziano Ferro in concerto

2015-06-26

Stadio Olimpico


Gran sorpresa finale

2015-05-23

Presbiteriana di Sant'Andrea - Chiesa Di Scozia (St Andrew's Presbyterian Church of Scotland)


Da Poulenc ai paesi del Tango

2015-04-18

Presbiteriana di Sant'Andrea - Chiesa Di Scozia (St Andrew's Presbyterian Church of Scotland)


Stagione musicale 2014-2015 degli Amici della Musica di Roma

from 2014-11-15 to 2015-05-23

Presbiteriana di Sant'Andrea - Chiesa Di Scozia (St Andrew's Presbyterian Church of Scotland)


The Bobs

2015-04-07

Teatro San Genesio

Un graditissimo ritorno in teatro del front man e straordinario interprete e cantante Eddie Zengeni e della splendida voce di Emanuela di Pietro con la loro nuova formazione musicale composta da musicisti di eccezione: I Bobs (Band of Broken Souls) direttamente da Cambridge per un concerto all¿insegna del rhythm&blues, soul, rock ed influenze irish e folk! Una vera sorpresa!.
Per informazioni 3478248661.

Duo in Concert

2015-05-23

Teatro San Genesio

Talentuoso Duo con la splendida voce raffinata, sensuale ed avvolgente della cantante e attrice Gabrielle Chiararo, che annovera numerose esibizioni al teatro San Genesio. Presenteranno un set di brani soul, blues, jazz e light pop per un concerto emozionante e coinvolgente..
Per informazioni 3478248661.

Giampaolo Ascolese&Marie Reine Levrat

2015-05-30

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Giampaolo Ascolese vibrafono, batteria
Larry Franco voce
Antonello Vannucchi pianoforte
Michele Ascolese chitarra
Elio Tatti contrabbasso
Giancarlo Sanò archivio fotografico e repertorio storico
Massimo Achilli progetto visivo, montaggio e regia video
Marie Reine Levrat quadri e disegni originali nel progetto visivo

interverranno
Stefano Senardi, Fabrizio Salvatore, Alessandro Guardia, Franco Fasano, Gerardo Iacoucci, Paola Massero, Mauro Zazzarini, Riccardo Biseo, Massimo Moriconi, Dario Lapenna e tanti altri amici di Nicola...




A cinque anni dalla scomparsa di Nicola Arigliano, da tutti considerato il più grande crooner della canzone Italiana in forma di Jazz ma non solo, Giampaolo Ascolese, suo collaboratore per più di 20 anni, e Marie Reine Levrat, pittrice e compagna di Ascolese e grande amica di Nicola, vogliono ricordane la grande figura musicale, ma anche la graffiante autoironia che ha contraddistinto tutta la sua carriera.
Nella serata del 30 Maggio 2015, primo evento in assoluto dedicato a Nicola Arigliano a Roma dopo la sua scomparsa avvenuta il 31 Marzo 2010, saranno invitati molti musicisti che hanno collaborato con lui, oltre al gruppo base che è stato compagno di viaggio di Nicola negli ultimi 10 anni.
In particolare saranno invitati, come ospiti, i musicisti con i quali Arigliano ha vinto il “Premio Tenco” nel 1995 (Riccardo Biseo, Massimo Moriconi) ed il gruppo con il quale Arigliano ha partecipato a numerosissime trasmissioni televisive, festival del Jazz e concerti in tutta Italia, nonché a due edizioni del festival di Sanremo ( 2003 come super ospite e 2005, con il conseguimento del “Premio della Critica”). Il gruppo che costituirà l’ossatura musicale di tutta la serata, sarà costituito da: Giampaolo Ascolese, Antonello Vannucchi, Michele Ascolese, Elio Tatti e sarà completato da colui che forse è l’unico vero erede musicale del grande Arigliano, Larry Franco, cantante-crooner, anche lui pugliese, che è stato anche pianista di Arigliano per circa due anni. Le serata è una prima nazionale assoluta e prevede la proiezione di un progetto visivo curato da Massimo Achilli in sincrono con la musica “live”, con immagini di repertorio ed originali della pittrice Marie Reine Levrat, dedicate ad alcune canzoni tipiche del repertorio di Arigliano. Oltre ai quadri ed ai disegni di Marie Reine Levrat, ci saranno immagini di repertorio appartenenti ad un grande amico di Nicola, Giancarlo Sanò, nativo di Squinzano come Nicola, che gentilmente metterà a disposizione per la serata. Infine saranno invitati numerosissimi ospiti musicali e non, che hanno collaborato con Arigliano, compreso l’autore del brano “Colpevole” , Franco Fasano, con il quale Arigliano si è aggiudicato l’ambìto “Premio della Critica” al festival di Sanremo nel 2005.

Easter Monday concert

2015-04-06

Chiostro di Campitelli


Easter day concert - Encanto Ensemble

2015-04-05

Chiostro di Campitelli


Lorenzo negli stadi 2015 - Jovanotti in concerto

2015-07-12

Stadio Olimpico


Franco D'Andrea Piano Trio

2015-05-03

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Franco D’Andrea pianoforte
Aldo Mella contrabbasso
Zeno De Rossi batteria


Franco D’Andrea sceglie la formazione in trio per questo ciclo di concerti che lo vedono ancora protagonista come artista residente.
Per questo concerto, Franco D'Andrea ha chiamato a sé, come sempre, musicisti straordinari e innovativi. Aldo Mella al contrabbasso e Zeno De Rossi alla batteria, per la prima volta in trio con Franco ma già presenti nel suo quartetto e sestetto, giocano in questa nuova formazione un ruolo fondamentale. Dove De Rossi può lavorare maggiormente dal punto di vista timbrico e ritmico, Mella riesce con il contrabbasso, e l'uso talvolta anche dell'archetto, a concentrarsi maggiormente sull'effettistica delle sonorità del trio. L'assenza di strumenti a fiato, sempre presenti nelle altre formazioni, denota ancora una volta la volontà di Franco D'Andrea di mettersi sempre in gioco. Avventurandosi con Mella e De Rossi in un nuovo spazio bianco e giocando con il trasformismo degli strumenti, Franco D'Andrea disegna nuove linee e orizzonti sonori.

Storie dalla Grande Guerra. Corrado Augias "Histoire du Soldat"

2015-05-07

Teatro Olimpico


Rinaldo Alessandrini. La parola della musica

2015-04-23

Sala Casella


Claudio Ambrosini "A local composer..."

2015-04-09

Sala Casella


Il ritorno di Casanova

2015-04-20

Teatro Argentina - Teatro di Roma


James Taylor

2015-04-19

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
James Taylor
and Band


James Taylor torna all’Auditorium Parco della Musica per una delle tappe del suo tour italiano, in occasione dell’uscita del suo nuovo album di inediti dopo ben tredici anni dall’ultimo album, October Road. La musica di Taylor incorpora l'arte della scrittura nelle sue più personali e universali forme. Il cantautore americano è un maestro nel descrivere situazioni specifiche che coinvolgono le persone, sempre e dovunque. Taylor, che ha venduto più di 100 milioni di album in tutto il mondo, è stato inserito sia nella Rock and Roll Hall of Fame sia nella Songwriter's Hall of Fame. L’Italia è uno dei paesi in cui è molto amato e seguito. “Il pubblico italiano - ha spiegato Taylor - è il mio preferito al mondo. In questo paese la cosa più bella sono le persone, l’energia che sento, che mi arriva da ogni incontro. Ma di questo paese mi piace anche il modo in cui ogni città mantiene la sua personalità, in un mondo che sembra ogni giorno più omologato, credo che questa sia una peculiarità molto importante. Infatti cerco di venire in Italia ogni volta che posso”. Con i suoi dischi e i suoi concerti Taylor per oltre 40 anni ha toccato i sentimenti delle persone grazie alla sua voce calda e al suono originale della sua chitarra, creando un precedente artistico che è stato di ispirazione per una moltitudine di giovani musicisti.

Accademia Nazionale di Santa Cecilia - Stagione da Camera 2014-2015

from 2014-10-31 to 2015-05-13

Auditorium Parco della Musica


Deep Purple

2015-11-06

Palalottomatica


Nel segno di Bach

2015-06-21

Sala dell'Immacolata


MelisMandolin Quartet

2015-06-07

Sala dell'Immacolata


...e il naufragar m’è dolce in questo mare

2015-05-24

Sala dell'Immacolata


Tour

2015-05-10

Sala dell'Immacolata


Duo Leonardo

2015-04-26

Sala dell'Immacolata


Narrar con parole

2015-04-12

Sala dell'Immacolata


Stagione musicale 2014 - 2015 dell'Accademia Filarmonica Romana

from 2014-10-23 to 2015-05-17


Accademia Nazionale di Santa Cecilia - Stagione SInfonica 2014-2015

from 2014-10-06 to 2015-06-23

Auditorium Parco della Musica


XXIV Concorso Pianistico Internazionale - Concerto dei Vincitori

2015-10-25

Auditorium Conciliazione


Peppe Barra "Vurria addeventare"

2015-05-26

Università La Sapienza - Aula Magna


Ensemble di Fiati della London Symphony Orchestra

2015-05-09

Università La Sapienza - Aula Magna


Viktoria Mullova - Ottavio Dantone - Accademia Bizantina

2015-04-28

Università La Sapienza - Aula Magna


Nicolas Hodges

2015-04-14

Università La Sapienza - Aula Magna


Musikautomatik - Ensemble Ars Ludi

2015-04-11

Università La Sapienza - Aula Magna


Stagione 2014-2015 della Iuc - Istituzione Universitaria dei Concerti presso l'Aula Magna della Sapienza

from 2014-10-14 to 2015-05-26

Università La Sapienza - Aula Magna


Festival del Verde e del Paesaggio

from 2015-05-15 to 2015-05-17

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Giardini Pensili



V edizione del Festival del Verde e del Paesaggio, la manifestazione vivaistica e paesaggistica dedicata alla diffusione della cultura del verde urbano e del suo inserimento negli spazi pubblici e privati. L’evento, che si è affermato come importante appuntamento nazionale, è realizzata da Eventi Urbani in collaborazione con la Fondazione Musica per Roma. I motivi di un successo superiore a ogni previsione, oltre 20.000 persone nella IV edizione, sono da ricercare in una impostazione decisamente originale, che unisce il piacere di frequentare uno spazio di grande qualità in una veste che ne valorizza tutte le potenzialità, una cura attenta del pubblico con mille occasioni di raffinata convivialità, una intensa attività culturale e un mercato fortemente attraente perché grande, complesso e molto selezionato.Il Festival del Verde e del Paesaggio ha saputo interpretare una forte domanda fino ad ora invisibile e inespressa e accoglierla nella cornice di un vero e proprio Festival. L’appuntamento è destinato a un pubblico di professionisti e appassionati e conta sulla partecipazione dei migliori produttori di piante, selezionati espositori di elementi di arredo da esterno, paesaggisti, architetti, artisti. All'interno del Festival si tengono incontri e tavole rotonde, workshop, laboratori e interviste con personalità del mondo scientifico e culturale. Si organizzano inoltre stage a carattere formativo destinati a indicare ai più giovani i nuovi sbocchi professionali nel settore della cura e progettazione del verde.

Ritorno al presente

from 2015-04-21 to 2015-05-17

Teatro Golden

Di A. Fornari, T. Fornari, A. Maia, V. Sinopoli, regia di A. Fornari, con L. Angeletti, E. Di Cioccio, A. Fornari, N. Vaporidis.

Ora è venuta l'ora

from 2015-06-08 to 2015-06-09

Teatro Argentina - Teatro di Roma

Con Quartetto vocale di Giovanna Marini.

Lezioni di Arte

from 2015-01-25 to 2015-05-24

Auditorium Parco della Musica

A Roma le meraviglie dei luoghi svelano un universo di stili unico al mondo; passeggiare per le sue vie e le sue piazze è come sfogliare il più ricco manuale della storia dell'arte occidentale: archi e scalinate, colonne e obelischi, ville e giardini, palazzi e chiese, fontane e monumenti, riflessi della gloria di imperatori, principi e papi, testimoni del genio di artisti raccontano in filigrana storie e avventure di una capitale. Sarebbe troppo pretendere così di imprigionare la città eterna in un unico ritratto, per esauriente e acuto che sia, se non in un insieme di segni che offrono sempre nuove possibilità di lettura. Dopo il lusinghiero favore del ciclo di lezioni delle scorse stagioni si è deciso di riproporre un'altra serie di percorsi di approfondimento, attraverso un ventaglio di incontri con alcuni dei medesimi studiosi della prima edizione, che volentieri ritornano all'Auditorium a parlare di nuovi argomenti, e altri intellettuali italiani importanti, noti in ambito internazionale e impegnati in diversi campi della ricerca. Per arricchire di nuove tessere uno straordinario mosaico di cultura, perché i cittadini siano messi nella condizione di aspirare alla bellezza, invitati ancora al piacere della scoperta, alla dolcezza del vivere, le lezioni di questo ciclo sono dedicate alle meravigliose Piazze di Roma e a ciò che esse rappresentano nella sistemazione urbanistica della città ma anche nell’arte e nell’architettura italiana. Le piazze di Roma sono esempi di quella complessità storico-artistica e stratificazione architettonica, che seppur consuete nella “città eterna” sono al contempo uniche nel loro genere e ne hanno determinato i mutamenti e le trasformazioni nei secoli.
Hotel roma


hotel roma san lorenzo
hotel roma centro
 hotel roma 3 stelle

Hotel 3 stelle Roma: Hotel Laurentia ™ Hotel Address: Largo degli Osci ,  65 - 00185 ROMA (RM)
 Tel +39 06/4450218 Fax +39 06/4453681 City Zone of Rome : City Center Termini University La Sapienza San Lorenzo